Home | Sport | Sardigliano, orgoglio e gemellaggio

Sconfitta a testa alta a Bosco Marengo, ora il match verità con l'Audax

Sardigliano, orgoglio e gemellaggio

 Prendere tre gol e gemellarsi con gli avversari di turno; non capita tutti i giorni e c’è voluto il capo ultras Ursida, squalificato, per siglare l’accordo al comunale di Bosco Marengo.

In campo invece troviamo un Sardigliano che, oltre ai due portieri (Ursida e Fodde) è privo di Cristian Ricci, Mainardi, Caruso, Bianco, un Sardigliano che mette in porta Scianca e che propone fin dall’inizio Riccardo Daglio con una panchina molto corta; parte bene la Boschese, con Busatto che, su cross di Lena, trova subito l’1-0 ma poi controlla il match e non lo chiude; il Sardigliano, guidato da Bettonte, non ha paura e potrebbe pareggiare con Diakhatè: lancio in verticale da campione di Gazzaniga, il senegalese si trova davanti a Lessio ma perde una frazione di tempo in piu’ e il suo tiro viene contrastato da Noto in corner.

Nella ripresa la Boschese, conscia di sottovalutare il match, è piu’ propositiva ma è Bettonte che per poco non trova il pari; il raddoppio di Guazzone mette i tre punti in ghiaccio, poi Scianca si oppone alla grande su tiro di Lena; lo stesso Lena firma il tris nel recupero.

Per la Boschese missione compiuta anche se forse i biancoverdi locali pensavano di vincere piu’ agevolmente, per il Sardigliano quella che si prospetta sarà una settimana cruciale che culminerà con la sfida di Paderna contro l’Audax Orione; sette punti è il distacco dai tortonesi, solo con una vittoria l’undicesimo posto è ancora possibile e c’è da vendicare l’1-4 di Tortona del 26 novembre.

QUI BOSCHESE: “ PER LA PROMOZIONE CI SIAMO ANCHE NOI”

Mister Pier Giorgio Corrado è soddisfatto ma forse voleva chiudere i conti prima:” Onestamente debbo dire che è stata una vittoria piu’ sofferta del previsto, uno poi legge 3-0 e pensa che sia filato tutto liscio ma non è stato così, nel primo tempo il Sardigliano poteva pareggiare e non avrebbe rubato nulla”.

La corsa alla promozione diretta ora vede anche la Boschese:” Tre squadre nel giro di quattro punti, il calendario non proporrà piu’ gare dirette ma sfide insidiose, il pallino in mano però ce l’hà sempre la Novese, se le vince tutte..”

 QUI SARDIGLIANO:” CON L’AUDAX CI GIOCHIAMO UNA STAGIONE”

Marco Repetti esce stremato, il caldo di Bosco Marengo non perdona:” Ma la nostra prestazione è stata piu’ che positiva, abbiamo avuto nel primo tempo l’occasione per il pareggio, peccato; con l’Audax Orione ci giochiamo l’undicesimo posto, è la partita che vale una stagione, invito quindi il pubblico fin da ora a venire numeroso per stare vicino a noi”

Roberto Bariani analizza il match:” E’ stata una gara tosta, eravamo rimaneggiati ma in campo abbiamo dato tutto e usciamo da Bosco a testa alta; sulla gara con l’Audax inutile dirlo, ce la giocheremo con il coltello tra i denti, vogliamo superarli in classifica e l’unico modo è vincere tutte le quattro partite che ci rimangono”.

Lorenzo Viotti esce dal campo stremato:” Pur decimati abbiamo tenuto bene il campo, non so se loro ci hanno sottovalutati ma nel primo tempo abbiamo creato piu’ noi di loro e se Diakhitè segna…”.

Viotti e il gemellaggio con la Boschese:” Speriamo che salgano loro, noi dobbiamo prepararci alla gara con l’Audax, se vinciamo domenica li prendiamo a fine stagione”

BOSCHESE: Lessio, Noto, Capilli(Schiera), Meda, Bianchi(Minea), Lumia(Cuomo), Milazzo(Guazzone), S. Falciani, A. Falciani(Laguzzi), Lena, Busatto

SARDIGLIANO: Scianca, Viotti, Longobardi(M. Ricci), Mattiello, Repetti, Gazzaniga, Diakhitè(Tagliafico),Margutti, Bariani(Rossi), Bettonte, R. Daglio(Zunino)

Arbitro: Pirtac di Alessandria

Reti: 9 Busatto, 71 Guazzone, 93 Lena

GRAZIE AMICO: Gazzaniga: quel passaggio rasoterra verticale per Diakhitè vale il prezzo del biglietto; sta migliorando fisicamente, deve però trovare la continuità di rendimento

 L’EDITORIALE: ESAME DI MATURITA’

di Mario Bertuccio

Quella di domenica, cari lettori, non sarà una gara qualsiasi per il Sardigliano; l’Audax Orione verrà a Paderna per blindare l’undicesimo posto, anzi, per cercare di scavalcare Marengo e Valmadonna, in piena crisi di risultati.

Ma quale tattica adotterà mister Ziliani domenica?; sarà prudente dall’inizio e cercherà poi di vincere o attaccherà subito l’avversario?; la prima soluzione appare piu’ sensata, però occorre sbloccarsi perché i biancoverdi non trovano la via del gol dal 25 marzo nella gara contro il Villaromagnano, per contro l’Audax, nelle ultime quattro sfide, ha totalizzato nove punti, otto reti fatte e cinque subite.

L’esame di maturità del Sardigliano passerà da come saprà arginare tatticamente l’Audax; rientrano dalla squalifica Ursida e Cristian Ricci, qualcun altro recupererà ma sarà fondamentale ritornare a segnare

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina