Home | Sport | Novi Pallavolo, l’importanza della partenza

Tanti test-match prima del debutto a Cirié

Novi Pallavolo, l’importanza della partenza

 La Novi Pallavolo 2018/19 è al lavoro da due settimane per prepararsi al meglio in vista della nuova stagione che verrà; mister Quagliozzi, vista la partenza ad handicap nelle prime giornate dello scorso campionato, ha pianificato in maniera scrupolosa i test-match per arrivare nella condizione fisica migliore al debutto di Ciriè del 13 ottobre.

Dopo due settimane di lavoro vedo i ragazzi carichi, positivi, afferma lo stesso Quagliozzi, nei giorni scorsi abbiamo stretto un patto che non posso rivelare nei dettagli, quel che posso assicurare è che sarà un stagione tutta da vivere e gustare, nelle gare casalinghe mi aspetto il pubblico dello scorso anno, un valore aggiunto che ci ha permesso di arrivare ai play-off e di dare filo da torcere all’Ongina Piacenza”.

Sulle gare che la sua squadra affronterà prima del campionato mister Quagliozzi è molto chiaro:” Non sono gare a caso, le avversarie che affrontiamo ce le troveremo anche in campionato, tre di esse non le conosciamo essendo neopromosse, non conterà il risultato ma la condizione fisica”.

Luca Semino, centrale, vede così la nuova stagione:” Con la riconferma di tutti e tre innesti la squadra mi sembra ancora piu’ forte rispetto all’anno scorso, vogliamo cominciare subito forte, cosa che nella scorsa stagione non è successo penalizzandoci moralmente; vogliamo riconfermarci e fare i play-off ma questo lo sapremo solo a dicembre, dopo le prime sette-otto gare”.

Semino poi conta sull’apporto del pubblico amico:” Con il palazzetto pieno per noi è come giocare con un uomo in piu’, dal 20 ottobre (Novi-Opem Parma) mi aspetto il tutto esaurito”.

Ritorna a Novi dopo due anni Gabriele Belzer, centrale talentuoso: “ Vogliamo fare una bella stagione, divertirci e come obiettivo bissare i play-off, questo dipenderà dagli avversari ma soprattutto da noi stessi”.

Dall’Adolescere Voghera, in prestito, è arrivato in biancoceleste il libero classe 1999 Gianluca Bassanese; il diciannovenne lombardo si troverà catapultato in serie “B” dopo aver giocato campionati minori nell’Olimpia Dorno e a Voghera ma ha già le idee chiare:” Questo gruppo è stimolante, mi ha accolto bene e so di poter far parte di una squadra storica del Piemonte, è il mio primo anno in una categoria nazionale ma quando il mister mi chiamerà io sarò pronto a dare il massimo per far vincere Novi”

Il ruolo di libero lo vedrà opposto a Umberto Quaglieri, una colonna del Novi Pallavolo:” Io e Umberto non siamo in competizione ma lavoriamo per farci trovare pronti nei momenti importanti del match”.

Il primo test-match per Novi sarà contro Alba (h. 21), in trasferta venerdì 21 settembre, otto giorni dopo ci sarà il torneo a Genova contro il Cus, il Volley Parella e la Pro Patria Varese, il 4 ottobre a Novi arriverà il Garlasco (h. 20:30), due giorni dopo sempre a Novi sarà la volta del Pavic (h 18:30)

 

 L’EDITORIALE : RAMPA DI LANCIO

di Mario Bertuccio

 

Per la Novi Pallavolo questa stagione sarà importante per capire se Moro e compagni avranno trovato un posto fisso tra le grandi squadre della “B” oppure se il risultato della scorsa stagione è stato dovuto a circostanze fortuite; premetto che io credo alla prima conclusione, e per un motivo molto semplice; da anni Novi è nella categoria nazionale, i play-off sono arrivati solo lo scorso anno ma non possiamo dimenticarci il quinto posto della stagione 2016/17 e la promozione, sempre attraverso i play-off, dalla serie “B2” alla “B1” nella stagione 2014/15.

Tutto questo non puo’ essere un caso, cari lettori, perché anno dopo anno questa squadra si è adattata ad un ruolo ben preciso, quello di “veterana di categoria”; l’arrivo di mister Quagliozzi sulla panchina è il valore aggiunto ad un gruppo che conta giocatori tecnici e abituati ormai ad affrontare squadre con un rodaggio maggiore nella serie nazionale.

Arrivare a disputare i play-off non avrebbe solo come significato eguagliare il risultato della passata stagione ma significherebbe avere un obiettivo stabile e questo i giocatori stessi lo sanno; la rampa di lancio è pronta, dal 13 ottobre i motori inizieranno a diventare tiepidi per poi arrivare al massimo verso aprile.

Per chi crede poi al destino possiamo dirvi che il calendario è simile a quello dello scorso anno; si chiude a maggio ad Alba (lo scorso anno era a Cuneo), le gare con Pallavolo Saronno e Garlasco si affrontano nei primi due week-end di gennaio (lo scorso anno anche), le gare contro Volley Parella e Savigliano arrivano subito come nella passata stagione; e poi lo chiamano sorteggio…

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina