Il Partito Democratico ha presentato i suoi candidati

Il Partito Democratico ha presentato i suoi candidati

In Piazza della Collegiata a Novi Ligure, sabato 6 aprile 2019, anche il PD, ha presentato la sua lista a sostegno del Candidato sindaco Rocchino Muliere.

Nella lista sono entrati anche esponenti di rilievo di “Articolo UNO -Liberi e Uguali” e del P.S.I. in una sorta di rassemblement che si pone in linea con l’attuale tendenza della politica alla polarizzazione su schieramenti alternativi tra loro.

Una sorta di chiarezza dunque, anche per l’elettorato, che a volte stenta a ritrovarsi in una confusione di sigle di partiti e movimenti spesso simili tra loro.

A presentare i candidati, Matteo Morando, il segretario cittadino del PD che da poco ha aperto la sua nuova e funzionale sede il Largo Valentina.

Matteo Morando ha sottolineato come candidati con una passata esperienza amministrativa e candidati alla loro prima prova sapranno compenetrarsi gli uni con gli altri, lavorando in squadra, come appunto si conviene in un partito storico quale quello del PD.

I candidati, come in una sorta di staffetta, si sono presentati tra loro, illustrando al numeroso pubblico presente i loro curriculum, che sono apparsi tutti di grande qualità.

È stata poi la volta del candidato sindaco, Rocchino Muliere, all’inizio emozionato ma poi, ritornato grintoso, che ha illustrato i punti di forza non solo del suo programma ma ha rivendicato anche alcune politiche pubbliche d’eccellenza realizzate sotto la sua amministrazione.

Una di queste, ha detto il sindaco, è stata la recentissima firma su un protocollo d’intesa con Rete Ferroviaria Italiana per il rilancio dello storico Scalo ferroviario di Novi San Bovo, ora abbandonato ma che tornerà a nuova vita in funzione dei traffici con il Porto di Genova in seguito all’apertura del Terzo Valico.

Una lista dunque molto agguerrita dove le diverse anime della sinistra, come ha sottolineato Matteo Morando, sapranno dare del filo da torcere alle altre compagini che, anch’esse, sono state ben strutturate.

Novi dunque si prepara ad assistere ad una tornata elettorale molto interessante, dove i numerosi candidati, sia di uno schieramento come dell’altro, sembra abbiano in comune un unico denominatore: lavorare nell’interesse della città.

Il candidato sindaco Rocchino Muliere è sostenuto dalle liste “ARTICOLO UNO e PD” – “ROCCHINO SINDACO” – “20 per NOVI” – “VOLT” e lo slogan è “Guardiamo avanti. Insieme”.

Dai nostri inviati Davide Parodi e Gian Battista Cassulo

Il Partito Democratico ha presentato i suoi candidati

Il Partito Democratico ha presentato i suoi candidatiIn Piazza della Collegiata a Novi Ligure, sabato 6 aprile 2019, anche il PD, ha presentato la sua lista a sostegno del Candidato sindaco Rocchino Muliere.Nella lista sono entrati anche esponenti di rilievo di “Articolo UNO -Liberi e Uguali” e del P.S.I. in una sorta di rassemblement che si pone in linea con l’attuale tendenza della politica alla polarizzazione su schieramenti alternativi tra loro.Una sorta di chiarezza dunque, anche per l’elettorato, che a volte stenta a ritrovarsi in una confusione di sigle di partiti e movimenti spesso simili tra loro.A presentare i candidati, Matteo Morando, il segretario cittadino del PD che da poco ha aperto la sua nuova e funzionale sede il Largo Valentina.Matteo Morando ha sottolineato come candidati con una passata esperienza amministrativa e candidati alla loro prima prova sapranno compenetrarsi gli uni con gli altri, lavorando in squadra, come appunto si conviene in un partito storico quale quello del PD.I candidati, come in una sorta di staffetta, si sono presentati tra loro, illustrando al numeroso pubblico presente i loro curriculum, che sono apparsi tutti di grande qualità.È stata poi la volta del candidato sindaco, Rocchino Muliere, all’inizio emozionato ma poi, ritornato grintoso, che ha illustrato i punti di forza non solo del suo programma ma ha rivendicato anche alcune politiche pubbliche d’eccellenza realizzate sotto la sua amministrazione.Una di queste, ha detto il sindaco, è stata la recentissima firma su un protocollo d’intesa con Rete Ferroviaria Italiana per il rilancio dello storico Scalo ferroviario di Novi San Bovo, ora abbandonato ma che tornerà a nuova vita in funzione dei traffici con il Porto di Genova in seguito all’apertura del Terzo Valico.Una lista dunque molto agguerrita dove le diverse anime della sinistra, come ha sottolineato Matteo Morando, sapranno dare del filo da torcere alle altre compagini che, anch’esse, sono state ben strutturate.Novi dunque si prepara ad assistere ad una tornata elettorale molto interessante, dove i numerosi candidati, sia di uno schieramento come dell’altro, sembra abbiano in comune un unico denominatore: lavorare nell’interesse della città.Il candidato sindaco Rocchino Muliere è sostenuto dalle liste “ARTICOLO UNO e PD” – “ROCCHINO SINDACO” – “20 per NOVI” – “VOLT” e lo slogan è “Guardiamo avanti. Insieme”.Dai nostri inviati Davide Parodi e Gian Battista Cassulo

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Sabato 6 aprile 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *