Home | Magazine | Salviamo l’Erboristeria e gli Erboristi

Un mestiere storico rischia di scomparire a causa di un pasticcio legislativo

Salviamo l’Erboristeria e gli Erboristi

 Per un “pasticcio legislativo” la figura dell’erborista rischia di scomparire. Il governo, volendo rivedere la legislazione della coltivazione delle piante officinali, ha proposto l’abrogazione di una legge del 1931 che è, purtroppo, l’unica base giuridica su cui si basa la figura professionale dell’erborista.

Se questa legge venisse abrogata sarebbero a rischio il patrimonio erboristico italiano, la salute dei consumatori e, non ultimo, il futuro di migliaia di erboristi (diplomati o laureati) e dei laboratori erboristici.

Quello che possiamo fare oggi è firmare le petizioni online, passare parola e, se possibile, contattare quotidiani, associazioni dei consumatori e chiedere alle realtà politiche territoriali e nazionali (che ci rappresentano) di riportare la nostra voce a chi di dovere (ad esempio il presidente della commissione agricoltura della Camera Luca Sani).

Petizioni Online:
https://firmiamo.it/giu-le-mani-dall-erboristeria
https://www.change.org/p/presidenza-del-consiglio-dei-ministri-salva-l-erborista

In questo momento le associazioni di categoria e culturali italiane stanno collaborando (UNERBE – confesercenti, FEI – confcommercio, Erboristi Mediterranei, ecc…), uniamoci a loro per tutelare la conoscenza e il sicuro impiego delle piante officinali onorando i nostri “nonni” e la ricerca scientifica che hanno unito i saperi per la nostra salute e quella delle generazioni a venire.

Marco Fossati
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina