Home | La posta de L'inchiostro fresco | Novi Ligure, cittadini esasperati dai parcheggiatori abusivi

Così i richiedenti asilo "arrotondano" la diaria giornaliera

Novi Ligure, cittadini esasperati dai parcheggiatori abusivi

Un nostro affezionato lettore ci denuncia la situazione incresciosa che si è creata, ormai da qualche tempo, nei diversi parcheggi della città di Novi Ligure, con diversi episodi di accattonaggio molesto che vedono come “attori” i richiedenti asilo ospitati nelle strutture di accoglienza locali.

Il servizio allegato, datato giovedì 6 luglio, giorno di mercato, documenta la situazione che i cittadini novesi sono costretti, loro malgrado, a subire. I richiedenti asilo ospitati si “danno da fare” nei diversi parcheggi cittadini (sia liberi che aree blu) esercitando la professione di parcheggiatori abusivi, cercando così di “arrotondare” la diaria. Non sappiamo cosa succede alle automobili di chi non paga questa sorta di pizzo, ma sicuramente niente di buono.

Le fotografie si riferiscono alla Piazza delle Giostre ma la situazione, come ci segnala il nostro lettore, è la stessa anche nelle altre piazze cittadine e non solamente nei giorni di mercato. Non si tratta nemmeno di una novità, il lettore spiega infatti che questa situazione di illegalità sta andando avanti a Novi Ligure da diversi mesi.

Una vera e propria “impresa” totalmente in nero quella dei parcheggiatori abusivi di Novi Ligure, sembra infatti, fa sempre presente il nostro lettore, che alcuni dei richiedenti asilo si siano organizzati attraverso lo scambio di utenze telefoniche, per farsi riservare il posto da parcheggiatore in attesa dell’arrivo dello sventurato automobilista novese.

Alla situazione di illegalità si aggiunge quella di degrado, come dimostra l’ultima fotografia, scattata alle ore 9:30 del mattino che coglie uno dei parcheggiatori abusivi intento ad espletare i suoi bisogni corporali davanti ad un albero.

Lettere alla Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina