Home | Sport | Ciclismo, ad Ivrea Fabio Aru è il nuovo campione italiano in linea

Il campione sardo portacolori dell'Astana Pro Team ha vinto in solitaria

Ciclismo, ad Ivrea Fabio Aru è il nuovo campione italiano in linea

Fabio Aru è il nuovo Campione italiano in linea. Il campione sardo, portacolori dell’Astana Pro Team vince in solitaria ad Ivrea. Fabio Aru (Astana Pro Team) ha vinto in solitaria la prova in linea da Asti ad Ivrea (Gran Piemonte, 236 km) laureandosi Campione italiano. il corridore sardo ha preceduto sul traguardo Diego Ulissi (UAE Team Emirates) e Rinaldo Nocentini (Club-Sporting/Tavira). Aru ha attaccato all’inizio della salita nell’ultimo giro del circuito, guadagnando 30 secondi sugli avversari, mantenendoli anche in discesa e nel tratto finale di pianura che portava al traguardo di Ivrea.

 

RISULTATI FINALI

Gara in linea Professionisti Maschile (Gran Piemonte)

1 – Fabio Aru (Astana Pro Team) – 236 km in 5h52’31”, media 40,168 km/h

2 – Diego Ulissi (UAE Team Emirates) a 40″

3 – Rinaldo Nocentini (Club-Sporting/Tavira) s.t.

 

DICHIARAZIONI

Subito dopo il traguardo, il nuovo Campione italiano Fabio Aru, ha dichiarato: «Sono davvero felice e anche molto emozionato perché ho vissuto dei momenti difficili quest’anno. Ringrazio la mia famiglia che mi è stata sempre vicino. La tattica era questa: dovevo attaccare subito ai piedi alla salita. È andato tutto come previsto. Inizialmente il Tour de France non entrava nei miei piani però dopo l’infortunio abbiamo deciso di tornarci e sono felicissimo di andarci con la maglia Tricolore e la forma che ho adesso».

G.P.M.
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

1 commento

  1. E noi nel weekend eravamo a Caravino per gare di dressage e salto ostacoli…
    E la domenica c’era la seconda giornata di gara…
    E dovevamo fare due viaggi per riportare a casa i nostri cavalli…
    Guarda caso la strada che porta a quel maneggio sboccava proprio dove passava la corsa…
    Anzi, le corse, perché ce ne erano altre “di complemento”…
    Passavano tutte di lì…
    E le strade erano bloccate dalle 11 fino alle 16…
    E così il secondo viaggio è finito a mezzanotte…
    Che bella la commistione fra i vari sport 🙂

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina