Home | Sport | Novi Pallavolo, aggancio al Sant’Anna

Novesi e torinesi al quarto posto (con vista Cerealterra)

Novi Pallavolo, aggancio al Sant’Anna

 Il “Palabarbagelata” comincia a fare effetto: nelle ultime due sfide prima Fossano e sabato S. Anna Torino (25-16, 25-15, 25-22) si sono dovete inchinare nel palasport novese che tanti punti ha reso nella scorsa stagione (31 contro i diciotto attuali).

Il quarto posto è stato agganciato, così come il S. Anna, formazione forte ma che nelle ultime gare è stata altalenante nei risultati; nei primi due set Moro e compagni si fanno valere, nella tecnica, nel cuore, nella voglia di artigliare ogni pallone; Corrozzatto è sempre piu’ un palleggiatore di qualità, Zappavigna si conferma top-player di spessore e argina gli attacchi torinesi, capitan Moro suona la carica e sforna numeri da giocatore di altro livello, Bettucchi è incisivo così come Guido, Semino si lascia trascinare dal “vis roboante” mentre Quaglieri vola a disinnescare palloni maligni.

Solo nel terzo set c’è piu’ equilibrio ma basta alzare il ritmo e i tre punti sono in cassaforte; nove punti nelle ultime tre sfide, una differenza-set di 9-0, una forma fisica ritrovata e sei gare ancora da vivere a cominciare dalla trasferta di Alba contro una formazione che ha giocato ben per nove volte al tie-break, quindi incline alle maratone.

A fine gara ecco i commenti a cominciare da Enrico Zappavigna, centrale:” Davvero una bella vittoria, in tutti i fondamentali siamo stati bravi, ora ci aspetta una trasferta difficile, Alba ha ottenuto tanti punti al tie-break”.

Davide Guido, banda:” Una gara perfetta, la paragonerei per certi versi a quella vinta contro il Cerealterra, ora andiamo ad Alba per recuperare i punti persi nella gara d’andata”

Andrea Bettucchi, banda:” Bravi e concentrati, questo il segreto; volevamo vincere giocando anche una bella pallavolo, e che bello quando al secondo set il pubblico ci ha applaudito così calorosamente…”.

Andrea Bettucchi e la trasferta di Alba:” Sarà una trasferta dura ma noi vogliamo crederci fino in fondo, stasera abbiamo giocato benissimo, se lo avessimo fatto anche in alcune gare nel girone d’andata ora dove saremmo?”.

 Mister Salvatore Quagliozzi in settimana aveva chiesto alla squadra una prova di carattere e l’hà ottenuta:” Le indicazioni tattiche sono state rispettate, durante il match ho cambiato le banda perché preferivo avere una maggior offensività in attacco; la classifica?; per ora non la guardo, prima della sosta pasquale c’è la trasferta di Alba e noi vogliamo continuare a fare punti, sappiamo che loro sono abituati alle maratone ma noi cercheremo di chiudere prima l’incontro”.

Per il S. Anna Torino parla il diesse Alessandro Gibellino:” Partita negativa nonostante un ottima ricezione, l’assenza di Ciavarella ha pesato sull’economia del match anche se Novi ha meritato di vincere”.

Ecco poi il tecnico, Lorenzo Simeon:” Peggior partita in attacco e miglior ricezione; durante la gara ho chiesto ai ragazzi di stare piu’ attaccati agli avversari come punteggio; l’attuale quarto posto per ora mi soddisfa ma il fatto è che siamo in sei squadre nello spazio di sei punti, basta poco per scivolare in ottava o nona posizione e noi non vogliamo rovinare un campionato finora positivo”.

Così contro il S. Anna: Corrozzatto, Moro, Semino, Zappavigna, Bettucchi, Guido, libero U. Quaglieri: utilizzati Volpara, Romagnano.

Classifica: Pallavolo Saronno 51, Cuneo 45, Cerealterra 42, Novi Pallavolo, S. Anna Torino 37, Volley Parella Torino 36, Savigliano 34, Garlasco 33, Alba 31, Malnate Va 23, Acqui 18, Fossano 16, Caronno Pertusella Va 11, Albisola Volley 6

L’EDITORIALE: TUTTO ANCORA INCERTO

di Mario Bertuccio

E’ il campionato dell’equilibrio; a parte Pallavolo Saronno che deve gestire 11 punti per centrare i play-off e l’Albisola che ha ritardato la retrocessione di qualche settimana, tutto è incerto; Cuneo non puo’ cullarsi nei sogni, Cerealterra e, piu’ dietro, Novi e S. Anna non molleranno l’osso; novesi e torinesi poi devono difendere la quarta posizione dall’assalto di Volley Parella, Savigliano e Garlasco; in coda il Malnate non è ancora salvo, Acqui e Fossano possono far scivolare i lombardi nel limbo dei play-out o nell’inferno della retrocessione diretta.

Mancano sei giornate, ci sono a disposizione diciotto punti, nessuna gara è scontata e ci sono ancora scontri diretti ad ogni livello; sabato, ad esempio, si scontreranno due squadre, Alba e Novi, che sono tra le piu’ in forma del momento, a chi resterà l’uovo indigesto?.

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina