Home | Novi Ligure e il Novese | Nuovo presidente per il Consorzio Tutela del Gavi

Si tratta di Roberto Ghio, viticoltore da sette generazioni

Nuovo presidente per il Consorzio Tutela del Gavi

 Il Consorzio Tutela del Gavi ha un nuovo presidente. Si tratta di Roberto Ghio, quarantun’anni, proveniente da una famiglia che da ben sette generazioni porta avanti il mestiere di viticoltore nella zona di Bosio.

Ghio, associato di Confagricoltura-sede di Novi Ligure, produce oltre al Gavi il Dolcetto, il Nebbiolo e l’Alta Langa. Tra i suoi progetti ha dato vita a “Vigneti Piemontemare”, acquistando e recuperando alcuni vigneti storici che oggi compongono i quindici ettarti vitati della sua azienda agricola. Ghio è sempre stato in prima fila nella lotta agli ungulati.

Il nuovo consiglio di amministrazione del Consorzio Tutela del Gavi è composto da: Dario Bergaglio, La Chiara, Fulvio Bergaglio San Bartolomeo, Roberto Broglia Broglia, Giancarlo Cazzulo Cantina Produttori del Gavi, Alberto Lazzarino Banfi, Claudio Manera Araldica Castelvero, Massimo Marasso F.lli Martini, Gianni Enrico Martini F.lli Martini, Stefano Moccagatta Villa Sparina, Gianlorenzo Picollo Picollo Ernesto, Francesca Rosina La Mesma, Gian Franco Semino Cantina Produttori del Gavi.

Alla vicepresidenza per il triennio 2018-21 sono stati nominati Massimo Marasso e Dario Bergaglio.

Luca Brondelli, presidente di Confagricoltura Alessandria ha commentato «A nome di Confagricoltura ringrazio il presidente uscente Maurizio Montobbio, anch’egli associato e dirigente dell’associazione agricola, per il lavoro svolto con impegno, costanza e grande dedizione e auguro buon lavoro al neo presidente Roberto Ghio. Credo che dal rapporto di collaborazione tra la nostra Associazione ed il Consorzio, così come avvenuto in passato, potranno nascere ottime sinergie».

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina