Home | Genova | Euroflora trasforma i parchi tra magia, profumi e colori

Nuova vesti e nuovi spazi per l'evento dedicato ai fiori e alle piante a Genova

Euroflora trasforma i parchi tra magia, profumi e colori

 Dopo sette anni d’attesa, invece dei soliti cinque delle edizioni passate, ecco avvicinarsi la data di apertura dell’Euroflora 2018 che per l’occasione cambia location, lasciando la zona Fiera di Genova presentandosi in tutta la sua maestosità nell’inedito scenario dei Parchi di Nervi.

Data di apertura dal 21 aprile al 6 maggio: la Natura si svelerà nel suo habitat, all’aperto, tra il verde dei prati e degli alberi centenari, tra la collina e il mare, dove comincia la Riviera di Levante, nella dimora dei Parchi ottocenteschi di Nervi.

Villa Gropallo, Villa Saluzzo Serra, Villa Grimaldi-Fassio, offriranno gli spazi e le scenografie floreali per 8 mila metri quadrati, dove è prevista la presenza di 500 mila fiori diversi.

Fuoco, Acqua, Terra e Aria, i quattro elementi prenderanno “vita” attraverso suggestive realizzazioni, come la “Red Wave” lunghe fiamme di margherite rosse che raggiungeranno la sommità del grande prato dedicate al fuoco, il Lago delle Ninfee che accoglie i riflessi del paesaggio e del cielo dedicato all’acqua, le Germinazioni con sequenze di quinte vegetali, pareti verdi con l’installazione scultorea di peperoncini rossi in bronzo e resina che rappresentano la Terra e il Labirinto dedicato all’aria lungo 200 metri e alto 180 centimetri dove sarà sospeso un bouquet di papaveri: tutti lungo il percorso principale.

Sullo sfondo il mare.

All’interno dei Parchi la presenza di un importante complesso museale, la Gam-Galleria d’Arte Moderna, le Raccolte Frugone, e la Wolfsoniana con i celebri lavori Novecenteschi.

Innumerevoli le presenze e le collaborazioni di aziende italiane ed estere, per l’occasione un’aiuola sarà firmata dall’intero Corpo Consolare di Genova, in rappresentanza dei vari Paesi.

 Tra le partecipazioni straniere, la Spagna , la Francia, gli Stati Uniti e Taiwan.

Ospite d’onore di Euroflora 2018 sarà Pechino 2019, l’esposizione internazionale di orticoltura, cui sarà dedicato uno spazio particolare all’ingresso della manifestazione: quella di Genova sarà la prima presentazione Ufficiale in Italia.

Altra gemma di Villa Grimaldi -Fassio, ci immerge nell’oriente con i bonsai, boschi in miniatura con alberi provenienti dal sud-est asiatico e dalla stessa Liguria.

L‘”arte della coltivazione in vassoio”, che racchiude il significato della parola bonsai, è un modo antico e paziente di avvicinare la natura e i segreti degli alberi “mignon”tramandati dalla storia di monaci buddisti cinesi che diffusero l’arte in Giappone e in varie zone dell’Asia fin dal 600 D.C., giunta in Europa solo alla fine dell’Ottocento.

Pini, abeti, olmi, aceri saranno i protagonisti dell’angolo zen di Euroflora con bonsai dalle diverse dimensioni ed età che passando per le sapienti mani degli esperti diventano delle vere e proprie sculture viventi.

Euroflora rappresenta un’esperienza unica capace di trasportare i visitatori in un mondo magico e sorprendente che non sempre le parole possono descrivere al meglio, un fascino particolare dove è possibile “respirare” la bellezza, assaporare profumi e colori che si diffondono nei territori circostanti coinvolti in numerosi eventi e manifestazioni.

Daniela Balestrero
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina