Home | Sport | Novi Pallavolo, funziona la formula “usato sicuro”

"Angel" Prato e "Willy" Repetto nel 3 a 0 ad Albissola

Novi Pallavolo, funziona la formula “usato sicuro”

 Sarà stata l’aria di mare, sarà stato l’odore del basilico che da queste parti viene usato per delle trofie al pesto da urlo ma quando la Novi Pallavolo sbarca ad Albisola è sempre festa: contro l’ultima in classifica Albisola Volley mister Quagliozzi rispolvera dagli armadi Matteo Repetto (Willy) e lo schiera subito in campo assieme ad una nostra vecchia conoscenza, “Angel” Prato (titolare l’ultima volta proprio nella gara d’andata), subito in campo anche Semino, giornata di riposo (anche se poi sono entrati per brevi spezzoni di gara) per Corrozzatto e capitan Moro; il triplice 25-21 sancisce di fatto una gara mai in discussione e porta così i biancocelesti a soffiare sul collo di S. Anna Torino (sconfitta alla grande a Fossano) e Cuneo( presa a pallonate a Saronno); non era una gara così scontata ma in settimana mister Quagliozzi ha chiesto a tutta la squadra massima concentrazione perché le insidie sono sempre dietro l’angolo.

Nel dopogara ecco i commenti dei protagonisti a cominciare proprio da mister Salvatore Quagliozzi, un tecnico che lavora molto sull’aspetto psicologico:” Una sfida insidiosa che però abbiamo superato alla grande, nei fondamentali bene attacco difesa e ricezione; la cosa che mi ha fatto maggiormente piacere è stato il fatto che, cambiando palleggio ed opposto, il risultato è stato lo stesso, tre punti ed un gioco semplice ma efficace”.

Sabato (ore 18) c’è la sfida contro il Savigliano e mister Quagliozzi non dimentica l’andata:” Sia nella scorsa stagione che a ottobre a Savigliano abbiamo perso male, cercheremo i tre punti e di scrollarci di dosso proprio i cuneesi che sono diegtro di noi di tre lunghezze”

Per Enrico Zappavigna quella di Albisola non è stata una trasferta qualsiasi:” Per me è stato un dolce ritorno, la dirigenza ligure mi ha accolto bene, sulla gara posso dire che la vittoria è meritata, solo all’inizio loro ci hanno impensierito ma poi tutto è filato liscio; contro il Savigliano spero ci sia tanto pubblico, l’avversario è di quelli tosti ma noi ci faremo trovare pronti, in queste gare devi dare il massimo”.

Umberto Quaglieri, libero:” Molto bene l’approccio di Prato e di Matteo Repetto, fondamentali ok, sabato vogliamo rifarci della sconfitta nella gara d’andata; oggi potevamo incorrere in errori invece siamo stati sempre sul pezzo”

 Angelo Prato, l’”usato sicuro”, palleggiatore sopraffino anche se in questa stagione ha avuto pochi spazi:” Direi una buona gara, c’è stato lo spirito di squadra, lo spirito di un gruppo che non vuole mollare l’osso; giocare dall’inizio mi ha fatto piacere, l’ultima da titolare risale proprio alla gara d’andata; il Savigliano?; vogliamo i tre punti e ce li prenderemo”.

Per l’Albisola parla Luca Gobbi, libero ed ex Novi:” Questo campionato per noi è difficile, gli infortuni di Pecorari e Donati fin dall’inizio della stagione ci hanno condizionato il rendimento e la classifica, questa stagione però ci servirà da lezione per coltivare “campioncini” da mandare in campo; onoreremo fino alla fine il campionato”

Un altro ex novese, Mattia Repossi, commenta la gara:” Sconfitta che rispecchia i valori delle due squadre, il campionato è ormai compromesso ma stiamo tirando su delle giovani promesse; la trasferta di Saronno?; sulla carta sembra proibitiva ma c’è un proverbio che va ancora di moda, mai dire mai”

Così ad Albisola: Prato, Matteo Repetto, Zappavigna, Semino, Bettucchi, Guido, libero U. Quaglieri: utilizzati Corrozzatto, Moro, Romagnano

Classifica: Pallavolo Saronno 38, Cerealterra 33, Cuneo 30, S. Anna Torino 29, Novi Pallavolo 28, Savigliano 25, Volley Parella Torino 24, Garlasco 23, Malnate Va 20, Alba 19, Acqui 18, Fossano 15, Caronno Pertusella Va 11, Albisola Volley 2

 

 L’EDITORIALE: LA LUNGA TAVOLATA E LA SFERA DI QUAGLIOZZI

di Mario Bertuccio

 

E’ difficile capire cosa passa nella mente di mister Quagliozzi; il tecnico biancoceleste ha schierato contro l’Albisola una formazione inedita, con Prato in cabina di regia dopo tredici gare in panchina e ha rispolverato Matteo Repetto, e qui l’azzardo è stato maggiore in quanto non ci ricordiamo quando l’opposto di riserva abbia giocato la sua ultima gara da titolare (era entrato in campo dalla panchina il 17 dicembre 2016 contro il derelitto Hasta Asti); cambiando i giocatori comunque il risultato non è cambiato e adesso ci si prepara con grande concentrazione alla sfida di sabato contro il Savigliano.

Tra una pizza margherita, una ortolana, piatti di fritto misto e di trofie al pesto la tavolata post-partita assieme ai giocatori dell’Albisola ha ricordato gli addii al celibato di un tempo; i liguri, afflitti da infortuni e depressione tecnica, si rifanno con portate locali e invitano i novesi ad assaggiare quanto di buono abbia da offrire la loro regione.

Per una sera Savigliano puo’ aspettare, tra sms di aggiornamento sul telefonino di Quaglieri (la Roma giocava in serata) e i ricordi degli ex Gobbi e Repossi il tempo passa veloce ma in buona compagnia.

Mister Quagliozzi ha ritrovato in un colpo solo il quinto posto solitario (rafforzato) e due “usati sicuri” in Prato e Matteo Repetto, ora deve ritrovare i punti in casa (solo 12 sui 28 totali) e scavalcare S. Anna e Cuneo per poi braccare il Cerealterra.

 

 

 

 

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina