Home | Sport | Luisetto punisce un Sardigliano confuso

Domenica contro il Tiger Novi sarà vietato sbagliare

Luisetto punisce un Sardigliano confuso

Nell’anticipo della quarta giornata il Sardigliano esce dal campo di Sale con le idee poco chiare; l’assenza di un bomber di razza e i nuovi infortuni di Rabbia e Giavotto coincidono con un’altra sconfitta, unita anche dal nervosismo del dopogara tra i biancoverdi.

Nel primo tempo il Sale colpisce al primo affondo con Luisetto, bravo a insaccare un suggerimento di Cristian Castini; il Sardigliano perde quasi subito Rabbia (per lui stiramento) e così Mainardi deve arretrare a fare il terzino con ottimi risultati; lo stesso Luisetto e, piu’ tardi, Famarà, cercano il raddoppio ma la palla termina sul fondo.

Nella ripresa il Sardigliano è piu’ propositivo con il neo entrato Ricci che si sbatte su tutti i fronti ma il pallonetto di Luisetto, dopo quattordici minuti, è una mazzata terribile: la sfera si deposita in rete nonostante il tentativo di Cabella; Ursida è super su conclusione di Famarà e quando Bettonte accorcia per gli ospiti si fa luce la speranza di un pari; la pochezza del Sardigliano però è l’assenza di un finalizzatore che spediscala pallain rete e così, al triplice fischio finale, i tre punti vanno ai ragazzidimister Clementini.

Nel dopopartita spazio ai commenti a cominciare dal presidente Marco Fossati: ”Una sconfitta che ci fa male, il Sale ha fatto lasua partita ma noi potevamo uscire con un pareggio; stiamo acquisendo carattere e domenica, contro il Tiger Novi, voglio i tre punti”.

Giacomo Rabbia è uscito troppo presto dalla sfida, un altro stop che non ci voleva: ”Nel complesso è stata una garaconfusionaria, potevamo fare almeno un punto; la sfida con il Tiger?; inutile dirlo, dobbiamo vincere”.

Davide Mainardi ha trovato un altro ruolo e potrebbe essere una pedina importante per lo scacchiere di mister Talarico: ”Veramente il mio vero ruolo è piu’ avanti ma se dite che ho giocato bene anche come terzino..”.

Lo stesso Mainardi poi ci parla della gara: ”Primo tempo dove abbiamo giocato bene a tratti, ripresa onestamente difficile, abbiamo un problema di carattere ma non possiamo stare qui a riflettere troppo perché domenica o vinciamo o è crisi”.

Per il Sale ecco mister Clementini che ha dovuto assistere allas vittoria deisuopi ragazzi da bordocampo: ”Bene i primi quindici minuti poi abbiamo faticato troppo; come alibi dico che avevamo sei giocatori fuori ma se vogliamo i play-off queste gare le vinci senza fatica”.

Sale: Ferrari, S. Crivelli, Valente(Gervasutti), Khoune, Lardo, Laghnane, Famara’(Odino), M. Castini, Zito, Luisetto, C. Castini

Sardigliano: Ursida, Caruso, Rabbia(Castellazzi), Margutti, Viotti, Cabella, Giavotto(Ricci), Bariani(Diakhitè), Trovato, Bettonte, Mainardi

Arbitro: Berto di Novi ligure

Reti: 9, 59 Luisetto, 71 Bettonte

GRAZIE AMICO: Mainardi: prende il posto di Rabbia in difesa e non perde un contrasto; sacrificio e spirito di adattamento, caratteristiche che oggi mancano in troppi ragazzi che si credono fenomeni.

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina