Home | Entroterra Genovese | Valle Scrivia, il servizio di automedica e primo intervento a Busalla prorogato per un anno

Prosegue la sperimentazione in attesa del suo consolidamento

Valle Scrivia, il servizio di automedica e primo intervento a Busalla prorogato per un anno

 Si è svolto ieri in Regione Liguria l’incontro tra l’assessore alla sanità, Sonia Viale, il direttore generale della ASL, Carlo Bottaro, il responsabile del Servizio 118, Francesco Bernano ed il tavolo di lavoro della Valle Scrivia.

Il tavolo era composto dai sindaci e dai presidenti delle Pubbliche Assistenze e Croce Rossa Italiana dei comuni della vallata.

Questo incontro ha dato la possibilità di stendere una prima valutazione della sperimentazione dell’automedica e del Punto di Prima Accoglienza attivo nei locali dell’ex ospedale Frugone di Busalla.

I rappresentanti della Valle Scrivia hanno preso atto del raggiungimento degli obiettivi previsti durante questo primo anno di sperimentazione.

Sia riguardo i tempi di intervento dell’automedica che per gli accessi al Punto di Prima Accoglienza l’assessore alla sanità ha dato il via libera ad un ulteriore anno di sperimentazione, durante il quale verrano definiti, congiuntamente ai tecnici di ASL e 118, i nuovi obiettivi per il consolidamento ed i miglioramento del servizio, fino ad oggi apprezzato dai cittadini della Valle Scrivia.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina