Un’affermazione piena che sottolinea un desiderio di cambiamento. Campo Ligure: la svolta di Gianni Oliveri

Un’affermazione piena che sottolinea un desiderio di cambiamento. Campo Ligure: la svolta di Gianni Oliveri

Il risultato delle elezione del 26 maggio non ha lasciato dubbi, la lista “Uniti per Campo” con Candidato Sindaco Gianni Oliveri, con oltre il 63% dei consensi ha quasi doppiato nei voti la lista “Amare Campo” guidata dall’assessore uscente Irene Ottonello.

Gianni Oliveri, 59 anni, ex dipendente Marconi/Ericsson è quindi il nuovo Sindaco di Campo Ligure. Irene Ottonello, insegnante e assessore uscente guiderà il gruppo di Minoranza consigliare.

Il risultato elettorale a Campo Ligure è certamente quello più sorprendente in tutto il comprensorio delle Valli SOL dove sono stati confermati i Sindaci uscenti a Rossiglione, Masone, Mele e Tiglieto.

Chiediamo quindi al neo Sindaco Gianni Oliveri una prima analisi post voto:

Che la battaglia elettorale potesse essere combattuta era nell’aria, ma il risultato ottenuto ci ha francamente e felicemente sorpreso e colgo anche questa opportunità per ringraziare ancora una volta i tanti campesi che ci hanno accordato la loro fiducia. Credo che al di là di tutto siamo riusciti a intercettare la forte voglia di cambiamento che era latente all’interno della comunità campese. Ci siamo riusciti attraverso un progetto innovativo che ha puntato in modo chiaro sulle competenze,  coinvolgendo in modo attivo e partecipato il mondo dei giovani. Un progetto veramente alternativo che rende marginale e non significativa l’appartenenza politica. Noi vogliamo essere l’amministrazione di tutti e per questo ci siamo da subito aperti, come già ho avuto modo di dichiarare durante il primo Consiglio Comunale del 10 giugno, nei confronti dei consiglieri chiamati a far parte della minoranza. Con loro vorremmo si istaurasse un rapporto collaborativo nel rispetto dei ruoli e delle posizioni. Quindi ora pensiamo al futuro e cerchiamo di pensarlo anche assieme

Nel citato Consiglio Comunale del 10 giugno sono state illustrate le nomine degli assessori e le deleghe a ciascun consigliere. Chiediamo al Sindaco di presentarci la sua Giunta:

Gli assessori sono 4, Giorgio Pizzorni è il vicesindaco con la delega a Lavori Pubblici, Ambiente e Territorio, Protezione Civile. Alberta Ponte con delega a Sanità, Servizi Sociali, Cultura. Andrea Leoncini con delega a Turismo, Commercio e Artigianato, Attività Produttive e Sport, Biblioteca. Deborah Tolomeo con delega a Istruzione, Programmazione finanziaria, Bilancio. Capogruppo consigliare sarà Sandro Rizzo a cui spetterà il compito di guidare il gruppo dei consiglieri di maggioranza ad ognuno dei quali sono stata assegnate precise deleghe su cui operare. Oltre alla dottoressa Irene Ottonello, consiglieri di minoranza sono stati eletti il dottor Edoardo Rossi, Davide Macciò e Roberto Minetti a cui porgo i miei più sentiti auguri di buon lavoro”.

Luca Serlenga

CAMPO LIGURE – L'ALTERNANZA AL POTERE FA BENE ALLA DEMOCRAZIA

Un’affermazione piena che sottolinea un desiderio di cambiamento. CAMPO LIGURE, LA SVOLTA DI GIANNI OLIVERI Il risultato delle elezione del 26 maggio non ha lasciato dubbi, la lista “Uniti per Campo” con Candidato Sindaco Gianni Oliveri, con oltre il 63% dei consensi ha quasi doppiato nei voti la lista “Amare Campo” guidata dall'assessore uscente Irene Ottonello.Gianni Oliveri, 59 anni, ex dipendente Marconi/Ericsson è quindi il nuovo Sindaco di Campo Ligure. Irene Ottonello, insegnante e assessore uscente guiderà il gruppo di Minoranza consigliare.Il risultato elettorale a Campo Ligure è certamente quello più sorprendente in tutto il comprensorio delle Valli SOL dove sono stati confermati i Sindaci uscenti a Rossiglione, Masone, Mele e Tiglieto.Chiediamo quindi al neo Sindaco Gianni Oliveri una prima analisi post voto:“Che la battaglia elettorale potesse essere combattuta era nell'aria, ma il risultato ottenuto ci ha francamente e felicemente sorpreso e colgo anche questa opportunità per ringraziare ancora una volta i tanti campesi che ci hanno accordato la loro fiducia. Credo che al di là di tutto siamo riusciti a intercettare la forte voglia di cambiamento che era latente all'interno della comunità campese. Ci siamo riusciti attraverso un progetto innovativo che ha puntato in modo chiaro sulle competenze, coinvolgendo in modo attivo e partecipato il mondo dei giovani. Un progetto veramente alternativo che rende marginale e non significativa l'appartenenza politica. Noi vogliamo essere l'amministrazione di tutti e per questo ci siamo da subito aperti, come già ho avuto modo di dichiarare durante il primo Consiglio Comunale del 10 giugno, nei confronti dei consiglieri chiamati a far parte della minoranza. Con loro vorremmo si istaurasse un rapporto collaborativo nel rispetto dei ruoli e delle posizioni. Quindi ora pensiamo al futuro e cerchiamo di pensarlo anche assieme”Nel citato Consiglio Comunale del 10 giugno sono state illustrate le nomine degli assessori e le deleghe a ciascun consigliere. Chiediamo al Sindaco di presentarci la sua Giunta:“Gli assessori sono 4, Giorgio Pizzorni è il vicesindaco con la delega a Lavori Pubblici, Ambiente e Territorio, Protezione Civile. Alberta Ponte con delega a Sanità, Servizi Sociali, Cultura. Andrea Leoncini con delega a Turismo, Commercio e Artigianato, Attività Produttive e Sport, Biblioteca. Deborah Tolomeo con delega a Istruzione, Programmazione finanziaria, Bilancio. Capogruppo consigliare sarà Sandro Rizzo a cui spetterà il compito di guidare il gruppo dei consiglieri di maggioranza ad ognuno dei quali sono stata assegnate precise deleghe su cui operare. Oltre alla dottoressa Irene Ottonello, consiglieri di minoranza sono stati eletti il dottor Edoardo Rossi, Davide Macciò e Roberto Minetti a cui porgo i miei più sentiti auguri di buon lavoro”.Luca Serlenga

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Venerdì 14 giugno 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *