Home | Arquata Scrivia e Val Borbera | Arquata Scrivia, dirigente dell’asilo accusata di peculato

Diverse rette non sarebbero state contabilizzate

Arquata Scrivia, dirigente dell’asilo accusata di peculato

 Una brutta storia ci arriva da Arquata Scrivia. Poche settimane dopo il caso della dipendente del Comune di Ovada accusata di aver intascato oltre 130 mila Euro, questa volta è una dirigente di una scuola materna a finire nelle pagine di cronaca per una nuova vicenda di peculato.

La vicenda riguarda l’asilo nido “Emilio Morando” di Arquata Scrivia, struttura conunale di ottimo livello. La dirigente della scuola per l’infanzia avrebbe, secondo quanto emerso dalle indagini, accettato l’iscrizione di un numero di bambini ben superiore ai sessanta consentiti per la struttura. Le rette, versate dalle famiglie dei bambini, sarebbero state ritirate di persona dalla direttrice e non inserite all’interno della contabilità comunale.

La dirigente attualmente indagata dai Carabinieri sembra che contasse sul fatto che, abbastanza di frequente, capiti che i piccoli ospiti si ammalino o che le famiglie non li possano portare per motivi diversi, in questo modo il numero di bambini presenti all’interno dell’asilo nido difficilmente superava quello consentito.

La stessa amministrazione comunale di Arquata Scrivia si era accorta che qualcosa non quadrava nei conti dell’asilo nido. È difficile quantificare la somma in questione, in quanto le rette variano dai 50 fino ai 300 Euro e attualmente non si sa ancora quante rette non siano state versate nelle casse comunali.

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina