Grande retata dei Carabinieri – Partita l’operazione “ICE EYES”

Grande retata dei Carabinieri – Partita l’operazione “ICE EYES”

Catturata una pericolosa banda dedita alle rapine in villa.

Nel più classico dei modi, i Carabinieri di Casale in collaborazione con quelli di Legnano, nottetempo hanno fatto scattare le manette attorno ai polsi di quattro pericolosi individui, tutti di nazionalità albanese che con pistole e spranghe di ferro avevano, lo scorso 29 novembre 2018, affrontato nella sua azienda un impresario vitivinicolo di Cella Monte, nell’alessandrino, impossessandosi di 10 mila euro, orologi di pregio e diversi oggetti preziosi, dandosi poi alla fuga a bordo dell’auto di proprietà di un ospite dell’azienda stessa.

Dall’esame delle telecamere e dopo un lungo lavoro di indagine coordinata dal sostituto Procuratore di Vercelli, dott. Davide Pretti, ieri sera è scattata l’operazione “Ice eyes”, così denominata dagli occhi di uno dei rapinatori, verosimilmente il capo branco, come gli stessi carabinieri lo hanno definito per la sua freddezza.

Complimenti alle Forze dell’Ordine per il loro ennesimo successo e speriamo che questi eventi criminosi siano l’eccezione in una società come la nostra, tutto sommato ormai civile ed evoluta.

Gian Battista Cassulo

GRANDE REATA DEI CARABINIERI – PARTITA L'OPERAZIONE ICE EYES

Grande retata dei Carabinieri – Partita l’operazione “ICE EYES”Catturata una pericolosa banda dedita alle rapine in villa. Nel più classico dei modi, i Carabinieri di Casale in collaborazione con quelli di Legnano, nottetempo hanno fatto scattare le manette attorno ai polsi di quattro pericolosi individui, tutti di nazionalità albanese che con pistole e spranghe di ferro avevano, lo scorso 29 novembre 2018, affrontato nella sua azienda un impresario vitivinicolo di Cella Monte, nell'alessandrino, impossessandosi di 10 mila euro, orologi di pregio e diversi oggetti preziosi, dandosi poi alla fuga a bordo dell'auto di proprietà di un ospite dell'azienda stessa.Dall'esame delle telecamere e dopo un lungo lavoro di indagine coordinata dal sostituto Procuratore di Vercelli, dott. Davide Pretti, ieri sera è scattata l'operazione “Ice eyes”, così denominata dagli occhi di uno dei rapinatori, verosimilmente il capo branco, come gli stessi carabinieri lo hanno definito per la sua freddezza.Complimenti alle Forze dell'Ordine per il loro ennesimo successo e speriamo che questi eventi criminosi siano l'eccezione in una società come la nostra, tutto sommato ormai civile ed evoluta.Gian Battista Cassulo

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Mercoledì 22 maggio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *