Home | Sport | Novi Pallavolo, intervista esclusiva con il mister Salvatore Quagliozzi

Per la stagione 2018/19 riecco Belzer e Scarrone

Novi Pallavolo, intervista esclusiva con il mister Salvatore Quagliozzi

 Riavvolgiamo il nastro e torniamo indietro di un mese; quel Novi-Ongina, gara-2 dei play-off, rimane scolpita nella mente dei tifosi come una pietra preistorica che ha visto trascorrere il tempo, sempre intatta e da lì la società intende ripartire confermando ovviamente il valore del suo settore giovanile, un fiore all’occhiello che molte società piemontesi dovrebbero prendere ad esempio.

Incontriamo mister Quagliozzi al “Palabarbagelata”, tempio sacro della pallavolo novese, dopo un mese qualcosa si è mosso in ottica mercato e futuro, ecco allora cinque domande a cui risponde in modo esauriente.

  • Mister, puo’ farci, a distanza di un mese, il bilancio della stagione appena passata?

Direi che il bilancio è ottimo, non solo abbiamo migliorato il quinto posto della passata stagione ma siamo andati ai play-off compiendo un impresa sportiva per la città di Novi, migliore risultato di sempre; sono poi contento anche perché durante il campionato la squadra è migliorata sia come amalgama sia come sistema di gioco”

  • E allora eccoci alla stagione 2018/19, si aspetta sorprese nel nuovo girone che verrà stilato a luglio?

Qui vado ad intuito, mi aspetterei qualche compagine della lombardia, regione che ha un bacino ricco di ragazzi giovani e talentuosi, eviterei volentieri le sarde ma per un motivo logistico, potremmo trovare qualche emiliana o toscana ma sono tutte ipotesi”.

  • Mister, ad un certo punto si è parlato di quagliozzismo come stile di vita; qual è stato il momento piu’ difficile della stagione e quale quello di maggior orgoglio?

 “Metterei due momenti piu’ difficili, il primo è legato alla doppia sconfitta, sia all’andata che nel ritorno con Volley Parella e Savigliano, questo legato al punto di vista tecnico, il secondo momento difficile è stata la sconfitta di Garlasco, dopo quella gara il nostro morale era a terra anche se su quella sconfitta hanno pesato le assenze di Moro e Guido; dei momenti piu’ belli direi le vittorie a Ciriè e a Cuneo, autentico spareggio per i play-off; il quagliozzismo è un termine inventato dal nostro giornalista (Mario Bertuccio) e ci ha permesso di reagire alle varie difficoltà, il motto è stato quello di lavorare sempre per migliorare i nostri punti deboli, le nove vittorie consecutive ne sono la testimonianza diretta”

  • A che punto siete con il mercato estivo?

Sul fronte partenze c’è Mirko Bonvini che va a fare esperienza a Voghera, dallo stesso Voghera arriverà Bassanese (libero), poi ritornano a Novi Belzer e Scarrone; il nostro obiettivo è quello di portare in serie “B” i giovani piu’ meritevoli e di creare giocatori di livello nazionale”

  • La serie A2 è un sogno o tra due-tre anni diventerà realtà?

Se continueremo a lavorare bene sui giovani e a coinvolgere la città il sogno della A2 potrebbe trasformarsi in una concreta realtà e sarebbe il coronamento di anni di duro lavoro”

Bene cari lettori, non ci resta che aspettare luglio e poi conosceremo le avversarie del Novi per la stagione 2018/19; ultima curiosità statistica: con mister Quagliozzi in panchina la prima giornata ha registrato sempre il tie-break, nella stagione 2016/17 fu vittoria sul S. Anna Torino, in quella appena passata solo un punto a Malnate

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina