Home | Sport | Sardigliano Calcio, segnali di ripresa

Domenica il primo punto stagionale per i "Celtics"

Sardigliano Calcio, segnali di ripresa

 Potevano essere tre punti, alla fine ne arriva solo uno; la sfida tra Sardigliano e Piemonte, entrambe a quota zero, non passerà certo alla storia come una di quelle partite epiche ma ha comunque regalato contrasti, emozioni e la giusta dose di cattiveria sportiva che contraddistingue la terza categoria.

Mister Talarico schiera una difesa a quattro con Cabella-Viotti centrali, Caruso e Davide Daglio laterali, a centrocampo Margutti e Bariani sono in mezzo, Mainardi e Giavotto sulla fascia, a Bettonte il compito di sostenere Trovato in attacco; nel primo tempo le emozioni le crea il Sardigliano con la punizione di Davide Daglio che Costa devia in corner, poi Caruso al volo spedisce sul fondo; il Piemonte cerca di arginare i “celtics” e ci riesce ma non crea occasioni, Ursida per i primi quarantacinque minuti è spettatore non pagante: sul finire della frazione un tiro di Bettonte termina sul fondo.

Nella ripresa subito l’occasione per il vantaggio, forse la piu’ limpida del match: Trovato vince un rimpallo in area e calcia, Costa si oppone con i piedi; come possesso palla e pericolosità il Sardigliano è superiore, manca l’acuto finale, ci provano in ordine di tempo Viotti, Trovato e Davide Daglio, il risultato è sempre lo stesso, fuori di poco.

Il Piemonte sonnecchia ma, in pieno recupero, prova il colpaccio con Zanardi, bravo Ursida a farsi trovare pronto; lo 0-0 finale soddisfa gli ospiti, arrivati a Paderna rimaneggiati e con una panchina corta, per il Sardigliano due punti persi anche se c’è la consapevolezza della mancanza di un bomber di razza; in tre gare solo una rete, troppo poco anche se nelle prime due gare gli avversari erano Novese e Valmadonna, a punteggio pieno in classifica.

Manca un bomber di razza ma sembra risolto il problema dell’uomo d’ordine: Bettonte sembra coprire questa assenza, ha personalità e visione di gioco, un utile segnale per la trasferta di sabato a Sale.

Nel post-partita spazio ai commenti a partire da Davide Daglio:”Occasione sprecata, dovevamo vincere, col Sale vogliamo giocarcela anche se conosciamo la loro potenzialità”.

Alessio Trovato, sua l’occasione migliore per regalare i tre punti ai suoi:”Io vedo il bicchiere mezzo pieno, rispetto alle gare precedenti ci stiamo aiutando e chi è entrato ha fatto il suo; stiamo crescendo e sabato a Sale non partiamo sconfitti”.

Aaron Poggio, entrato nella ripresa:” Era una gara da vincere, ci è mancato l’acuto finale; con il Sale sarà dura ma noi venderemo cara la pelle; rispetto allo scorso anno la qualità della categoria è piu’ alta”.

Marco Fossati, presidente:” Bicchiere mezzo pieno, abbiamo fatto passi in avanti nel gioco; la trasferta di Sale?; servirà umiltà da parte di tutti”.

Per il Piemonte parla il presidente Costa Serio:” Per come è andata ci sta il pari, noi siamo una squadra nuova e con quasi tutti giovani, ci vuole tempo per trovare amalgama e meccanismi; vogliamo fare un buon campionato e questo punto ci da morale”.

Sardigliano: Ursida, Caruso, D. Daglio, Cabella, Viotti, Margutti, Giavotto(Ricci), Bariani(Poggio), Trovato, Bettonte, Mainardi(R. Daglio)

Piemonte:Costa, Chivetto, Ciompi, Victor(Mattiello), Guareschi, Pecoraro, S. Cadau(Lo Cascio), Y. Cadau, Sciacca, Misbah, Zanardi

Arbitro: Guerra di Novi Ligure

Note: giornata serena ma ventilata, ammoniti Misbah, Trovato, angoli 6-2

GRAZIE AMICO: Bettonte: è il faro a centrocampo, sa a chi dare palla e propone azioni pericolose.

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina