Home | Magazine | Volpedo dialoga l’arte contemporanea alla IX Biennale che si chiude domenica

Sabato si parla di arte contemporanea con Giorgio Bonomi e Aurora Scotti e i pifferi delle 4 Province + salame e vino! Domenica cori gospel di musica pop

Volpedo dialoga l’arte contemporanea alla IX Biennale che si chiude domenica

Doppia festa di chiusura a Volpedo per la conclusione delle iniziative di “Pellizza 2017” – IX edizione della biennale d’arte, cultura e spettacolo.

Sabato 14 ottobre, dalle ore 16.00, piazza Quarto Stato e piazzetta degli Emigranti

Pigi Pernigotti e Aurelia Scotti al mulinetto, oggi cronacaIl pomeriggio ruota attorno al Museo didattico, dove vengono presentati ulteriori contenuti multimediali del rinnovato allestimento. La presentazione sarà accompagnata, nell’attigua piazzetta degli emigranti, dalle musiche e dalle danze delle Quattro Province, con Claudio Cacco al piffero e Nora Cosmelli alla fisarmonica. Non mancheranno pane, salame e un po’ di vino per fare insieme una piccola festa prima della chiusura di Pellizza 2017.

A seguire, dalle ore 17.30, Museo didattico

Dialogo sull’arte contemporanea, con il critico d’arte Giorgio Bonomi e con Aurora Scotti, presidente dell’Associazione Pellizza. L’incontro volpedese è l’occasione per un confronto in dialogo tra il linguaggio e la prospettiva ottocentesca e quella contemporanea nell’elaborazione che l’artista fa di sé e del proprio corpo. Lo spunto di partenza è il volume L’autoscatto nella fotografia contemporanea ultimo libro curato da Giorgio Bonomi e secondo volume de Il corpo solitario, che segna la conclusione della ricerca più che decennale dell’autore su questa tematica.

Domenica 15 ottobre, alle ore 21.00, Società operaia

pellizza occhi in primo pianoConcerto del gruppo “Cantachiaro”, musica dal pop al gospel. I “Cantachiaro” sono composti da due voci maschili e cinque femminili, e il loro repertorio varia da brani di musica leggera, contemporanei e del passato. In scaletta omaggi ai grandi nomi della musica leggera italiana, da Mogol, a Battisti e Celentano, a Massimo Ranieri e ai Pooh e alcune incursioni nel gospel con brani tratti da colonne sonore di film. Il concerto conclusivo congeda le iniziative della IX edizione della  biennale, dando a tutti appuntamento alle celebrazioni per il 150° della nascita di Pellizza, previste per il prossimo anno 2018.

Foto: Oggi Cronaca, Pellizza.it

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina