Home | Novi Ligure e il Novese | Novi Ligure, chiusa l'”Osteria-Pizzeria Bandiera”

Per 15 giorni a seguito di numerosi reati

Novi Ligure, chiusa l'”Osteria-Pizzeria Bandiera”

 In data odierna la Squadra Amministrativa della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Alessandria, unitamente al Nucleo Operativo Radio Mobile dei Carabinieri di Novi Ligure, ha notificato al titolare del pubblico esercizio denominato “Osteria Pizzeria Bandiera”, ubicato a Novi Ligure (AL), il decreto del Questore che dispone la chiusura del locale per 15 giorni, ai sensi dell’art. 100 del Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza.

Tale provvedimento è stato adottato a seguito di un intervento notturno da parte dei Carabinieri dello scorso luglio chiamati in quanto il vicinato lamentava il disturbo alla propria quiete per musica ad alto volume proveniente dal locale. In tale occasione i militari hanno proceduto a denunciare tutti i dipendenti presenti per i reati di rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale e resistenza a pubblico ufficiale, in quanto gli stessi avrebbero ostacolato l’attività di identificazione degli avventori presenti nel locale.

Dopo alcuni giorni tre dipendenti del pubblico esercizio, con precedenti di polizia, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziari perché, per futili motivi, avrebbero aggredito con calci e pugni un passante, procurandogli lesioni.

Dai fatti sopracitati alcuni cittadini Novesi, spaventati, hanno manifestato telefonicamente in forma anonima la paura di transitare davanti all’esercizio per la pericolosità dei soggetti.

Il Questore Michele Morelli ha ritenuto, pertanto, che il locale costituisse un pericolo per l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, disponendone la chiusura per 15 giorni.

Andrea Calabrese
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina