Home | Acqui | Polizia Stradale, avvicendamento tra i Comandanti nell’Oltregiogo

Paolo Polverini ad Ovada e Giuseppe Graziano ad Acqui Terme

Polizia Stradale, avvicendamento tra i Comandanti nell’Oltregiogo

Paolo Polverini

 Il Sostituto Commissario Coord.re Paolo POLVERINI, ha assunto il comando della Sottosezione Polizia Stradale di Ovada, avvicendando l’Isp. Sup. GRAZIANO Giuseppe, trasferito ad altra sede.

POLVERINI Paolo, nativo di Bibbiena (AR), laureatosi in giurisprudenza, si è arruolato in Polizia nel 1984 venendo assegnato al Gruppo sportivo Fiamme Oro Sezione judo, successivamente trasferito all’ XIII Reparto Mobile di Firenze; dopo aver frequentato il corso per Ispettori all’Istituto di Perfezionamento di Nettuno, nel 1995 è stato trasferito alla Sezione Polizia Stradale di Alessandria come responsabile dell’Ufficio Infortunistica;, nel 1997 è stato trasferito presso il Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme dove dal 1999 ha ricoperto il prestigioso incarico di Comandante del reparto e nel 2010 quale vincitore di concorso gli è stata conferita la qualifica di Ispettore Superiore.

Polizia Stradale di Acqui Terme

L’Ispettore Superiore Giuseppe GRAZIANO, ha assunto il comando del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme, avvicendando il Sost. Comm. Coord. POLVERINI Paolo, trasferito ad altra sede.

GRAZIANO Giuseppe, nativo di Grumo Nevano (NA) si è arruolato in Polizia nel 1987 venendo assegnato alla Sottosezione Autostradale di Ovada; dopo aver frequentato il corso per Sovrintendenti presso il Centro Addestramento Polizia Stradale di Cesena, nel 1997 è stato trasferito alla Sottosezione Autostradale di Genova Sampierdarena come responsabile della Polizia Giudiziaria; nel 2002 è stato trasferito presso il Distaccamento Polizia Stradale di Gela (CL) con l’incarico di Comandante; nel 2005 è stato trasferito alla Sezione di Polizia Giudiziaria della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Alessandria e dal 2012 presso la Sottosezione Autostradale di Ovada dove ha ricoperto il prestigioso incarico di Comandante del reparto.

Redazione
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina