Home | Territorio | Co-design applicato al turismo, Informazione&Comunicazione Progettazione del Monferrato

Continuano gli incontri organizzati da Confagricoltura e Agritrust Piemonte per lo sviluppo del Monferrato

Co-design applicato al turismo, Informazione&Comunicazione Progettazione del Monferrato

 Un 2018 che si apre all’insegna del Monferrato con una giornata formativa per il mondo della comunicazione e della progettazione. Continua così il progetto di confronto e formazione per lo sviluppo del Monferrato, voluto e realizzato da Agriturist Piemonte e Confagricoltura Asti in collaborazione con IsITT – Istituto Italiano Turismo per Tutti.

<<Dopo il successo dell’estate 2017 anche queste vacanze invernali stanno decretando unsuccesso sempre maggiore per gli Agriturismi. Non si tratta, quindi, più di un fenomeno o di una moda, ma di un settore fondamentale per il turismo italiano.>> così Fiorella Riminato direttore di Agriturist Piemonte <<anche in Piemonte, e soprattutto in Monferrato, si sta lavorando per alzare sempre più gli standard di qualità, lavorare in rete e aumentare i giorni di permanenza sul territorio>>.

Il progetto iniziato nel 2017 ha nel titolo “Strategie di Co-design per lo sviluppo del Monferrato” l’obiettivo stesso che persegue ovvero progettare le future strategie mettendo al centro di ogni scelta la “persona”. <<Il co-design è un processo utilizzato nell’industria ma sempre più spesso applicato al turismo>> cosi Giovanni Ferrero Consigliere di IsITT <<favorire e migliorare l’accessibilità dei servizi turistici obbliga ad alzare gli standard qualitativi e prepararsi a rispondere alla domanda di turisti sempre più consapevoli e quindi anche più esigenti. Questo sarà il futuro dei prossimi anni. Il Monferrato sta lavorando molto in questa direzione e diventerà presto un modello.>>.

Dopo un primo appuntamento che si è tenuto nel mese di novembre ad Alessandria ora è la volta di Asti. Martedì 16 gennaio dalle ore 9 si terrà in Asti un incontro formativo inserito nell’ambito della Misura 1 del PSR rivolto al mondo del “Biologico oggi” curato daConfagricoltura Asti e con il patrocinio del Collegio Interprovinciale Periti Agrari AL-AT-CN-TO mentre venerdì 19 gennaio a partire dalle 14,30 l’attenzione si sposterà in Camera diCommercio per affrontare un tema molto delicato ovvero la differenza tra informazione ecomunicazione quando si parla di turismo e il tema della progettazione che sempre più deve essere in sintonia con il paesaggio, tanto più se come il Monferrato è stato riconosciuto Patrimonio Mondiale dall’Unesco.

A relazionare saranno presenti professionisti della comunicazione e dell’informazione, esperti di turismo, di architettura del paesaggio e della progettazione: Carlo Cerrato, giornalista, Alessandro Ubertis AD della Carmi-Ubertis, Andrea Cerrato Presidente di Sistema Monferrato, Cristina Amenta Architetto specializzato nell’accessibilità, Ferruccio Capitani, Simona Straforini e Alessandra Aires Architetti Paesaggisti dell’Associazione Italiana Architettura del Paesaggio.

Seguiranno Case history dedicate al fenomeno del Prosecco (con il Presidente Ludovico Giustiniani di Confagricoltura Veneto) e a quello dell’Asti Secco (con il Direttore Giorgio Bosticco del Consorzio Asti docg), al Parco La Court (con Laura Botto Chiarlo), al progetto “dalla Transiberiana alla Cantalupo” (con l’Architetto Marco Minari).

Il forum gode del patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Asti e dell’AIAPP- Associazione Italiana Architettura del Paesaggio e vale per l’ottenimento dei crediti formativi per giornalisti e architetti. L’incontro è aperto al pubblico. Per informazioni segreteria@isitt.it.

Ufficio Stampa Confagricoltura
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina