Home | Valle Stura e Val d'Orba | Incidente A26, ripercussioni sulla strada del Turchino

Comune di Mele: "la SP 456 non è una strada adatta a questo genere di situazioni"

Incidente A26, ripercussioni sulla strada del Turchino

Maxi tamponamento questa mattina attorno alle ore 10:30 sull’autostrada A26 nel tratto tra Ovada e la diramazione con la A10,  pochi km dopo il casello di Masone in direzione Voltri.

Nell’incidente, avvenuto nei pressi della galleria Monacchi, sono rimasti coinvolti decine di veicoli e almeno due mezzi pesanti. La polizia stradale e le squadre di soccorso stanno intervenendo in queste ore per cercare di riportare la situazione alla normalità ma sembra che a causa delle numerose vetture coinvolte il tratto sarà riaperto soltanto attorno alle ore 15.

Al momento il bilancio provvisorio è di una persona deceduta, un ferito in condizioni critiche e altri 13 feriti lievi tra cui alcuni bambini.

Le cause dell’incidente sono al momento ancora da accertare anche se  sull’asfalto i soccorritori hanno trovato una consistente macchia di gasolio che potrebbe essere fuoriuscita da uno dei mezzi pesanti coinvolti ed aver provocato la sequenza di tamponamenti.

Sul posto  sono intervenute 4 automediche  ed 11 ambulanze (tra cui la Croce Bianca di Tiglieto) ed un elicottero dei vigili del fuoco che però è stato costretto ad atterrare nel porto Vte di Voltri a causa delle condizioni proibitive del tempo.

In questo momento i veicoli in direzione Voltri sono obbligati ad uscire al casello di Masone ed il traffico è stato deviato sulla provinciale 456 del Turchino.

A questo proposito il Comune di Mele ha emanato un comunicato in cui  spiega che “la strada provinciale del Turchino non è adatta per essere un percorso alternativo alla chiusura dell’autostrada A26 in quanto non consente lo smaltimento di un così ingente flusso di veicoli e mezzi pesanti”. Il Comune ha inoltre provveduto ad avvertire urgentemente la Prefettura, la Società Autostrade e la Polizia Stradale per predisporre un bypass del traffico nei pressi di Ovada per deviare il flusso veicolare sulla diramazione autostradale della A7 in modo da evitare ripercussioni sulla mobilità locale in Valle Stura e in direzione Voltri ma sembra che al momento non sia ancora stato effettuato.

Riproduzione riservata

 

Luca Serlenga
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina