Home | Sport | Novese Femminile, si è dimesso l’allenatore Fossati

La squadra affidata al vice Giovannetti

Novese Femminile, si è dimesso l’allenatore Fossati

 A inizio settimana si è dimesso ufficialmente Maurizio Fossati, allenatore della Novese Femminile. Le dimissioni, irrevocabili, sono avvenute dopo la sconfitta in quel di Sori contro il Ligorna. Riguardo alle motivazioni Fossati ha puntato il dito contro il clima che si stava vivendo all’interno dello spogliatoio «le giocatrici hanno deciso loro cosa fare – ha ribadito Fossati – vogliono dirigere loro? Bene lo facciano!».

Parole molto dure quelle dell’ex allenatore della Novese, che, comunque, resterà a lavorare per il settore giovanile.

Il presidente della Novese Femminile, Davide Saccone ha detto che «purtroppo il rapporto tra l’allenatore e le giocatrici era da tempo incrinato – ha fatto presente Saccone – sono molto dispiaciuto e mi assumo la responsabilità di quello che è successo».

Non è ancora stato comunicato il nome del successore di Fossati alla guida della panchina biancoblù. Per la trasferta di Torino la squadra verrà affidata al viceallenatore Giovannetti.

Fossati aveva preso in mano la squadra nel 2013, trasferendola da Acqui Terme a Novi Ligure e, lo scorso anno ha sfiorato la promozione nalla massima serie.

Il rapporto tra allenatore e giocatrici è stato condizionato sicuramente anche da un rendimento non all’altezza rispetto alla scorsa stagione (la Novese è attualmente al quinto posto in classifica appaiata con il Ligorna a 25 punti) e, soprattutto durante il campionato è mancato quell’entusiasmo che si vedeva invece nella scorsa stagione.

L’ex allenatore della Novese aveva spiegato che allenare una compagine femminile è completamente diverso da allenarne una maschile «dialogare con le giocatrici necessita di maggiore tatto e diplomazia».

G.P.M.
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina