Home | Entroterra Genovese | Ferrovia Genova-Casella, in arrivo nuovi fondi

Nell'ambito del Programma Interregionale Marittimo Italia-Francia 2014/2020

Ferrovia Genova-Casella, in arrivo nuovi fondi

 Nuovi fondi in arrivo per la Ferrovia Genova-Casella. Sono stati assegnati ieri tredici milioni di Euro stanziati per i trenta progetti che coinvolgono la Regione Liguria nell’ambito del Programma Interregionale Marittimo Italia-Francia 2014/2020. All’interno di questi  tredici milioni sono previsti fondi per la Genova-Casella.

La Regione Liguria è capofila del progetto “Treno” per valorizzare ferrovie storiche, in cui rientra pienamente il “trenino” di Casella.

Già negli ultimi anni, durante i lavori per la riapertura, questa storica ferrovia a scartamento ridotto ha visto importanti investimenti, come spiega il blog ufficiale del Comune di Sant’Olcese (Sant’Olcese Inform@). Questi investimenti hanno migliorato notevolmente l’infrastruttura, per esempio sono state messe in opera mille traverse nuove, più di duecento metri di rotaie nuove e circa cento metri cubi di pietrisco.

Nell’immediato futuro, fa sempre sapere il blog Sant’Olcese Inform@, ci saranno due gare, una per il rifacimento completo dell’armamento sul Ponte Cortino e l’altra per il rinnovo straordinario delle tratte comprese tra le stazioni di Busalletta e Tullo. Questi due interventi permetteranno di eliminare i rallentamenti  che oggi esistono sulla ferrovia.

Soddisfazione è stata espressa da Edoardo Rixi, assessore regionale allo sviluppo economico “I finanziamenti europei portati in Liguria ci consentiranno di avviare interventi importanti – ha spiegato l’assessore regionale – che riguarderanno ambiti dall’ambientalizzazione dei porti, alla ferrovia Genova-Casella fino alla promozione dei prodotti tipici, dell’entroterra e della cultura locale, il tutto coinvolgendo l’Università di Genova e puntando così sull’innovazione”.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina