Home | Entroterra Genovese | Angelo Valcarenghi, la mia sfida per Ceranesi

Prosegue la campagna elettorale nel piccolo centro della Valpolcevera

Angelo Valcarenghi, la mia sfida per Ceranesi

 La sfida delle ormai imminenti elezioni amministrative a Ceranesi si preannuncia molto accesa. Dopo aver ascoltato il candidato della lista “Ceranesi 5 Stelle” Gerardo Altosole e quello della lista “Ceranesi in testa”, l’ex sindaco Omar Calorio, la cui lista è stata però esclusa all’ultimo momento a causa di alcuni problemi è ora la volta di Angelo Valcarenghi, che si presenta con la sua lista Centrosinistra per Ceranesi- Legalità e Solidarietà”.

Angelo Valcarenghi, architetto, ha lavorato nei settori tecnici di diversi comuni della Provincia di Genova, sia come consulente che, soprattutto, come Dirigente. A Campomorone, comune limitrofo a Ceranesi, Valcarenghi ha ricoperto in più mandati la carica di assessore all’urbanistica e all’ambiente, durante le giunte guidate dai sindaci Giorgio Agnoletto e Giancarlo Campora. Ha altresì fatto parte del Consiglio della Comunità Montana Altavalpolcevera. Da diversi anni è il titolare de “Il Crocicchio” nota galleria d’arte di Campomorone.

«La nostra lista anche se ha avuto poco tempo per costituirsi è composta da persone molto valide e ricche di professionalità e idealità. E’ altresì caratterizzata da un giusto equilibrio generazionale e culturale – fa presente Angelo Valcarenghi – abbiamo tre ragazzi giovani al nostro interno affianco a persone di esperienza consolidata. La mia esperienza politica l’ho avuta a Campomorone come assessore all’urbanistica per quasi vent’anni, dal 1995 al 2014, con due ottimi sindaci quali Giorgio Agnoletto e Giancarlo Campora. Iniziai come assessore esterno e durante un mandato anche come consigliere eletto».

Riguardo alle esperienze politiche precedenti, Valcarenghi spiega «iniziai da giovanissimo, alla fine degli anni sessanta, come attivista della Democrazia Cristiana. A causa di un certo rigorismo etico, tipico dei giovani che credono che sia o tutto bianco o tutto nero, a metà degli anni Settanta, lasciai la politica attiva. Negli anni Novanta, mi avvicinai al Partito Popolare e fu il compianto sindaco Agnoletto che mi chiese di diventare assessore esterno».

Riguardo alla sua squadra Valcarenghi ci dice «abbiamo scelto le persone in base alle loro competenze e alla loro carica ideale. Una cosa che mi fa molto piacere sottolineare è che le persone che fanno parte della nostra lista non mi hanno chiesto nulla per aderirvi, ne io ho fatto loro promesse di alcun tipo; sembra un dato irrilevante ma io lo ritengo un indicatore molto significativo dello spirito che sta alla base della nostra formazione, che nel lavorare – in trasparenza e senza secondi fini di tipo personalistico – a favore della collettività e per l’interesse pubblico, ha uno dei punti fondanti del proprio programma. Ci tengo a sottolineare questo aspetto che trovo molto significativo, specie in momenti come quelli attuali dove, talvolta, la politica non dà buoni esempi».

Ceranesi non è certamente un territorio comunale facile da gestire, data la sua grande estensione territoriale e le numerose frazioni, per cui, in merito a ciò Valcarenghi dice «insieme alle competenze abbiamo scelto di candidare persone che siano rappresentative di tutte le comunità presenti sul territorio (le frazioni) e di tutte le sue complessità – Il candidato sindaco che prosegue –  personalmente ho scelto, assieme ai miei “compagni di viaggio” ,di non cadere nella trappola della politica distruttiva, che troppo spesso si vede anche a livello nazionale, non vogliamo assolutamente fare campagna elettorale “contro”, evidenziando i difetti e le carenze delle liste concorrenti , ma bensì portare – con convinzione e con chiarezza – a conoscenza dei cittadini di Ceranesi, le nostre idee e il nostro programma».

Riguardo ai punti del programma elettorale Valcarenghi ci anticipa alcuni punti «riguardo all’urbanistica vogliamo dare impulso al recupero e alla riqualificazione delle aree e degli edifici esistenti, con particolare riguardo alla messa in sicurezza del territorio, intervenendo con prontezza e, possibilmente, in via preventiva ,nelle zone a rischio di dissesto. Particolare attenzione sarà riservata all’edilizia scolastica. Sarà nostro massimo impegno, inoltre, mettere in atto tutte le azioni e le energie per controllare che i lavori del Terzo Valico Ferroviario siano eseguiti nel rispetto dei tempi e dei modi previsti nei protocolli d’intesa a suo tempo sottoscritti dalle parti in causa, evitando danni e disagi per la cittadinanza e per il territorio. Un altro punto centrale del nostro programma – riguarda il recupero e il rilancio delle attività produttive, quindi del lavoro locale, anche tramite una politica di incentivi per le aziende e le attività produttive che decidessero di spostare la loro sede a Ceranesi. Altro punto nodale del nostro programma è la promozione del nostro territorio, sia sotto l’aspetto agro-alimentare, della produzione agricola e zootecnica, sia sotto l’aspetto paesaggistico-naturalistico. Un occhio di particolare attenzione verrà riservato alle strutture ricettive, che dovranno essere aiutate non solo a promuoversi, ma anche a fare sistema. In questo contesto, ad esempio, dovremmo contribuire a far si che il Santuario di N. S. della Guardia, possa godere del massimo sostegno anche da parte delle autorità amministrative civili, comunali e regionali, affinché conservi e accresca il suo ruolo di “Santuario principe della Liguria” . Altri importanti temi sono contenuti nel nostro programma, da quelli sociali, a quelli educativi, e dei servizi pubblici relativi all’autotrasporto pubblico, alla raccolta dei rifiuti urbani, agli impianti sportivi, in primis quello esistente al ponte della Ferriera, che merita un immediato recupero e riutilizzo».

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina