Home | Val Trebbia | Rovegno, la lettera aperta del Sindaco Bruno Pepi

Verso le elezioni amministrative dell'11 giugno

Rovegno, la lettera aperta del Sindaco Bruno Pepi

 Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera aperta del Sindaco di Rovegno, Bruno Pepi, candidato alle amministrative dell’11 giugno con la lista “RipensiAmo Rovegno”. Il nostro giornale rimane aperto a tutte le liste presenti alle elezioni che vogliano comunicarci il loro programma.

« Ci apprestiamo a completare il nostro mandato amministrativo. Pur fra tante difficoltà dovute all’applicazione di nuove leggi e la scarsa disponibilità di risorse economiche, il nostro amato Comune continua nelle sue migliorie con nuovi lavori e nuove proposte.

Sono convinto sia dovere del Sindaco, alla fine del suo mandato, rendere conto al Consiglio e a tutti i Cittadini dell’operato dell’Amministrazione Comunale che ha avuto l’onore, l’impegno costante e il piacere di guidare per cinque anni.

Sono stati cinque anni di lavoro ininterrotto, senza cedimenti, che ha prodotto risultati, credo, molto soddisfacenti nei settori principali in cui si è esercitata l’attività dell’Amministrazione.

Abbiamo amministrato il nostro Paese in una situazione Nazionale, Regionale e Provinciale non certo favorevole. La stessa situazione che stiamo ancora vivendo con la diminuzione, anno dopo anno, degli stanziamenti e trasferimenti della finanza pubblica Statale e Regionale ai Comuni.

Nonostante queste situazioni, il nostro Bilancio è sano, grazie ad una gestione responsabile e oculata del denaro pubblico. In 5 anni abbiamo acceso un solo mutuo di Euro 95.000,00 per lavori di ripristino danni provocati da eventi atmosferici eccezionali e per asfaltature strade comunali. Nello stesso periodo abbiamo dovuto far fronte a pagamenti riferiti a mutui accesi in precedenza per complessivi Euro 561.538,00. Purtroppo con l’introduzione dei “Fabbisogni Standard” con cui il Ministero dell’Economia indica ad ogni Comune la cifra riservata per l’ordinaria amministrazione, riferita ai rendiconti degli anni precedenti, gli importi relativi ai mutui in essere non vengono considerati. Contemporaneamente, è stato istituito dallo Stato il Fondo di Solidarietà Comunale dove il nostro Comune contribuisce dal 2013 con un importo medio di Euro 160.000,00 annui. La conseguenza di quanto sopra esposto produce questa formula perversa: maggiori tributi locali e disponibilità finanziarie per i bilanci comunali, diminuite.

Miei cari amici Consiglieri e cari Concittadini vorrei ricordarVi, ma questo Voi lo sapete già, che il vero Bilancio di un’Amministrazione viene fatto da ogni singolo cittadino, quando alla fine del mandato questi giudica l’opera degli Amministratori che ha eletto.

Proprio per favorire tale principio, questa Amministrazione Comunale ha pensato di darVi il rendiconto dei cinque anni in cui ha operato con impegno e sacrificio sempre nell’interesse del nostro Paese.

Abbiamo agito con entusiasmo, determinazione, onestà, nel portare il più possibile a compimento i contenuti del Programma con il quale ci siamo presentati ai Cittadini.

Siamo sereni e compiaciuti per il fatto che questa Amministrazione abbia sempre operato con la massima trasparenza e con spirito di positiva collaborazione nei confronti dei Consiglieri di minoranza e dei Cittadini tutti. Questo ha consentito di lavorare evitando dannose controversie, anche legali, invertendo un trend che ha visto il Comune spendere nel decennio precedente migliaia di Euro in spese per liti (circa Euro 165.000,00) mentre negli ultimi tre anni le spese si sono ridotte a una media di circa Euro 1000,00 annui.

Nonostante la notevole attività, le risorse sono state sempre gestite con accortezza e responsabilità.

 Cari Concittadini, Cari Consiglieri, siamo fieri di aver sempre dialogato con i Comuni limitrofi difendendo sempre e fortemente le prerogative e gli interessi del Comune di Rovegno.

Nel 2014 si è costituita l’Unione dei Comuni Montani dell’Alta Val Trebbia della quale mi onoro di essere stato eletto Presidente e grazie alla quale sono state finanziate alcune opere sulle tematiche scolastiche, protezione civile e polizia locale. L’amministrazione di questo nuovo Ente si è resa possibile grazie alla fattiva collaborazione, non retribuita, del nostro personale dipendente. Teniamo a precisare che tutte gli incarichi politici riferiti all’Unione sono completamente a titolo gratuito e senza rimborsi spese.

Posso affermare con orgoglio che l’Amministrazione comunale ha ben rappresentato nelle varie sedi istituzionali il Comune di Rovegno.

Mi sia consentito esprimere un vivo e commosso ringraziamento ai genitori e soprattutto alle mamme dei bambini che frequentano la scuola dell’obbligo. Sono state sempre pazienti e disponibili.

Desidero, a nome di tutta l’Amministrazione, ringraziare tutte le associazioni del territorio di Rovegno per la collaborazione dimostrata a questa Amministrazione.

Tutto quanto è stato realizzato in questi cinque anni è stato voluto fortemente con l’intento di offrire più servizi alla cittadinanza, insieme alla voglia di migliorare la qualità della vita dei Cittadini residenti e non residenti.

L’attività amministrativa è stata svolta in piena trasparenza e con il coinvolgimento dei cittadini, ne siano la prova le delibere pubblicate sul sito internet, nonché i prospetti degli investimenti fatti.

Detto questo, vorrei ancora ringraziare:

Il vice-Sindaco e i Consiglieri. Ho in loro apprezzato l’impegno profuso, le capacità acquisite, i risultati conseguiti. Li ringrazio pure per il rispetto sempre mostrato per il mio ruolo di “primo tra pari”.

Li ringrazio soprattutto per non avermi mai chiesto nulla di personale.

Ringrazio i Consiglieri di minoranza, per aver contribuito ad elevare il dibattito che si è svolto nei consigli in un clima di correttezza e lealtà reciproche.

Mai estranei nella gestione amministrativa, bensì protagonisti importanti sono risultati il Segretario Comunale Dott. Lari, il Personale dipendente e il Responsabile dell’Ufficio tecnico Geometra Fabio Baldino.

A loro che, tra mille oggettive difficoltà, va il mio plauso e quello di tutta l’Amministrazione, con cui hanno proficuamente e lealmente collaborato.

L’ultimo ringraziamento, consentitemi, quello più importante, è rivolto a tutti i Cittadini di Rovegno, vicini e lontani, il cui crescente sostegno, unito alle immancabili critiche costruttive, hanno sempre stimolato il nostro operato, spronandoci a fare di più.

A tutti Voi Cittadini chiedo anche comprensione se obiettivi previsti o difficoltà incontrate non sono stati raggiunti o risolti; pur con tutta la nostra buona volontà i limiti dell’azione delle Pubbliche Amministrazioni esistono ed esisteranno sempre.

Siamo sereni, perché ciò che è stato realizzato è sotto gli occhi attenti di Voi Cittadini.

Per questo, Vi chiedo di avere ancora fiducia in noi, per portare a termine un cammino che abbiamo iniziato insieme e vogliamo terminare presentandoci il prossimo 11 giugno 2017 alle elezioni amministrative con la lista civica

“ripensiAMO ROVEGNO”

La soddisfazione più grande è quella di aver avuto l’onore di servire il Comune di Rovegno con grande impegno e con la coscienza pulita di cristiano e di Sindaco. E con me tutti i Consiglieri che, con impegno e dedizione, si sono dedicati a questo non facile compito.

BRUNO PEPI – Sindaco di Rovegno»

Lettere alla Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina