Home | Sport | Sardigliano che leoni, Boschese che brivido

A Paderna una partita equilibrata

Sardigliano che leoni, Boschese che brivido

 Poche squadre escono dal proprio campo di gioco tra gli applausi del pubblico dopo uno 0-3 , il Sardigliano è una di queste ed il motivo è molto semplice, ha giocato da grande contro la capolista Boschese e solo gli episodi l’hanno condannato.

Mister Ziliani propone, al suo debutto casalingo, una formazione molto interessante, un inedito 4-3-3 con Repetti e Cabella centrali difensivi, Longobardi e Viotti laterali, come schermo davanti alla difesa Bariani, Bettonte e Margutti a centrocampo per innescare le punte Dieye (centralmente), Diakhate e Castellazzi (lateralmente); parte forte il Sardigliano, spiazzando pubblico ma soprattutto avversario; Diakhate di testa spedisce a lato da ottima posizione, Castellazzi e Dieye tengono in apprensione la difesa ospite, Bariani è un ottimo filtro e Bettonte regala giocate intelligenti e mai sprecate; la Bosches reagisce con un tiro di Lena, Fodde e traversa si oppongono, poi un tiro di Ferrando da fuori termina alto; a sei minuti dalla fine del primo tempo la doccia fredda: punizione di Meda, Fodde ha il sole in faccia, la palla prende una strana traiettoria e termina in rete; per il Sardigliano è un colpo duro ma poco dopo Bettonte deve uscire per infortunio e, senza l’uomo d’ordine, la risalita appare ardua.

Nella ripresa ecco subito il raddoppio della Boschese, a realizzarlo è Lena che approfitta di un errore e, giunto al limite dell’area, lascia partire un tiro preciso nell’angolino basso; la reazione del Sardigliano coincide con un tiro di Castellazzi, alto e di una bella conclusione di Diakhare messa in angolo da Lessio; lo 0-3 arriva ancora da una punizione, anche qui Laguzzi calcia di precisione e per Fodde non c’è nulla da fare; per la Boschese è vertice della classifica, in solitaria, visto il nulla di fatto tra Novese e Pizzeria Muchacha, per il Sardigliano un altro 0-3, il terzo casalingo dopo Valmadonna e derby con lo Stazzano; la cosa che però preoccupa di piu’ è l’astinenza da gol che è arrivata a 354 minuti, l’ultima marcatura risale al 29 ottobre a Villaromagnano.

Sardigliano: Fodde, Viotti, Longobardi(Bianco), Bariani(Rossi), Repetti, Cabella, Diakhate, Margutti, Dieye, Bettonte(Ricci), Castellazzi

Boschese: Lessio, Capilli(Noto), Lumia(De Bernardi), Ferrando, Bianchi, Meda, Cuomo, S. Falciani(Laguzzi), A. Falciani,Lena, Varvaro(Schiera)

Arbitro: Gaina di Alessandria

Reti: 39 Meda, 47 Lena, 79 Laguzzi

Grazie amico: Diakhate: a Castelletto d’Orba, in versione difensore, aveva fatto una buona gara, con la Boschese si conferma ma da esterno d’attacco; con il connazionale Dieye ottima intesa

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina