Home | In cielo | UFO su Novi Ligure?

UFO su Novi Ligure?

A Novi e dintorni, la sera del 28 agosto 2013, poco prima delle dieci, potrebbe essere capitato a chi sta leggendo queste righe di osservare in cielo qualcosa di non comune. Che cosa succedeva lassù?

Un oggetto luminoso, un punto di luce, si muoveva sullo sfondo del cielo stellato, con una velocità simile a uno dei tanti aerei che ci passano sopra la testa, ad alta quota. Curiosamente, questo punto di luce ha aumento visibilmente la sua luminosità fino al momento in cui è sembrato che dirigesse verso terra un potente fascio di luce. Un po’ come quando nei film si vedono gli elicotteri illuminare con i fari la scena sul terreno, solo che la luce, seppur potente, proveniva da ben più lontano. Dopo questo breve momento, la luminosità di questo oggetto, che ha continuato a muoversi in linea retta, è diminuita fino a farlo sparire dalla vista.

Ma nel frattempo ne è spuntato un altro! Seguendo quasi la stessa rotta, e alla stessa velocità del precedente, anche questo ha aumentato nettamente la sua luminosità, anche se non c’è stata la sensazione di un faro puntato nella direzione dell’osservatore. Anche il secondo oggetto ha seguito la sorte del primo, continuando la sua rotta, diminuendo la sua luminosità e svanendo poi nel buio del cielo.

Che cosa erano? Non erano aerei, mancavano le lucette intermittenti, col consueto brillio. Meteore, allora? No, neanche quello. Il moto di quei punti di luce era molto più lento e regolare, niente a che fare con la rapidità delle meteore.

Dischi volanti in manovra, allora? Magari due di una formazione in pattugliamento? No, niente dischi, niente UFO, niente ometti verdi.

Si è trattato di un fenomeno piuttosto comune, anche se poco noto. Erano due “iridium flare”. Casomai straordinario è stato poterne osservare due a così breve distanza di tempo e quasi nella stessa posizione apparente sulla volta celeste. Ma anche questi fenomeni non sono, alla fin fine, così rari: un’occasione simile si è avuta (sempre per Novi Ligure e dintorni) il 2 dicembre scorso.

Cos’è un iridium flare? Qui “iridium” sta ad indicare un satellite della rete di comunicazione detta appunto… Iridium. Questi satelliti hanno tre antenne molto levigate e riflettenti. Può capitare che, nel movimento del satellite, esse si dispongano in modo da riflettere la luce del Sole a terra. E così un fascio luminoso viene proiettato sulla terra. Chi si trova in un punto attraversato da questo fascio, meglio ancora se è nella zona centrale, osserverà allora una luminosità inusuale. Può essere 15 volte più brillante di Venere al massimo del suo splendore, visibile anche di giorno!

Questi fenomeni, questi iridium flare, sono previsti in tutti i dettagli (anche quelli passati, per chi voglia cercare il 28 agosto scorso). Non solo, anche le località da dove possono essere osservati sono note in anticipo. Questo è importante, perché è un fenomeno molto locale. Potrebbe essere visibile da Novi e Ovada, ma magari non da Pavia.

Crediti: l’immagine che illustra questo articolo è tratta da Wikipedia Commons
 

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

1 commento

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina