Home | Valle Stura e Val d'Orba | Rossiglione, Expo Vallestura compie 25 anni

Una delle kermesse più famose del territorio

Rossiglione, Expo Vallestura compie 25 anni

Nella sua suggestiva cornice di tipico borgo delle colline dell’entroterra genovese, sabato 29 settembre Il Sindaco di Rossiglione, Katia Piccardo ha tagliato il nastro della 25° edizione di Expo Vallestura. L’importante evento, caratterizzato da una chiara impronta economico-turistica, si è aperto con un interessante convegno riguardante tematiche economiche ed ambientali di estrema attualità.

Al tavolo dei relatori sedevano, oltre all’Assessore Regionale all’Agricoltura e sviluppo dell’entroterra Stefano Mai, il Presidente del Consiglio di amministrazione del Gal Genovese Alessandra Ferrara, l’Imprenditore Agricolo, membro di giunta CCIAA di Genova e Presidente di OLPA Paolo Corsiglia, l’Eurodeputato Brando Benifei, il Presidente della Comunità del Parco del Beigua e consigliere della Città Metropolitana Daniela Tedeschi, l’imprenditore Matteo Alberti della omonima azienda Latte Alberti, il Responsabile Marketing del Progetto 100% Latte Ligure  Giorgio Venturoli e per il Comune di Rossiglione il Sindaco Katia Piccardo e l’assessore. Giorgio Bassano. Ai lavori hanno partecipato anche il Sindaco di Masone e Consigliere della Città Metropolitana Enrico Piccardo che ha portato ai presenti i saluti del Presidente della medesima Marco Bucci, Sindaco di Genova.

Il tema comune degli interventi è stato quello della ripresa economica e produttiva dei territori montani dell’Appennino, della possibile sinergia tra attività artigianali, commerciali, industriali, agricole e turistiche ed una possibile e necessaria collaborazione tra strutture della costa e del suo immediato entroterra. Nel corso della conferenza sono stati fatti rilevanti riferimenti anche allo stato del territorio al quale, lo stesso assessore regionale ha riconosciuto condizione di forte degrado e la conseguente necessità di interventi e cure possibili solo promuovendo la nascita di nuove realtà economiche ed un auspicabile incremento del numero degli abitanti dei paesi che vi insistono.

La Giornata è proseguita con la deposizione di una corona al cippo commemorativo dedicato ai deportati rossiglionesi caduti nei lager nazisti e la consegna di un omaggio, rappresentato da una gigantesca padella, usata in tante edizioni della “castagnata”, fissata a storica memoria sulla facciata dell’edificio fieristico. 

Gli stand presenti nel padiglione coperto hanno offerto ai numerosi visitatori le eccellenze dei prodotti alimentari e dell’artigianato della Valle Stura e delle zone vicine.

Tra le diverse manifestazioni inserite nel programma delle 4 giornate di Expo Valle Stura 2018 vale la pena citare, oltre a Rubattaballe e MedievalExpo 2018 con esibizioni e combattimenti medievali, il 4° Aperaduno dove i partecipanti, oltre ad esporre le interpretazioni più disparate e fantasiose del mitico “triciclo italiano” hanno dato un divertente saggio della loro bravura di piloti e delle particolarità tecniche dei loro mezzi esibendosi in un tracciato predisposto per l’occasione nell’area fiera.

Una nota anche per la mostra zootecnica che ha confermato la vocazione dell’Appennino Ligure per l’allevamento produttivo per il quale non conta la quantità ma principalmente la qualità.

Purtroppo non sono sufficienti queste poche righe per illustrare l’evento con la dovizia di particolari che meriterebbe, pertanto concludiamo ricordando che la manifestazione si è chiusa con la attesissima Castagnata, giunta alla 41a edizione e salutata, come è ormai tradizione, dal Treno storico trainato da una fantastica locomotiva a vapore che con i figuranti in abiti d’epoca ha fatto sognare grandi e piccini.

Giacomo Piombo
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina