Home | Entroterra Genovese | Campomorone, la mostra “I Giusti, gli eroi del silenzio”

In occasione della Giornata della Memoria

Campomorone, la mostra “I Giusti, gli eroi del silenzio”

ll Comune di Campomorone si unisce alle celebrazioni per la Giornata della Memoria, la giornata istitutita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per commemorare le vittime dell’Olocausto.

La data scelta, il 27 gennaio, è altamente significativa, in quanto il 27 gennaio del 1945 le forze alleate liberarono il campo di sterminio di Auschwitz in Polonia.

L’area Istruzione e Cultura del Comune di Campomorone propone alle scuole e alla cittadinanza la mostra “I Giusti, gli eroi del silenzio” che verrà inaugurata venerdì 26 alle ore 17:00 a Palazzo Balbi.

Si tratta di un’esposizione che celebra e ricorda coloro che rimasero per lungo tempo anonimi negli anni dele leggi razziali e delle deportazioni di massa nei campi nazisti, non esitando a mettere a repentaglio la loro vita e quella delle loro famiglie per salvare ebrei dalla deportazione. Tra di essi il campione di ciclismo Gino Bartali, Oskar Schindler, Giorgio Perlasca e gli abitanti del piccolo villaggio francese di Chambon sur Lignon.

La mostra rimarrà aperta fino al 10 febbraio dalle ore 16:00 alle ore 18:00 dal lunedì al sabato, con visite guidate su appuntamento per le scuole.

Lunedì 29 gennaio alle ore 10:00 e alle ore 12:00 presso il Cabannun lo spettacolo “Questo è stato”, una narrazione e letture sulla Shoah con accompagnamento musicale dal vivo di Dario Apicella.

Sempre da lunedì 29 presso la biblioteca Balbi sarà presente una mostra fotografica e letture in bliblioteca sul tema dell’Olocausto per le classi della scuola primaria su prenotazione. Per qualunque informazione si può contattare la biblioteca di Campomorone al numero 010-7224314 o tramite mail a biblioteca@comune.campomorone.ge.it

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina