Home | Sport | Novi da applausi, ma Ongina passa al tie-break

PalaBarbagelata esaurito in ogni ordine di posti per la gara 2 dei play-off

Novi da applausi, ma Ongina passa al tie-break

 Ad un certo punto, cioè quando Novi si è aggiudicata la maratona del terzo set, portandosi così sul 2-1, la prospettiva di giocarsi la bella in Emilia stava diventando una concreta realtà; e nel quarto set, avanti 18-14 l’euforia per una vittoria storica (mai battuta Ongina) cresceva sensibilmente; c’è voluta tutta l’esperienza di Mike Cardona, opposto dal glorioso passato, per spezzare l’incantesimo.

Finisce 2-3 (21-25,25-20,33-31,23-25,12-25) cari lettori, una partita di rara intensità, di rare emozioni che raccontarvele tutte non basterebbe una settimana; mister Quagliozzi conferma il sestetto di sabato scorso, in piu’ sono assenti Romagnano e Volpara, in panchina troviamo tre”under”; dopo un set per parte il terzo parziale è una bellissima ed emozionante maratona; Novi ha piu’ volte la palla set (24-22, poi 25-24,26-25), Ongina ribatte e si procura anch’essa la palla del set ma è il cuore di Novi, il pubblico, a rovesciare la situazione e a far prevalere Moro e compagni.

Si cari lettori, il pubblico: il Palabarbagelata era stracolmo ed era mercoledì non sabato; nel quarto set Novi si porta prima sull’8-4, poi controlla agevolmente fino al 18-14, Ongina traballa ma non crolla, merito di Cardona che quando va in battuta fa punti, tanti punti; si arriva sul 19 pari poi un break emiliano spezza l’equilibrio, sarà decisivo per la vittoria (23-25).

Nel quinto set Novi si gioca l’ultima chance, tiene botta fino al 4-4 poi tre punti ospiti sembrano segnare la partita; c’è la reazione, il cambio di campo avviene sul 6-8, c’è ancora speranza ed il pubblico continua l’incitamento; Ongina arriva sul 13-9, sembra finita ma due punti novesi ridanno fiducia; sull’11-14 Novi annulla due match-point ma è destino che sia Cardona a chiudere la gara e la porta al sogno promozione, o almeno, di allungare la serie.

Il pubblico capisce ma applaude i suoi gladiatori per cinque buoni minuti, al turno successivo ci va Ongina ma Moro e compagni hanno onorato al meglio queste due partite e meritavano di arrivare alla bella

QUI NOVI: “MA ABBIAMO VINTO NOI”

Occhi lucidi al Palabarbagelata, a cominciare da Luca Semino, centrale:” Peccato perché potevamo chiudere la sfida al quarto set, meritavamo un’altra occasione, ci riproveremo l’anno prossimo”.

Enrico Zappavigna, l’altro centrale del Novi:” Abbiamo sofferto la battuta di Cardona, bene muro e difesa, nel quarto set eravamo in vantaggio ma non ci siamo riusciti, peccato”

Andrea Bettucchi, banda:” Onestamente io credo che piu’ di così non potevamo fare, sabato abbiamo vinto un set in casa loro dove in tredici gare di campionato hanno perso solo tre set, stasera potevamo vincere e portare la serie alla bella; il pubblico è stato semplicemente fantastico, se rimaniamo tutti anche il prossimo anno possiamo ripeterci perché abbiamo una grande intesa, e comunque in campionato siamo imbattuti da nove gare”

Davide Guido, banda:” Una gran gara, peccato per quel quarto set ma usciamo a testa altissima; bene l’attacco, a muro abbiamo tenuto, ci riproveremo la prossima stagione”.

Ponassi Grazia, presidente Novi, è orgogliosa dei suoi ragazzi:” Abbiamo vinto noi, tecnicamente, moralmente e come pubblico; la sfida l’abbiamo persa nel quarto set, la nostra filosofia sono i giovani del vivaio, l’orgoglio di Novi”.

Mister Salvatore Quagliozzi analizza la partita:” Stasera ci siamo superasti qualitativamente, il loro opposto ha deciso la rimonta, Ongina ha dimostrato il suo valore ma abbiamo giocato alla pari; gran cornice di pubblico, giocare davanti a seicento spettatori è bellissimo”

 QUI ONGINA: “GARA INTENSA E DI QUALITA’”

Massimo Botti, tecnico Ongina, tira un sospiro di sollievo, l’aver evitato di andare alla bella farà ricaricare le pile ai suoi giocatori:” Gara come se ne vedono poche, di qualità, Novi ha sfiorato la vittoria, noi siamo venuti fuori da una situazione difficile, meritavamo di passare entrambe”

Donato De Pascali, diesse Ongina:” Onestamente se si fosse arrivati a gara 3 non so chi sarebbe stata la favorita; è stata una battaglia giocata in un ambiente meraviglioso, che merita categorie superiori; il nostro obiettivo è arrivare in A2, ci proveremo anche se dal prossimo turno avremo solo una gara in casa”

Così contro Ongina: Corrozzatto, Moro, Semino, Zappavigna, Bettucchi, Guido, U. Quaglieri (libero): utilizzati Prato, Matteo Repetto

L’EDITORIALE: GRAZIE RAGAZZI, CI RIVEDIAMO A SETTEMBRE

di Mario Bertuccio

Quello che ha fatto Novi quest’anno rimarrà nella memoria dei tifosi biancocelesti che amano la pallavolo; nove vittorie, play-off acciuffati e due gare vibranti contro Ongina, ovvero una squadra che ha come obiettivo dichiarato il salto in A 2; ma Novi ha qualcosa che Ongina non ha, il suo vivaio, fiore all’occhiello del Piemonte; solo chi indossa la maglia biancoceleste assapora il profumo della gloria.

Novi ha lottato per arrivare alla bella, se la sarebbe meritata, la grandezza di quello che hanno fatto questi ragazzi è sintetizzata nella gioia degli emiliani dopo aver vinto la sfida del Palabarbagelata; c’è voluta tutta l’esperienza di Cardona per uscire da una situazione maledettamente spinosa, perché andare alla bella azzera i pronostici.

A Moro e compagni, allo staff novese in toto dico: grazie ragazzi per questa stagione da 10, ci rivediamo a settembre per le interviste pre-campionato, poi a ottobre inizia una nuova stagione, partite da imbattuti; due parole sul pubblico, grandioso, sempre presente nelle gare casalinghe e sempre corretto, un altro vanto per Novi.

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina