Home | Novi Ligure e il Novese | Castelferro, la 43° Sagra dei salamini d’asino

Il tradizionale appuntamento estivo nella frazione di Predosa

Castelferro, la 43° Sagra dei salamini d’asino

 Come ogni anno, dal 16 al 23 agosto, Castelferro offre al pubblico la sua Sagra dei Salamini d’asino.

E, come ogni anno, la manifestazione della frazione di Predosa (giunta alla 43° edizione) vuole distinguersi dalle altre iniziative simili dell’Oltregiogo d’estate.

Tra le differenze positive, il servizio. Spesso, potenziali avventori sono allontanati dalle sagre dalla necessità di sopportare lunghe code per ritirare i piatti od il dover gestire numerosi biglietti per le varie portate.

Invece, a Castelferro si viene accompagnati al tavolo, dove i camerieri prenderanno le ordinazioni.

E poi, il menu proposto.

Ad aprire la strada, l’aperitivo: offerto dalla Polisportiva Denegri al motto di “Chi bene inizia…”.

Seguito di lusso, i prodotti a Km 0: agnolotti fatti a mano, ma anche torta alle nocciole, salame dolce e crostate.

Le patatine: 3 quintali di patate fresche, spellate e cotte la sera stessa.

Dai vecchi libri di cucina, la peperonata della nonna, creata dalla mani (e secondo le regole) delle donne del paese.

Ovviamente, la sagra non sarebbe completa senza gli ospiti d’onore, le pietanze a base di carne d’asino.  La tradizioni forma i cuochi locali, sia per la scelta delle ricette che per la cura degli animali. Guidati dal “Mingo, da sempre anima della cucina della sagra, gli chef selezionano gli asini e controllano la filiera della carne, dal pascolo al salumificio.

Nascono così golosità come la mortadella d’asino, la bresaola d’asino, la polenta condita con tapulone, spezzatino di carne tipico della cucina piemontese. Menzione d’onore per i salamini che danno il nome alla sagra, preparati dal Mingo, con una sua ricetta segreta capace di piacere per i suoi  39 anni di attività nella manifestazione.

Contorno di lusso, il vino della Cantina sociale di Mantovana e la birra artigianale del Birrificio Novese.

Matteo Clerici
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina