Home | Entroterra Genovese | Sant’Olcese, le chiavi della città a Maurizio Lastrico

In occasione della Festa della Croce Rossa di Vicomorasso

Sant’Olcese, le chiavi della città a Maurizio Lastrico

 Sabato 30 e domenica 1° luglio a Sant’Olcese si terrà la tradizionale Festa della Croce Rossa di Vicomorasso, presso il campo sportivo “Adriano Storace”.

A partire dalle ore 19:00 si apriranno gli stand gastronomici con paninoteca e friggitoria.

Grande evento alle ore 21:00 con la serata di cabaret con gli attori Maurizio Lastrico ed Enzo Paci.

In occasione della festa il Sindaco di Sant’Olcese, Armando Sanna, consegnerà le Chiavi della Città a Maurizio Lastrico, nativo proprio del paese dell’alta Valpolcevera.

La festa proseguirà poi domenica con stand gastronomici dalle ore 19:00 in poi e serata danzante con il ballo liscio dell’orchestra Onda Nueva.

Maurizio Lastrico è nato a Genova il 31 marzo del 1979 ed è cresciuto a Sant’Olcese. Dopo il diploma studia recitazione al Teatro Stabile di Genova, alternando la carriera di attore teatrale a quella di comico e cabarettista. Esordisce nel 2007 nel cast di “Zelig” su Canale 5 lavorando poi a La7 nel programma “Grazie al cielo sei qui” e in Rai con la sticom “Piloti” a fianco di Max Tortora ed Enrico Bertolino.

Nel 2013 è l’attore principale dello spettacolo teatrale “Facciamo che ero io” per la regia di Gioele Dix. Nello stesso anno debutta al cinema in “Sole a catinelle” di Checco Zalone nel ruolo di Ludovico.

A partire dal 2015 è nel cast della fiction di Rai 1 “Tutto può succedere” con Pietro Sermonti e Maya Sansa e dal 2017 è protagonista fisso nella fiction “Don Matteo” a fianco di Terence Hill e Nino Frassica nel ruolo del pubblico ministero Mario Nardi.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina