Il Cardinale Angelo Bagnasco ha fatto visita a Campo Ligure

Campo Ligure martedì 28 gennaio – l’arrivo nel piccolo borgo dell’entroterra genovese di S- Em. Il Cardinale Angelo Bagnasco sarà sicuramente annoverato tra i ricordi più importanti del 2020.

Ad accogliere l’Autorità religiosa erano presenti i Sindaci della Valle Stura e della Valle Orba, il Parroco e tanti cittadini che hanno accompagnato il Cardinale Bagnasco nella visita al Presepe Meccanizzato allestito all’interno dell’Oratorio dei Santi Sebastiano e Rocco, dove sono custoditi i resti della chiesa di N.S. della Misericordia, travolta e distrutta da una frana nel corso degli eventi calamitosi dello scorso tragico autunno. Sua Eminenza Il Cardinale Bagnasco è rimasto visibilmente affascinato da questa vera e propria “opera d’arte presepistica”, che ogni Natale viene realizzata dal gruppo “Amici del Presepe” nell’antico Oratorio, richiamando sempre migliaia di visitatori.  Anche i miseri resti dell’antica Pieve, in cui celebrò la messa San Giovanni Bosco, hanno suscitato profonda emozione nel Alto Prelato.

Il Cardinale ha voluto portare il suo saluto agli ospiti della Residenza Protetta, ai quali ha riservato una preghiera. Successivamente il Sindaco di Campo Ligure Giovanni Oliveri ha accompagnato l’eccellente ospite nel vicino Oratorio di N.S. Assunta, dove è esposta un’opera d’arte lignea dedicata al Martirio di Santo Stefano https://www.telemasone.com/presentazione-del-restauro-del-gruppo-ligneo-di-s-stefano/

Infine, nella Chiesa Parrocchiale, Sua Eminenza ha potuto ammirare la pala d’altare raffigurante il Martirio di Santa Lucia, un dipinto di pregio realizzato nel 1600 dal Maestro campese Bernardo Pizzorno Strozzi. http://www.inchiostrofresco.it/wp/2019/10/10/confermate-le-tesi-di-massimo-calissano-il-vero-nome-di-bernardo-strozzi-e-bernardo-pizzorno/

In quel contesto il Sindaco, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, ha offerto al Cardinale, quale ricordo della giornata, due preziose opere realizzate dai maestri filigranisti locali, riproduzioni delle spighe di grano raffigurate nello stemma comunale e la riduzione in scala del dipinto dello Strozzi, racchiuse da due eleganti cornici.

La comunità campese ringrazia S. Em. Angelo Bagnasco per la giornata dedicata al paese e per la vicinanza offerta alla Valle Stura che si sta finalmente risollevando dalla recente drammatica alluvione.

Giacomo Piombo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *