Home | Alessandrino | Alessandria, centauri fuori dal Santuario

Il parroco Don Vincenzo ha chiuso alle moto

Alessandria, centauri fuori dal Santuario

 É di questi giorni la notizia che ha lasciato tutti stupiti, a pochissima distanza dall’inizio della manifestazione: i motociclisti non potranno entrare nel Santuario con le moto. Questo è quanto ha deciso il parroco Don Vincenzo.

Già l’anno scorso erano vociferate notizie sull’incertezza dell’entrata in chiesa dei centauri, poi tutto era rientrato e la manifestazione ha avuto luogo come di tradizione.

Quest’anno per il 72° anniversario il parroco è stato irremovibile ed ha confermato il suo “no”. Esterrefatti e addolorati gli organizzatori che hanno cercato, inutilmente, di riportare “l’armonia” e l’evento come il passato.

Purtroppo, ciò non è stato possibile, il parroco dopo aver avuto “carta bianca” dal Vescovo, Mons. Gallese, ha confermato la sua decisione lasciando fuori sul sagrato le moto, sottolineando che, l’atteggiamento dei centauri, l’abbigliamento e gli scatti fotografici allontanavano l’attenzione sulla centralità religiosa della Messa disturbando la funzione.

Il Vescovo di Alessandria, Mons.Gallese, non sarà presente ad ufficializzare la cerimonia, al suo posto interverrà un Vicario della Diocesi di Genova, Mons. Nicolò Anselmi.

Il Vescovo, fa comunque sapere, che questa decisione è stata il “frutto” di accordi disattesi con gli organizzatori che non hanno rispettato le decisioni prese.

Gli organizzatori da parte loro, rammentano la collaborazione negli anni passati con tutti i Vescovi che si sono alternati, ben disposti alla tipologia dell’evento e della particolare caratteristica che rendeva Alessandria  e il Santuario unico al mondo nel suo genere.

La 72° edizione vedrà quindi confermati i vari programmi, mentre centauri e organizzatori si fermeranno sul sagrato, davanti al Santuario, in semicerchio in segno di protesta. Una manifestazione che perderà una parte del suo fascino, confermato nelle 71 edizioni precedenti, e che ora farà perno sull’unità dell’amicizia e sui suoi colori.

Daniela Balestrero
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina