Home | Sport | Ovadese Silvanese, bella e sprecona

Vittoria di misura dopo tante occasioni da rete

Ovadese Silvanese, bella e sprecona

 Il primato in classifica resta, il bel gioco anche manca solo la concretezza sotto porta; l’Ovadese Silvanese vince contro un Savoia rimaneggiato ma che negli ultimi cinque minuti di gara ha fatto soffrire i numerosi tifosi del “Geirino”.

Tridente offensivo di qualità per mister Vennarucci, Dentici, Di Pietro e Chillè sono giocatori che in questa categoria fanno la differenza, a centrocampo le redini del gioco ce le ha Mossetti, la linea difensiva vede centrali Oddone e Salvi, sulle fasce Gaggero e Cairello; nel Savoia il duo d’attacco è composto da Casone e Troni, il centrocampo vede la coppia centrale La Pian-Ricca, esterni Orsi e Mondo, in difesa i centrali sono Di Stefano e Sala, ai lati Pagliuca e Traverso.

Passa un minuto di gara e arriva il vantaggio dell’Ovadese co n Dentici, un tiro da fuori area che non lascia scampo a Brites; per il numero sette arancio-nero è il settimo centro stagionale; il raddoppio arriva dopo altri cinque minuti, Chillè viene atterrato in area da Brites e Di Pietro dal dischetto non perdona.

La batteria d’attacco dell’Ovadese Silvanese funziona a meraviglia, il duo Dentici-Di Pietro ha già totalizzato tredici delle ventun reti totali, un rendimento del 64%.

I padroni di casa non sono paghi del doppio vantaggio, Oddone ci prova di testa ma la palla termina sul fondo, il Savoia si fa vedere con un tiro di Troni che termina alto; il 3-0 è nell’aria ma non si concretizza, il pallonetto di Chillè, su delizioso invito di Rolleri, finisce di poco sul fondo, poi Dentici calcia da fuori area ma non trova la porta, ancora Chillè con palla alta di poco.

Nella ripresa il ritmo di gioco cala, il Savoia ha piu’ possesso palla ma l’unico tiro è di Troni, palla sul fondo; l’Ovadese Silvanese quando accelera da l’impressione di far del male e il duo Dentici-Di Pietro vede il tiro di quest’ultimo scheggiare il palo; a sette minuti dalla fine il direttore di gara decreta un rigore per il Savoia, Casone dal dischetto accorcia e, dopo tante occasioni per rimpinguare il vantaggio, l’Ovadese Silvanese teme la beffa del pari; Cairello di testa salva sul pallonetto di Ghidini a Gallo battuto, i cinque minuti di recupero tengono gli spettatori col fiato sospeso ma al triplice fischio un boato liberatorio si leva dal “Geirino”.

L’Ovadese Silvanese si conferma al primo posto, resta il punto di vantaggio sull’Asca corsara a Lu Monferrato e tra due domeniche c’è lo scontro diretto, per il Savoia una sconfitta che relega i mandrogni in piena zona play-out.

 

LE PARTITE VANNO CHIUSE PRIMA”

Marco Tagliafico, diesse dell’Ovadese Silvanese, puo’ tirare un sospiro di sollievo; i tre punti sono arrivati nonostante la sofferenza finale:” Le partite vanno chiuse prima, quando sbagli troppe occasioni non sempre ti va bene, occorre piu’ cattiveria perché nulla è scontato”.

Tagliafico e la trasferta di Calliano:” Giocheremo su un campo stretto, non il massimo per noi ma se vogliamo arrivare allo scontro con l’Asca davanti dobbiamo ottenere i tre punti”

Mister Maurizio Vennarucci commenta il finale:” Il fatto di non averla chiusa prima ci ha condizionato mentalmente, contro il Calliano giocheremo su un campo piccolo, dovremo stare attenti; se dovessi scegliere tra vincere il campionato o la coppa ti dico la prima, questa categoria ti prosciuga molte energie”.

Matteo Mossetti, centrocampista rifinitore:” La gara si è subito messa bene per noi, non dovevamo però sbagliare tante occasioni, specialmente nel primo tempo; nella ripresa il ritmo è calato e quando loro hanno accorciato abbiamo sofferto fino alla fine”.

Mossetti e la trasferta di Calliano:” Non siamo abituati a giocare su campi stretti, uscire con una vittoria sarebbe un ulteriora prova della nostra forza”.

Per il Savoia parla il presidente, Natalino Ferrari:” Il risultato è giusto, i due gol sono però frutto di due nostri errori, potevamo soccombere con un punteggio piu’ forte e invece abbiamo accorciato e rischiato di pareggiare”.

Lo stesso Ferrari poi ci spiega il progetto- Savoia: “ Rispetto alle scorse stagioni questa è una squadra giovane, l’età media è di circa 23 anni, il progetto è quello di creare una squadra che nel giro di uno-due anni possa lottare per il salto di categoria, adesso però dobbiamo prima evitare di retrocedere”

 

 GRAZIE AMICO: Mossetti (Ovadese Silvanese): ha doti di categoria superiore, trova sempre ottimi tempi per innescare Dentici e Di Pietro; l’Ovadese ha trovato un regista di qualità

 

Ovadese Silvanese: Gallo, Gaggero, Cairello, Salvi, Oddone, Rolleri(Bertrand), Dentici(Donghi), Gioia(Mezzanotte), Di Pietro, Mossetti, Chillè (Barbato) (Montobbio)

Savoia: Brites, Pagliuca, Traverso, Sala, Di Stefano, La Piana, Ricca(Ghidini), Casone, Troni(Chiarlo). Orsi, Mondo (Bruma)

Arbitro: Verdese di Alessandria

Reti: 1 Dentici, 6 Di Pietro (pen), 83 Casone (pen)

 

L’EDITORIALE: DUELLO A DUE

di Mario Bertuccio

 

Ovadese Silvanese e Asca non hanno rivali; saranno loro a contendersi il primo posto e quindi la promozione diretta, tutte le altre si eliminano in scontri diretti; il Castelnuovo Belbo, terzo, torna a casa con quattro reti sul groppone, Monferrato e Fulvius si fanno inchiodare sul pari casalingo da S. Giuliano Nuovo e Tassarolo, matricola che sta imparando ad adattarsi in una categoria spietata; la Luese è la lontana parente di quella vista lo scorso anno, la Pozzolese è a centroclassifica mentre il Libarna ha trovato solo dopo turni la prima vittoria.

Prima di incrociarsi al “Geirino” Ovadese Silvanese e Asca sono attese da un turno non proibitivo; i mandrogni saranno impegnati in casa contro il fanalino di coda Castelnovese, Mossetti e compagni saranno di scena a Calliano su un campo stretto; e le altre stanno a guardare.

Mario Bertuccio
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina