Home | In cielo | PHEMU

PHEMU

Non può piovere sempre!
Annunciavo giorni fa uno dei primi interessanti “PHEMU”, ma naturalmente il cielo era grigio… Chi vuole, avrà comunque molte altre occasioni di osservazione.

Ecco quel che dicevo: 25 novembre, Ganimede eclissa Callisto.
Alle 2:53, TU. Ma il fenomeno inizia alle 2:10, sempre TU (Tempo Universale).

Inizio: 02 09 53 – Fine: 3 38 30 – Impatto 0.331 – mag 4.7 – flux drop 0.292
I due satelliti, visti dalla Terra, saranno separati da una distanza angolare di 55″

Questo fenomeno, che riguarda i “satelliti medicei“, è uno fra i tanti che avverranno in questi prossimi mesi, descritti collettivamente con il termine “PHEMU” (dal francese: phénomène mutuel). Vale la pena di osservarli anche con un semplice binocolo.

 

Si tratta di occultazioni ed eclissi reciproche dei principali satelliti di Giove: questa immagine mostra, meglio di tante parole, cosa si intenda per “eclisse” e cosa per “occultazione”. Ogni sei anni circa le orbite di questi satelliti risultano essere quasi complanari rispetto alla Terra. Sono parecchi gli eventi osservabili, in un periodo di alcuni mesi.

 

Molti dettagli si trovano qui (e nei post successivi):

http://www.astronomia.com/2014/03/02/fenomeni-mutui-dei-satelliti-di-giove-orbite-e-movimenti-1-parte/

 

Interessante anche questo sito, in francese:

http://www.imcce.fr/phemu/index.php?popup=3

 

Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina