Home | Entroterra Genovese | Sant’Olcese, questa sera arriva il Teatro dell’Ortica

Con lo spettacolo "Odio il thè verde" in piazza a Piccarello

Sant’Olcese, questa sera arriva il Teatro dell’Ortica

Prendono il via questa sera le serate in piazza a Piccarello, frazione di Sant’Olcese nell’ambito dell’iniziativa “Serate in Piazza – Piccarello Estate 2017”.

Questa sera alle ore 21:00 appuntamento con la compagnia del Teatro dell’Ortica che propone lo spettacolo “Odio il thè verde”.

Si tratta di uno spettacolo che vede protagoniste due donne di mezza età che, dopo una vita complicata caratterizzata da separazioni e divorzi, decidono di convivere e lavorare insieme, gestendo un’edicola.

Tuttavia il rapporto fisso ripeterà le consuetudini della vita matrimoniale, con la riproposizione dei ruoli prestabiliti e stereotipati con, ancora una volta, una vittima e un carnefice. Il tutto sarà proposto ovviamente in chiave comica e grottesca.

La scenografia si svolgerà in due luoghi differenti, da una parte la casa dove le due donne vivono il risveglio, il pranzo e le discussioni interminabili e dall’altra l’edicola dove faranno fronte ai commenti degli acquirenti ed ai continui incontri e scontri di questa coppia particolare.

“Serate in Piazza” è una serie di eventi organizzati dall’assessorato alla cultura del Comune di Sant’Olcese che si svolgono nella piazza di Piccarello, di fronte al Municipio. Il prossimo appuntamento è previsto per venerdì 21.

Il Teatro dell’Ortica è nato a Genova nel 1996 per sviluppare l’idea di un teatro di comunità ed ha sede nei locali della Provincia in Via Allende nel quartiere di Molassana, a partire dal 1999 ha iniziato percorsi di teatro sociale che coinvolgono soggetti in situazioni di disagio ed emarginazione (detenuti, malati psichici, ecc…). A partire dal 2006 organizza laboratori teatrali per bambini e adolescenti e, insieme all’Università di Genova tiene corsi di formazione specifica di carattere pedagogico e attorico.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina