Home | Sport | Il Lerma passeggia su un Sardigliano decimato

Ovadesi al terzo posto, biancoverdi propositivi

Il Lerma passeggia su un Sardigliano decimato

 Come si legge la sfida tra Lerma e Sardigliano? semplice, i padroni di casa vanno a mille e hanno una rosa integra, nel Sardigliano mancavano tredici (capito bene, tredici) giocatori; in campo sono scesi due giocatori dell’amatori, Ferrari e Fossati, e tre dirigenti, Losio, Tagliafico e Scianca.

Ziliani (ri)prende il ruolo di tecnico e schiera una formazione con una difesa a quattro, con Repetti-Cabella centrali e sulle fasce Diakhitè e Longobardi, Poggio fa da schermo alla pirlo, in avanti Scianca è coadiuvato da Dieye e Riccardo Daglio; nemmeno un giro di lancette ed ecco il vantaggio del Lerma, a firmarlo è Scatilazzo dopoun cross di Ciriello; il Sardigliano è colpito a freddo, ci prova ancora Scatilazo su punizione ma la palla termina sul fondo; al quarto d’ora ecco il 2-0, da circa venti metri un esterno sinistro di Priano si insacca proprio nell’angolino alto, manco ci avesse provato.

Il Sardigliano prova una reazione e Scianca, insieme a Dieye, cerca di creare scompiglio nella difesa biancorossa ma senza fortuna; il rigore trasformato da Amellal al 34 onestamente nessuno lo ha capito, nemmeno i giocatori del Lerma che ringraziano e si portano sul triplo vantaggio, ricordiamo al direttore di gara, signor Daci di Alessandria, che se la palla colpisce prima la gamba e poi la mano non è fallo volontario.

Nella ripresa il ritmo non è certo lo stesso del primo tempo, il Lerma gestisce il vantaggio, colpisce anche un palo con Balostro ma il Sardigliano scende in campo caparbio e Diakhitè, su diagonale, sfiora il gol; poco dopo Bettonte, ben servito da Longobardi, manda la palla sul fondo da ottima posizione; i vari Losio, Tagliafico, Fossati e Repetti, ci mettono anima e cuore per cercare almeno il gol della bandiera; il poker è servito a tre minuti dal termine, ancora Priano su cross di Scatilazzo.

Nel dopo gara spazio ai commenti a cominciare dal presidente del Sardigliano, Marco Fossati:” Nella ripresa mi è piaciuta la reazione, la voglia di battersi, ci siamo presentati decimati e credo che qualunque squadra non potesse fare meglio nella stessa situazione”.

Domenica arriva a Paderna la Boschese, capolista insieme alla Novese:” Sarà una gara difficile ma recupereremo cinque-sei giocatori, vogliamo muovere la classifica”.

Mister Ziliani vede il bicchiere mezzo pieno:” A parte il primo gol che mi ha fatto davvero arrabbiare ho visto in campo una squadra che è passata da un atteggiamento di paura e remissivo ad aiutarsi l’un l’altro; eravamo in super emergenza e la sconfitta non è in discussione, io parlo di un gruppo che ha ritrovato lo spirito e non il nervosismo degli ultimi tempi; la strada è quella giusta, con la Boschese recupererò dei giocatori ma quello che mi importa è l’atteggiamento positivo che ho visto in campo; sono scesi in campo tre dirigenti e due ragazzi degli amatori, questo è spirito di sacrificio”.

Alessandro Scianca ha provato la via del gol senza riuscirci ma ha comunque disputato una partita gagliarda:” Abbiamo fatto una partita dignitosa, abbiamo tenuto bene il campo e nella ripresa potevamo segnare; non mi alleno da tanto tempo ma sono sceso lo stesso in campo perché ho a cuore questi colori; la Boschese?; è forte, lo dicono i numeri ma se giochi col cuore e spirito di squadra niente è impossibile”.

Per il Lerma parla mister Marco Albertelli:” Oggi la gara si è subito messa bene, avevamo bisogno di questa vittoria dopo due risultati non brillanti; l’obiettivo è entrare nei play-off, ci sono quattro-cinque squadre che possono vincere il campionato; ora c’è il Sale, inutile dirlo, andiamo per vincere”.

TABELLINO:

Lerma: Zimbalatti(Accolti), Priano, Marchelli(Balostro), Sciutto, Barile(Icardi), Scapolan, Ciriello(Pesce), Bono, Amellal(Lerma), Scatilazzo, Tortarolo

Sardigliano: Fodde, Diakhitè, Longobardi, Ferrari(Losio), Repetti, Cabella, Dieye, Poggio, Scianca(Rossi), Bettonte(Fossati), R. Daglio(Tagliafico)

Arbitro: Daci di Alessandria

Reti: 1 Scatilazzo, 15,87 Priano, 34 Amellal (pen)

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina