Home | Novi Ligure e il Novese | Novi Ligure, festeggiamenti per gli atleti de “Il Tempio del Karate”

Per i grandi risultati ottenuti in questi anni

Novi Ligure, festeggiamenti per gli atleti de “Il Tempio del Karate”

 Oltre duecento atleti si sono riuniti presso un noto ristorante di Novi Ligure per festeggiare tutti gli atleti che hanno portato parecchi allori in questa stagione sportiva che è arrivata a termine.

Vogliamo ricordare il grande successo ottenuto nel mese di gennaio a Novi Ligure con il Gran Prix, la Coppa Italia e non ultimo i Campionati Italiani.

Tantissimi atleti hanno spaziato in lungo e in largo la nostra penisola portando alto il nome del “Tempio del Karate”.

Grazie al fattivo impegno dei maestri i degli istruttori di questa scuola presente da oltre quarant’anni, dal maestro Gimmo Borsoi capo fila della scuola, da Manuele Borsoi, Giuseppe Vecchi, Nando e Giorgio Bellora e il pilastro come viene nominato da tutti gli allievi Luca Patelli.

Verso la fine della serata, dopo aver gustato i piatti tipici novesi, con grande piacere ha fatto visita il Signor Sindaco Rocchino Muliere, portando il saluto della Amministrazione e al termine ha ricordato l’atleta che ci segue dall’alto dei cieli Andrea Chaves.

Con l’occasione di questo incontro desideriamo ricordare che da pochi giorni il maestro Gimmo Borsoi è stato nominato responsabile Regionale Piemonte del settore dell’Ente CSAIn, che da diversi anni ricopre presso il Comitato di Alessandria , il presidente Giampiero Montecucco ha consegnato assieme al Sindaco il diploma Nazionale dell’Ente, un sentito grazie all’amico Gimmo da parte dell’Ente CSAIn, arrivederci alla nuova stagione sportiva 2018/2019.

G.P.M.
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina