Home | Alessandrino | Alessandria e l’anno della “Passione”

La tredicesima edizione del "Capodanno Alessandrino"

Alessandria e l’anno della “Passione”

 L‘”anno della Passione”: un cuore stilizzato, il Ponte Meier, il rosso, ecco l’immagine simbolo di questo Capodanno Alessandrino, ideato e realizzato nella grafica da Renato Vacotti.

Un manifesto che ci invita a mettere “Passione” in tutto quello che facciamo, a mettere la passione giusta per ogni cosa, che essa sia la vita, la società, l’arte, la cultura, lo sport, la musica, lo spettacolo.

Il 31 agosto vuol essere, per Alessandria, il giorno e la notte che “si”appassiona e “ci”appassiona con creatività ed entusiasmo.

Uno slancio nato 14 anni fa, considerando l’”anno zero”, dalla “Vineria Mezzolitro”, l’idea delle titolari Monica Moccagatta e Piercarla Negro, a cui si sono affiancati una rete sempre più solida di bar, ristoranti, vinerie che man mano hanno creato una squadra numerosa e avvincente, capace di costruire una festa singolare nel suo genere.

Il rosso ci accompagnerà in questa edizione, dove vetrine, piazze, vie, si vestiranno di questo colore brindando all’Anno della Passione.

Il Capodanno Alessandrino ha come media partner “Il Piccolo”  “Radio Gold”, i locali che aderiscono hanno potuto iscriversi fino al 4 agosto versando una piccola quota che servirà per locandine, manifesti e per sostenere l’Alail, sezione alessandrina dell’Ail, perché la festa della città passa anche dal solidale.

Il gadget identificatore di quest’anno sarà una spilla, che sarà anche il distintivo di chi partecipa al Concorso.

Scattando una foto dove al 31 si festeggerà il Capodanno, pubblicandola su Instagram con l’hashtag #capodannoalessandrino potrà partecipare al contest e vincere premi.

Lo studio Dentistico del Dottor Marcello Canestri, premierà il sorriso più bello, nuova presenza della Concessionaria Resicar, confermato il patrocinio del Comune di Alessandria.

Vari i programmi gastronomici e di spettacolo, presente il Gruppo dei Cantastorie, numerose le sorprese, tra cui l’arrivo alla mezzanotte di un interprete della Passione.

Quindi, vestiamoci di rosso e… cin-cin….Alessandria!

Daniela Balestrero
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina