Home | Acqui | Novi Ligure ed Acqui Terme, ordinate le chiusure di due bar

Due importanti operazioni della Questura di Alessandria

Novi Ligure ed Acqui Terme, ordinate le chiusure di due bar

 A Novi Ligure il 28 Marzo ultimo scorso gli agenti della Polizia di Stato, e precisamente il personale della Squadra Amministrativa della Divisione P.A.S.I., con il rinforzo dei Carabinieri di Novi Ligure, ha notificato al titolare del locale del “Bar Peter Pan”, il cui dehors si affaccia sul centralissimo viale Saffi, meglio noto come la “passeggiata” dei novesi, il decreto del Questore di Alessandria che dispone la chiusura del locale per 10 giorni, ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza.

In occasione di diversi interventi eseguiti dal personale del locale Comando dei Carabinieri, è stata accertata la costante presenza, all’interno di questo bar, di numerosi pregiudicati per diverse tipologie di reati sia contro la persona e il patrimonio che inerenti alla normativa sugli stupefacenti.

Molteplici sono state le segnalazioni di liti per futili motivi, anche con la presenza di feriti sia all’interno che nella zona dehor del locale stesso, pertanto tale provvedimento si è reso necessario al fine di prevenire l’abituale ritrovo di pluripregiudicati in tale contesto urbano, anche a tutela dei residenti e degli altri esercizi pubblici operanti nella zona circostante.

Anche ad Acqui Terme la Polizia di Stato il 30 Marzo ha condotto, sempre con l’ausilio dei Carabinieri del locale comando stazione, ha condotto un’analoga operazione nei confronti del titolare del “Bar Columbia”, di via Garibaldi, chiudendo, su decreto del Questore di Alessandria, il locale per 10 giorni.


Tale provvedimento si è reso necessari in seguito a diversi interventi effettuati dai Carabinieri, a causa dei frequenti, violenti alterchi, avvenuti all’interno del citato esercizio tra il mese di luglio 2017 e lo scorso mese di febbraio, che, in alcune occasioni, sono sfociati in aggressioni fisiche per le quali è stato necessario ricorrere a cure mediche.
All’inizio dello scorso mese di marzo, inoltre, i militari del citato Comando sono intervenuti nel bar in questione per prestare ausilio al personale del “118” impegnato a soccorrere alcuni adolescenti, uno dei quali minorenne, in stato di ubriachezza a seguito dell’assunzione di superalcolici consumati all’interno del citato locale.


In considerazione della diminuita percezione di sicurezza registratasi nella cittadinanza, in particolare in coloro che risiedono nella zona ove ha sede il suddetto bar, e al fine di impedire il reiterarsi di simili episodi, la Questura di Alessandria ha ritenuto necessario sospendere temporaneamente il prosieguo dell’attività dell’esercizio, a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

 

Valentina Ferrareis
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina