Home | Entroterra Genovese | Il nuovo portale “Agricoltori Valpolcevera”

Verrà presentato ufficialmente al pubblico il 28 luglio

Il nuovo portale “Agricoltori Valpolcevera”

 Venerdì 28 luglio, presso la sede dell’Associazione Culturale “Nonsolomorego” nel quartiere genovese di Morego, in Val Polcevera, verrà presentato ufficialmente il sito “Agricoltori Valpolcevera”.

Si tratta di un portale realizzato dal Comitato di Sviluppo Rurale in Valpolcevera, associazione che L’Inchiostro Fresco sta seguendo da diverso tempo, per conoscere e far conoscere al pubblico i produttori dell’agricoltura contadina in Val Polcevera.

La Val Polcevera, definita il “polmone verde di Genova” è un territorio rurale che, fino al recente passato, ha avuto una forte tradizione agricola grazie alle piccole attività famigliari e alle aziende dei coltivatori diretti. Questa tradizione però, negli ultimi decenni, caratterizzati dapprima dallo sviluppo industriale e poi da quello commerciale, si è fortemente indebolita. Molte aziende agricole sono gestite da agricoltori anziani che non riescono a continuare la propria attività.

Diversi giovani si stanno avvicinando nuovamente all’agricoltura, tuttavia, come spiegano dal Comitato, sono diverse le difficoltà incontrate, dalla terra che non è facilmente disponibile, le normative fiscali e igienico-sanitarie molto restrittive fino alla concorrenza spietata della grande distribuzione.

Obiettivi del Comitato Sviluppo Rurale in Valpolcevera, che verranno illustrati durante la presentazione del portale web, sono diversi: la conoscenza delle realtà contadine locali, il coinvolgimento degli enti e delle istituzioni (i cinque comuni dell’Alta Valpolcevera, il Municipio V Valpolcevera, la Regione Liguria, il GAL Agenzia di Sviluppo Genovese, la Camera di Commercio, Coldiretti, ecc…), la realizzazione di iniziative informative e culturali sia nel territorio che, soprattutto, nelle scuole e le iniziative concrete di sostegno ai piccoli produttori dell’agricoltura contadina.

Il primo obiettivo che è stato portato a termine è stato quello dei mercatini a km zero che attualmente si svolgono, con cadenza a rotazione, nei comuni di Campomorone, Sant’Olcese e Serra Riccò e che il Comitato punta ad estendere nel resto del territorio.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina