Home | Sport | Sardigliano: Carosiello-Mattiello, gol d’autore

Contro lo Stazzano vittoria e secondo posto

Sardigliano: Carosiello-Mattiello, gol d’autore

 Sardigliano sempre piu’ in alto; nel derby contro lo Stazzano i biancoverdi ritrovano i tre punti e ora affiancano la Boschese in vista della trasferta di Valenza.

Mister Ziliani ripropone il tridente Msarsiglione-Matteo Ursida- Carosiello, a centrocampo riecco Bettonte con Margutti e Mattiello, in difesa i centrali sono Gazzaniga e Carrante, sulla fascia Ricci e Viotti; la prima emozione arriva dopo undici minuti quando Carosiello innesca Matteo Ursida, palla di poco alta; la risposta degli orange arriva con Raineri, un tiro da fuori che termina sopra la traversa.

Il Sardigliano però in difesa non concede nulla e il centrocampo si fa valere, quei tre davanti poi sono pura dinamite e lo dimostrano al trentunesimo: imbucata perfetta di Matteo Ursida per Carosiello, tocco veloce ad anticipare Cabella in uscita e vantaggio; lo Stazzano non riesce a reagire, ci vuole un mezzo pasticcio di Luca Ursida: l’estremo difensore biancoverde calcia una punizione troppo debole, Kraja ci prova da centrocampo ma il pallone finisce sul fondo.

Nella ripresa il Sardigliano chiude i conti: rimessa laterale in attacco di Carosiello, Mattiello, da fondo linea, alza un pallone e poi lo rovescia in area, parabola beffarda per Cabella e 2-0.

Poco dopo Carosiello, scattato al limite del fuorigioco, si invola in area e calcia un pallone che si stampa sul palo, Viotti riprende e tira ma la arriva una deviazione in corner.

Il gol di Schenone accende una partita differente, quella del nervosismo, vengono ammoniti Margutti, Kraja, Marsiglione e Carosiello, l’ultimo sussulto è ancora di marca biancoverde con Barbierato, Cabella smanaccia in corner.

Dopo l’1-1- nel posticipo di Serravalle Ricci e compagni hanno ripreso il gioco fluido che avevano nelle prime tre giornate, per lo Stazzano arriva il secondo stop consecutivo in trasferta.

 

QUI SARDIGLIANO: “ ABBIAMO VINTO E CE LA GODIAMO”

Ennio Zunino è raggiante; il direttore sportivo del Sardigliano in estate ha portato un trio d’attacco di ottima qualità:” Oggi abbiamo fatto una gran partita e l’abbiamo vinta meritatamente, il vero Sardigliano è questo e non quello visto a Serravalle”.

Domenica c’è la trasferta di Valenza, avversario il Valmilana:”Vogliamo vincere ovunque, la squadra puo’ dire la sua su ogni campo”.

Davide Gazzaniga, uscito anzitempo per una contrattura:” Vittoria strameritata, siamo stati cattivi fin dall’inizio, per Valenza spero di esserci”.

Marco Repetti ritrova i tre punti:” Meritati, aggiunge, sono punti che ci rimettono in gioco, oggi un derby meritato, Valmilana squadra da rispettare ma non da temere”.

Antonio Mattiello rivendica la volontà del gol:”Non volevo crossare, volevo proprio segnare; primo tempo ottimo, nella ripresa siamo stati piu’ forti fisicamente, adesso prepariamoci bene per Valenza, sarà una gara che ci dirà dove possiamo arrivare”.

Andrea Carrante esce con aria soddisfatta, “l’ispettore” ha vinto alla grande il duello con Schenone:” Sai cosa ti dico?; che abbiamo vinto una bella partita e che ce la godiamo, la squadra ha tenuto bene il campo e i singoli hanno fatto il resto”.

E sul comunale di Paderna il sole scende sorridendo.

 

GRAZIE AMICO: GAZZANIGA: il buon “gazza” fa una gran partita, con Carrante forma un ottima coppia centrale difensiva; un eroe d’altri tempi.

IPSE DIXIT : “Aspetto con ansia la partita col Villaromagnano, intanto abbiamo già sistemato lo Stazzano” (Lorenzo Viotti)

 

 IL PAGELLONE: CAROSIELLO UN COBRA, VIOTTI CHE GALOPPATE

Ursida Luca (7): nel primo tempo fa tremare i suoi tifosi, nella ripresa grande tenuta nervosa: marmoreo!

Ricci (7) : il solito combattente, argina in ogni maniera gli attacchi ospiti: granitico!

Viotti (7): sulla sua fascia crea un solco, con galoppate alla Donadoni; sempre lucido nel leggere i pericoli: pragmatico!

Gazzaniga (7): campione di sfortuna, col Sale una botta al tallone, con lo Stazzano esce per una contrattura, è l’immagine del sacrificio, quello vero: realismo!

Carrante (7): con l’”ispettore” cari lettori non si passa; nel primo tempo Schenone è un fantasma, si vede che è un giocatore esperto: muraglia!

Marsiglione (7): corre e si danna l’anima, gli manca solo il gol per coronare un inizio con i fiocchi: maratoneta!

Bettonte (7.5): a Serravalle la sua assenza si è sentita, con lo Stazzano detta i tempi e sa leggere le varie situazioni di gioco: calcolatore!

Margutti (7): qualche lacrima prima di incrociare la spada con i suoi ex compagni, poi sul campo si fa valere; a Stazzano qualcuno rimpiange la sua partenza: geometra!

Carosiello (8): un cobra; Matteo Ursida gli consegna una palla d’oro, lui si avventa e anticipa Cabella; e in tribuna Frank Ordenewitz apprezza: letale!

Mattiello (7.5): gol da cineteca e una gara di contrasti; qualche chilo da smaltire ma l’esperienza fa sempre la differenza: grintoso!

Matteo Ursida (8): quella giocata per Carosiello da sola vale il biglietto; non segna ma fa segnare, una costante spina nel fianco per la difesa dello Stazzano: sublime!

Repetti (6.5), Barbierato (6), Caruso (sv)

Sardigliano: L.Ursida, Ricci, Viotti, Gazzaniga(Repetti), Carrante, Marsiglione(Barbierato), Bettonte, Margutti, Carosiello(Caruso), Mattiello, M. Ursida

 

Stazzano: Cabella, Gastaldo, Vidori, Rampini(Gramolelli), Risso(Pavoli), Rolandini, Raineri, Gruppuso, Schenone, Kraja, Mema(Milanese)

Arbitro: Santino di Casale Monferrato

Reti: 31 Carosiello, 51 Mattiello, 63 Schenone

 

L’EDITORIALE: CAROSIELLO E LE SIRENE NORDICHE

di Mario Bertuccio

La presenza in tribuna a Paderna del capo osservatori del Werder Brema, Frank Ordenewitz, non era casuale; il dirigente tedesco prendeva appunti sul suo taccuino ogni volta che il pallone giungeva dalle parti di Carosiello; l’interesse per il “trio-meraviglia” Marsiglione-Ursida-Carosiello puo’ apparire anche sincero ma sono sbagliati i tempi; il Sardigliano sta trovando una identità, un gioco specifico, rompere il giocattolo proprio adesso non è il caso.

Le sirene nordiche possono aspettare, Carosiello deve solo pensare a Valenza.

In estate il diesse Zunino si è fatto in quattro per allestire un mercato che sta dando ottimi frutti e poi i margini di miglioramento tecnico del giocatore sono infiniti; consigliamo vivamente a Ordenewitz, se è un amante dei tartufi, di andare domenica prossima a Sardigliano per la fiera del Tartufo; per ulteriori sviluppi, cari lettori, restate..in rete!

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina