Home | Sport | Novi Pallavolo, falsa partenza

Netta sconfitta a Ciriè, sabato c'è Parma

Novi Pallavolo, falsa partenza

 Ricezione e battuta; in settimana mister Quagliozzi aveva chiesto ai suoi ragazzi di premere su questi due fondamentali per uscire da Ciriè con dei punti, anche perché i torinesi avevano il “tallone d’Achille” proprio nel ricevere e nel servire; la realtà, purtroppo, si è rivelata diversa.

Con capitan Moro a mezzo servizio i biancocelesti, in tutti e tre i set, non hanno mai dato l’impressione di essere superiori e il 3-0 finale (25-21,25-21,25-22) è lo specchio di quanto visto in campo.

Negli ultimi anni i novesi sono abituati a partenze lente, ricordiamoci della scorsa stagione, la differenza però è che quest’anno il livello tecnico del campionato sia piu’ alto e quindi occorre subito essere rodati per non incappare in sconfitte precoci; a fine gara lo stesso mister Quagliozzi ammette:” Inutile negarlo, loro hanno giocato meglio di noi, nella prima frazione non siamo mai stati in gara, nella seconda ce la siamo giocata e nella terza il Cerealterra è scappato via a metà set; i fondamentali?; non ne salvo neanche uno, ora pensiamo a prepararci al meglio per la gara interna contro l’Opem Parma, occorre subito reagire”.

Capitan Stefano Moro è sulla stessa lunghezza d’onda:” C’è poco da aggiungere, quando giochi male è giusto che si torni a casa con zero punti; il calendario ci pone ora contro Parma, data dagli addetti ai lavori come la favorita a salire di categoria, poi avremo il Volley Parella, altra formazione tosta, sarà un banco di prova importante per capire quale sarà il nostro cammino”.

Enrico Zappavigna, centrale:” Siamo stati surclassati in ogni fondamentale, dobbiamo ritrovare l’amalgama della seconda parte della scorsa stagione, con Parma non sarà facile, loro hanno vinto contro il Volley Parella e vorranno confermarsi battistrada del girone, noi però dobbiamo trovare i primi punti, avremo dalla nostra il pubblico ma dovremo essere perfetti in campo”.

Per il Cerealterra parla il presidente Davide Casu.” Una vittoria inaspettata, in estate erano andati via tre giocatori molto importanti per noi, direi che il gruppo ha fatto la differenza”.

Davide Casu poi si coccola i sostituti, Riccardo Arnaud, venti anni, palleggiatore, e Fabio Caianiello, ventisei anni, opposto:” La mia è una scommessa vinta, sono andati via due giocatori come Tomhas Calligaro e Fabio Bassani, i loro sostituti si stanno rivelando alla loro altezza; Riccardo è un giocatore del nostro vivaio, Fabio ormai è qui da tanti anni, noi non ci poniamo un obiettivo particolare, lavoriamo serenamente per prepararci al meglio ad ogni gara e alla fine tireremo le somme”.

Così in campo a Ciriè: Corrozzatto, Moro, Belzer, Zappavigna, Bettucchi, Scarrone, libero U. Quaglieri: utilizzati Bassanese (2° libero), Guido, Romagnano, Volpara, Capettini, Prato

 Classifica: Parma, Cerealterra, Cus Genova, Pallavolo Saronno, S. Anna To, Alba 3, Savigliano 2, Garlasco 1, Volley Parella To, Novi Pallavolo, Busseto, Pavic, Pro Patria Va, Caronno Pertusella Va 0

 

L’ EDITORIALE: CON PARMA PER L’ORGOGLIO

di Mario Bertuccio

Il passo falso di Ciriè apre una lunga settimana di chiarimenti; con mister Quagliozzi in panchina Novi aveva sempre raccolto punti al debutto, ricordiamo il tie-break vincente contro il S. Anna Torino e la sconfitta a Malnate lo scorso anno; a Ciriè Novi ha perso partita ma soprattutto l’orgoglio, quell’orgoglio che, dalla gara contro il Fossano del 3 marzo 2018, aveva permesso una fantastica rimonta fino al sorpasso su Cuneo che ha consentito a Moro e compagni di accedere ai play-off.

Adesso è diverso, l’avversaria che inaugurerà le gare casalinghe del Palabarbagelata è l’Opem Parma, squadra che è indicata da tutti per il primo posto nel girone, serve una reazione ma soprattutto servirà uno scatto d’orgoglio per far capire che a Novi non si passa; mister Quagliozzi dovrà resettare lo 0-3 del debutto e lavorare molto sull’aspetto psicologico, lo ha già dimostrato in passato.

Non ci saranno processi se arriverà un’altra sconfitta ma almeno concedeteci di vedere una gara dove si possa dire “hanno vinto gli altri ma se la sono sudata”; il lungo cammino è appena iniziato, cari lettori.

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina