Home | Arquata Scrivia e Val Borbera | Unitre Arquata-Grondona chiuso l’anno accademico

Un'istituzione attiva sul territorio da diversi anni

Unitre Arquata-Grondona chiuso l’anno accademico

 Si è svolta giovedì 8 giugno 2017 la cerimonia di chiusura dell’anno accademico 2016 /2017 dell’UNITRE ARQUATA – GRONDONA.

L’ Istituzione, attiva da sei anni, ha coronato con successo un altro anno intenso a livello didattico. Gli assessori alla cultura dei Comuni di Arquata e di Grondona, Nicoletta Cucinella e Silvano Bellò, hanno aperto la serata con parole di ringraziamento e di augurio al nuovo Presidente, ai docenti, allo staff e agli studenti.

Ha preso poi la parola il presidente, Prof. Natale Spineto, che, dopo aver letto una lettera di saluto del presidente nazionale Gustavo Cuccini, sottolineando l’importanza dell’affiliazione all’Unitre nazionale, ha rilevato come in questi sei anni l’Associazione sia cresciuta, grazie all’instancabile lavoro di tanti volontari guidati da chi lo ha preceduto: la signora Piera Ferretti,prematuramente scomparsa, la vice, prof.ssa Luisa Grosso, il prof. Luciano Borghini, dimissionario e fondatore di un’associazione culturale, che è un’altra cosa rispetto all’Unitre, ma che contribuirà in modo significativo a arricchire l’offerta culturale del territorio, al quale augura buon lavoro.

In continuità con l’impegno di questi anni, il neo Presidente sottolinea la sua volontà di sviluppare ulteriormente il rapporto fra l’ UNITRE e altre Associazioni, le occasioni conviviali, e l’offerta formativa, che intende incrementare con corsi che attengono alla sfera del benessere psicofisico, alla conoscenza dell’ambiente e biodiversità e all’aspetto storico artistico del territorio.

Spineto ha poi premiato con 500 euro l’arquatese Manuela Indrieri, vincitrice del concorso “UNA TESI PER IL TERRITORIO” con la dissertazione dal titolo “ La Chiesa Parrocchiale di San Giacomo Maggiore di Arquata Scrivia”.

La direttrice dei corsi prof.ssa Maura Pernigotti, nel suo intervento, ha presentato un resoconto dell’attività di quest’anno, con lo svolgimento di 51 corsi, 3 conferenze, 3 gite collegate ai corsi, offrendo un’offerta formativa nutrita e qualitativamente alta ai 353 iscritti.

 “Si chiude un anno importante e ricco di iniziative che ci ha visto crescere, – sottolinea – ora guardiamo al futuro per fare sempre meglio. Ci tengo a ringraziare personalmente tutti i docenti e gli studenti, vera anima del nostro sodalizio. Vorrei precisare che saranno ben accolti coloro che desiderano seguire i corsi del prossimo anno, anche i residenti di altri comuni, che come diffuso erroneamente, si dicevano esclusi. Non è vero! – conclude la Direttrice- tutti saranno i benvenuti”.

Dopo l’omaggio di un disegno originale di Enrico Debenedetti ai docenti, spazio alla musica con le chitarre di Gianni Bailo, artista di musica strumentale, che ha calamitato la platea con sue composizioni suonate con la chitarra tradizionale e la weissehborn.

Ammirata l’esposizione dei lavori realizzati nei corsi- laboratorio. Per concludere un conviviale buffet. Appuntamento il 4 settembre con le iscrizioni al nuovo anno accademico.

Marisa Pessino
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina