Home | Novi Ligure e il Novese | La Mitica sui Colli di Coppi, molto più di una ciclostorica

Confermato il format della "Classicissima di Inizio Estate", consegnata a Giuseppe Fonzi la prima Maglia Nera "Luigi Malabrocca"

La Mitica sui Colli di Coppi, molto più di una ciclostorica

Sergio Vallenzona, Giovanni Maria ferraris, Pietro cordelli alla cena dei campioni di Castellania

Raccontare il lungo fine settimana de LaMitica, ciclostorica dei colli di Serse e Fausto Coppi merita il giusto spazio vista la quantità di emozioni ed Eventi, che si sono susseguiti nel ricordo del Grande Airone di Castellania e dell’epoca d’oro del ciclismo.

Confermato il percorso:

  • Partenza e ritorno da Castellania e rientro sulla #Rampina, la strada bianca ormai simbolo della “classicissima di inizio estate“, da cui transitano tutti i percorsi Corto-medio-lungo, 53, 70 e 88 chilometri;
  • Primo ristoro frugale in piazza Quarto Stato a Volpedo, nel luogo in cui il Maestro divisionista ha dipinto il suo omonimo capolavoro, oggi di proprietà del Comune di Milano ed esposto (a tutti) al museo del Novecento;
  • Secondo ristoro a Tortona in piazza Malaspina, dopo aver salutato la via Emilia in festa Vintage con le Bellezze in bicicletta di Tortona Retrò e i restauri filologici di vecchie divise e biciclette, con relativa sfilata di Marcello Vaccari (oggi finalmente maturo) e Matteo Leddi. Quest’anno avevano la divisa delle truppe d’Africa ed erano appostati a fianco di un giocatore del Grande Torino, la squadra per cui tifava Fausto Coppi;
  • A Tortona si arriva e si riparte sfilando tra le Bellezze in biclicletta che salutano ai bordi della strada ed i percorsi si dividono, il corto risale a castellania diretto, il medio e lungo si incanalano in direzione Novi Ligure, salutandosi alle Bettole di Pozzolo Formigaro;
  • Terzo Ristoro a Novi Ligure, al Museo dei Campionissimi, quest’anno protagonista al #Giro100 con la mostra “Storie di bici“, inaugurata la vigilia della gara rosa e terminata proprio il 2 luglio, giorno de La Mitica
  • Confermata anche la #Rampina di Villaromagnano, la strada bianca, prossima al riconoscimento Unesco, che è sempre più il simbolo dei Colli di Coppi.

Confermati gli eventi collaterali:

  • Le baracche di luglio del venerdì;
  • La cronoscalata Castellania – Torri di Sant’Alosio che dal 18 maggio scorso sono illuminate di notte e visibili da tutta la val Grue e la Valle Ossona;
  • La cena dei Campionissimi e il premio Fausto Balduzzi che quest’anno è stato assegnato in ricordo dell’indimenticato Mario Zadra;
  • Il mercatino vintage per gli appassionati che, purtroppo, continua a essere presente solo a Castellania. Ci chiediamo come mai, se a Castellania è possibile trovare tutto sulle biciclette d’epoca, a Tortona non si sia ancora pensato a far trovare “tutto” sull’abbigliamento d’epoca. Gli appassionati del genere Vintage potrebbero avere un motivo in più per recarsi a Tortona il giorno de “LaMitica” e di “Bellezze in bicicletta“.

Novità

  • Innanzitutto l’enorme bici Rosa, comparsa a Villalvernia i giorni del Giro d’Italia, che è venuta a tenere compagnia a quella romana di “Fausto” in piazza Serse Coppi;
  • Poi la presenza della Regione Piemonte, nella figura di Giovanni Maria Ferraris, assessore allo Sport;
  • Infine la conferma del connubbio Tortona Castellania con la presenza fattiva dell’assessore tortonese allo Sport Vittoria Colacino;
  • La mancanza di Mario Zadra;
  • Last but not Least la consegna della Maglia Nera, proposta dal Comitato Promotore e intelligentemente accettata da Giuseppe Fonzi, ultimo al giro d’Italia di quest’anno come lo fu nel Giro d’Italia del 1946 e quello successivo del ’47 Luigi Malabrocca, campione di ciclocross ma non proprio ai vertici nel ciclismo su strada.

Il Venerdì de La Mitica

Già a partire dal venerdì sera 30 giugno, come da programma il piccolo borgo di Castellania, che diede in natali a Fausto Coppi, si è animato con lo spettacolo di Teatro di Figura messo in scena dalla “Compagnia Rasoterra” per la rassegna “Baracche di Luglio” dell’Associazione Peppino Sarina, alla presenza di diverse famiglie e i loro bimbi nonostante la serata ventosa.

Il Sabato de La Mitica

Il sabato mattina, 1° luglio, l’apertura dell’ormai tradizionale “mostra mercato di bici e accessori d’epoca” ha dato l’avvio vero e proprio all’evento “ciclostorico” dedicato a Serse e Fausto Coppi e al ricordo della prima corsa agonistica disputata da un giovanissimo Fausto nel 1937, proprio 80 anni prima nei colli tortonesi. La sorpresa della mattinata è stata la visita al villaggio de LaMITICA di Francesco Moser che, con alcuni amici, ha voluto percorrere in bici alcune strade dei Colli di Coppi per terminare poi il suo giro a Castellania per un ristoro conviviale presso il Ristorante Grande Airone. Ma da segnalare che già il giorno prima un certo Beppe Saronni ha voluto far sosta e visita al museo di Casa Coppi di Castellania, questo a confermare che a Castellania prima o poi hai la certezza di incontrare un mito del ciclismo di ieri, di oggi e di domani. Ed infatti, durante la “Cena dei Campioni” presso la Residenza il Borgo di Castellania, dopo aver omaggiato l’alessandrino Giorgio Zancanaro, vincitore proprio ad Alessandria della 1° tappa del Giro d’Italia del 1967 e quindi prima maglia rosa di quel Giro di 50 anni prima, il Comitato Colli di Coppi, ha voluto premiare (prima edizione di un premio che da quest’anno sarà un appuntamento fisso) il corridore professionista Giuseppe Fonzi, portacolori del Team Wilier Triestina-Selle Italia e che ha terminato il Giro d’Italia 2017 in ultima posizione, con una simbolica “maglia nera” de LaMITICA per ricordare la figura del corridore tortonese Luigi Malabrocca che con le sue imprese ha contribuito a rendere così mitica quella maglia.

La consegna dei premi

A consegnare la simbolica “maglia nera” sono stati Luciano Malabrocca e Serena Malabrocca figlio e nipote del mitico Luigi. L’occasione è stata anche quella per la consegna da parte dell’Associazione Fausto e Serse Coppi a Castellania del Premio Fausto Balduzzi a Laura Zadra, in ricordo dell’indimenticato Mario Zadra ed un omaggio, realizzato dall’artista Claudio Pesci nonché Presidente dell’Associazione, a Vittoria Colacino Assessore allo Sport di Tortona.

Alla serata conviviale, a cui hanno partecipato Piero Coppi, Faustino Coppi, Giovanni Meazzo ed Imerio Massignan, la Presidente del Gide Giro d’Italia d’Epoca Michela Mora Moretti Girardengo e Giovanni Maria Ferraris, Assessore allo Sport della Regione Piemonte, che chiuso la serata portando i saluti ed i ringraziamenti da parte di tutta la Regione Piemonte.

La Mitica, ciclostorica dei Colli di Fausto Coppi

E siamo già alla domenica 2 luglio dove già all’alba con le prime operazioni di punzonatura bici, le iscrizioni finali e le operazioni del foglio firma parte ufficialmente l’edizione 2017 de LaMITICA. Oltre 214 iscritti, con una folta presenza di ciclostorici provenienti da gran parte dell’Europa (Spagna, Austria, Olanda e Francia) con il gruppo più numeroso di stranieri rappresentato quest’anno dagli amici Inglesi, provenienti da Londra e dintorni, e dove vale la pena segnalare i due provenienti da più lontano più precisamente da Oviedo (Spagna). Al via della ciclostorica anche Giuseppe Fonzi del Team Wilier Triestina- Selle Italia, via che è stato ufficialmente dato alle ore 8:30 in punto dal Sindaco di Castellania Sergio Vallenzona e da Marina e Faustino Coppi, figli di Fausto Coppi.

Partiti! Sui tre percorsi disegnati tra i Colli di Coppi e la pianura verso Novi Ligure, in una giornata perfetta dal punto di vista meteo, i ciclostorici si sono mossi in gruppo superando le prime salitelle di giornata per raggiungere Cerreto Grue e Sarezzano in direzione di Volpedo dove, in Piazza Quarto Stato, grazie al Comune di Volpedo, l’Associazione Pellizza da Volpedo e la Cooperativa Volpedo Frutta, ad attendere LaMITICA era pronto un fresco ristoro a base naturalmente di succose pesche di Volpedo.

Ripartiti alla volta di Tortona, a dare il benvenuto ai ciclostorici all’ingresso in città, è stato un tripudio di colori, musiche ed abiti vintage delle moltissime partecipanti all’evento Bellezze in Bicicletta-Tortona Retrò che al ristoro in Piazza Malaspina hanno fatto da cornice e non solo dimostrando quando la città abbia dimostrato interesse affetto e curiosità nei confronti di questo ormai classico evento di inizio estate. Alla ripartenza la scelta di prendere il percorso Corto (53 km) direttamente verso il mitico tratto in strada bianca de La Rampina e quindi al traguardo di Castellania oppure, decisione presa da un centinaio e più di partecipanti, i percorsi Medio (70 km) e Lungo (88 km) che, attraversando il Parco dello Scrivia con lungo tratto in strada bianca, ha portato i partecipanti verso la deviazione Medio e Lungo. Medio direttamente verso Carbonara e Castellania. Lungo verso Novi Ligure al Ristoro offerto dal Museo dei Campionissimi e poi tutti sulla panoramica Rampina e quindi all’arrivo di Castellania.

Al termine dell’Agnolotto Party, tanti i premi assegnati: al vincitore della cronoscalata d’epoca del sabato, Alberto Cammarota di Francavilla Bisio un orologio offerto da Festina; alla Ciclostorica più agée Patrizia Donnini di Felino (PR), alla ciclostorica “più mitica” Barbara Roetta di Recoaro Terme (VI) al ciclo storico più anziano Pierluigi Luparia di Alessandria un orologio Festina; alla ciclostorica più giovane Anna Ottonelli (11 anni) la maglia de LaMITICA offerta da Pella Sportswear ma a lei e al papà Giuseppe anche un altro premio per aver partecipato a LaMITICA con un “tandem”. Al gruppo più numeroso, la squadra storica della Salvarani di Parma, il “Trofeo TRENTASECONDI” dedicato all’indimenticato Mario Zadra. A tutti gli stranieri presenti è stato consegnato un ricordo de LaMITICA per far conoscere e promuovere nel mondo il territorio dei Colli di Coppi e la Ciclostorica dedicata al mitico Fausto Coppi. E ancora il premio alla prima iscritta Deborah Piazza di Lecco e molti altri premi, anche ad estrazione, offerti dal Comune di Castellania, dall’Azienda vinicola La Bollina di Serravalle Scrivia, da Ciclomania di Voghera, dalle Cantine Volpi di Tortona. Iscrizioni gratuite al N° 28 Maurizio Caggiati di Parma e al N° 190 Baratono Giuseppe di Vialfrè (TO) a LaMITICA 2018, edizione che, grazie all’interesse espresso nei confronti de LaMITICA dal comune Comune di Sant’Agata Fossili, come annunciato ai presenti sarà arricchita da una versione Hors Catégorie (LaMITICA HC) con la salita verso il comune di Sant’Agata Fossili e la relativa discesa per ricongiungersi al percorso classico, che permetterà di allungare il percorso lungo di 10 km ca. premiando i ciclostorici desiderosi di salite impegnative.

La Consegna della Maglia nera de lamitica a giuseppe fonzi a Castellania

LaMITICA, evento organizzato dall’APS I COLLI DI COPPI che ha ottenuto il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Alexala, Monferrato European Community of Sport 2017, della Città di Tortona, di Novi Ligure e dei Comuni di Castellania, Berzano di Tortona, Costa Vescovato, Pozzolo Formigaro, Sarezzano, Viguzzolo, Villaromagnano, Volpedo,  è stato reso possibile grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona e di SIMECOM-Gas e Luce.

Un particolare ringraziamento al Museo dei Campionissimi di Novi Ligure, alla Cooperativa Volpedo Frutta e all’Associazione Pellizza da Volpedo Onlus per l’organizzazione dei ristori, oltre a Associazione Fausto e Serse Coppi, GI particolari amma Group, Ratti Carburanti, Farmacia Bidone Tortona, Ciclomania Voghera, Cantine Volpi, Pella Sportswear, Salumificio Sabbione, La Bollina, Festina Orologi e ai Vignaioli del Tortonese per il supporto e i premi offerti a LaMITICA 2017.

Gli organizzatori ringraziano tutti i volontari della Protezione Civile e dell’Associazione Alpini d’Italia sezione di Tortona, al servizio sanitario presente al seguito dei ciclostorici, agli amici biker di Non Solo Bike Tortona, ai motociclisti e ai comandi dei vigili di Tortona, Pozzolo Formigaro e Novi Ligure che hanno permesso di svolgere la ciclostorica in totale sicurezza.

Appuntamento con LaMITICA 2018 è più precisamente il 23/24 giugno!

 

Claudio Cheirasco
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina