Categoria: Cronaca e Politica

NOVI LIGURE: LUCIA ZIPPO CANDIDATO SINDACO PER IL M5S

NOVI LIGURE: LUCIA ZIPPO CANDIDATO SINDACO PER IL M5S

Cari lettori de “l’inchiostro fresco” per Novi Ligure abbiamo fatto un tour de force per rendervi edotti su tute le liste e su tutti i candidati sindaci.

Non siamo riusciti però andare alla presentazione dei candidati del M5S che a Novi sostengono Lucia Zippo a sindaco della città.

Avevamo, per la verità, presentato in un breve filmato/intervista la loro sede elettorale sita in Galleria Perelli, ma era poca cosa in confronto ai servizi fatti per le altre liste.

Ed allora, per la par condicio, eccovi questi due filmati che ci sono or ora pervenuti, dove il Movimento 5 Stelle di Novi Ligure presenta i suoi candidati per il rinnovo del Consiglio comunale cittadino e lancia la candidatura di Lucia Zippo a sindaco della città.

Gian Battista Cassulo

VOLT: UNA LISTA GIOVANE PER UNA NOVI EUROPEA

VOLT: UNA LISTA GIOVANE PER UNA NOVI EUROPEA

A sostegno del candidato sindaco Rocchino Muliere, oggi, domenica 14 aprile 2019, si è presentata la “squadra” di Volt, in tutti i sensi giovane compagine novese per proporre nuove politiche cittadine indirizzate a proiettare la piccola capitale dell’Oltregiogo sempre più in un panorama europeo.

Ricordiamo infatti ai nostri lettori che Volt è un movimento di matrice progressista che vede nell’Europa lo strumento per combattere diseguaglianze e, con una particolare attenzione alle tematiche ambientali, favorire una crescita economica che metta al riparo l’uomo dall’impatto della rivoluzione tecnologica in atto, la quale, se da una parte libera l’uomo dalla “schiavitù del lavoro”, dall’altra lo rende prigioniero della “dittatura della rete”.

È in questo dualismo, all’interno del quale l’uomo si dibatte, che occorre trovare una nuova via al processo evolutivo (o involutivo?) della società e la politica è lo strumento giusto per trovare le migliori risposte.

Anche a livello locale.

E questi giovani che oggi, sia pure nel piccolo di una città di provincia come Novi Ligure, si sono proposti al loro elettorato sembrano proprio intenzionati a muoversi in questa direzione.

A sentirsi utili. A trovare nuove risposte.

Gian Battista Cassulo

Ecco i candidati Volt per Novi Ligure

  • Valeria Barale
  • Gianmarco Bovone
  • Eleonora De Salvo
  • Stefano Cartassegna
  • Giulia Geneletti
  • Luca Laguzzi
  • Federica La Placa
  • Matteo Dameri
  • Letizia Repetto
  • Alessandro Prete
  • Daniele Gallina
  • Daniele Latella
  • Fabio Daniele
  • Lorenzo Mercenaro
  • Luca Ramello

Nota: per un problema tecnico alla fotocamera, la ripresa video a fine filmato si è interrotta. Ci scusiamo con i lettori

Tempo di elezioni ad Ovada

Tempo di elezioni ad Ovada

Aria frizzante ad Ovada questa mattina, sabato 13 aprile 2019.

Tra l’allegria del mercato rionale e la gente che si accalcava a comprare Palme e Ulivo per le imminenti festività pasquali, c’era infatti un elemento in più che dava vivacità a questo sabato di metà aprile: i banchetti elettorali!!!!

Candidati Sindaci e “peones” erano, ligi ai doveri e ai canoni di una campagna elettorale diremmo quasi all’americana, erano rigorosamente presenti di fronte alle loro postazioni a distribuire “santini”, sorrisi e ad ascoltare le istanze della gente.

Noi con la nostra telecamera non abbiamo potuto esimerci dal riprendere tale rito, anche perché, è questa la liturgia della democrazia che, volenti o non volenti, è l’unica forma di partecipazione politica che sino ad ora ci ha garantito le libertà fondamentali e, soprattutto, la libertà di pensiero e di parola.

E così, in un ideale anello che è partito da Via Cairoli con sbocco su Piazza dell’Assunta abbiamo “intercettato” gli attivisti della lista civica “Ovada viva” che attorniavano il loro candidato sindaco, Pier Sandro Cassulo, che abbiamo immortalato intento a telefonare certamente ai suoi sostenitori.

Poco più in là c’era il banchetto del Partito Democratico con i militanti intenti ad illustrare ai concittadini il loro programma elettorale.

All’inizio di Via San Paolo della Croce, abbiamo sorpreso Enrico Morando, l’ex Viceministro all’Economia nel Governo Gentiloni, intento a discutere con un cittadino che, vedendo la nostra troupe riprendere, ha chiesto di non essere inquadrato, e noi ben volentieri abbiamo tagliato la scena per non rischiare di confonderci con personaggi strani, anche se ci siamo sentiti lesi nel nostro diritto di cronaca che negli spazi aperti e pubblici è sempre consentito.

Proseguendo nel nostro tour, a metà di Via San Paolo della Croce, siamo incappati nella sede elettorale del sindaco Paolo Lantero che si ripresenta per il suo secondo mandato.

Anche qui non abbiamo potuto fare a meno di fermarci, anche perché la sede è molto ben disposta e abbiamo fotografato Lantero con una sua sostenitrice da sempre, Luisa Russo, ora con lui in lista.

Andando avanti e girando da Via Torino siamo ritornati in Via Cairoli, dove nei giardini dedicati Sandro Pertini siamo capitati proprio nel momento in cui il Movimento 5 Stelle presentava la sua lista a sostegno del candidato sindaco, Mauro Lanzoni.

E qui, come abbiamo fatto in precedenza anche per le altre liste, non abbiamo potuto fare a meno che fermarci un po’ più a lungo e documentarvi parte della presentazione ….

È stata questa ad Ovada una bella mattinata, perché assieme all’aria della primavera appena arrivata abbiamo respirato anche quella della democrazia fatta nelle strade, nelle piazze, tra la gente!!!!!

Davide Parodi

NOVI LIGURE: PRESENTATA LA LISTA “ROCCHINO SINDACO”

NOVI LIGURE: PRESENTATA LA LISTA “ROCCHINO SINDACO”

Presentata a Novi Ligure sabato 13 aprile 2019 la lista “Rocchino sindaco” per il rinnovo del consiglio comunale cittadino.

Davanti alla sede del comitato elettorale di Rocchino Muliere, sita nella centralissima Via Girardengo, si sono presentati i 16 candidati, tutti in rigoroso ordine alfabetico, che sostengono la candidatura di Rocchino Muliere a Sindaco della città.

Mi presento al giudizio degli elettori – ha detto Muliere – con i conti del bilancio comunale in ordine e con progetti già programmati e finanziati per 30 milioni di euro per nuove e indispensabili opere per far fare alla nostra città un ulteriore salto di qualità”.

I candidati, uno ad uno, in un clima semplice quasi da scolaretti, si sono presentati ai numerosi cittadini convenuti che non si sono sottratti dall’applaudire a più riprese i mini interventi degli aspiranti consiglieri.

Una bella presentazione per una giovane e frizzante lista …. e che vinca il migliore!!!!!

Davide Parodi

In un libro di Giovanni Meriana la storia romanzata di un savignonese illustre: “Da Savignone alla corte del Gran Khan”

In un libro di Giovanni Meriana la storia romanzata di un savignonese illustre: “Da Savignone alla corte del Gran Khan”

Altro che Marco Polo che, con il padre Niccolò e lo zio Matteo, nel 1271 si avventurò sulla Via della seta per giungere alla corte del Gran Khan: noi qui nell’Oltregiogo abbiamo avuto Andalò da Savignone che nella prima metà del ‘300, gambe in spalla, si avventurò da buon giramondo, attraversando larghe pianure, impervi monti e irruenti fiumi sino a Kambalig, l’attuale Pechino, raccogliendo un grande sogno.

Il sogno che si inseriva nel disegno di un Papa dell’epoca, Innocenzo IV dei Fieschi, che vedeva di buon occhio questi viaggi come strumento di penetrazione cristiana in funzione antislamica in Oriente.

E Andalò da Savignone, partì alla volta di quelle terre lontane percorrendo via terra la strada della seta, ma da buon genovese ritornò via mare circumnavigando l’Asia e, dopo essere sbarcato a Bassora e attraversato l’attuale Iraq e la Siria dove fece sosta a Palmira (la sposa del deserto), arrivò ad Antioca sul Mediterraneo, dove da lì sbarcare a Genova fu un gioco da ragazzi.

Andalò andò in Oriente più che con lo spirito del mercante, con quello dell’avventura e con quell’idea che piaceva al papa, di portare un segno, anzi di lasciarcelo.

Proprio secondo quel detto antico: “Und’eli van stan, un’atra Zenoa ge fan” e cioè, dove i genovesi vanno, fanno un’altra Genova.

Questo si legge nel libro che Giovanni Meriana mi regalò con tanto di dedica il 9 dicembre 2001 e che conservo nella biblioteca dell’Inchiostro fresco come un caro ricordo del mio periodo genovese.

Oggi i cinesi stanno ripercorrendo l’antica Via della seta in senso inverso e stanno venendo da no, in Occidente da noi.

E nell’Occidente, tra i tanti, stanno privilegiando noi toccando in Europa, con il loro Presidente, Xi Jinping, come primo Paese, l’Italia.

Forse  nel loro DNA è rimasta la nostra antica amicizia.

Gian Battista Cassulo

Xi Jinping a Roma: la visita al Quirinale

Pubblicato da Corriere della Sera su Venerdì 22 marzo 2019
La Questura di Alessandria rafforza e rinnova i suoi quadri

La Questura di Alessandria rafforza e rinnova i suoi quadri

La Questura di Alessandria rafforza e rinnova i suoi quadri

24 nuovi poliziotti in servizio e un nuovo comandante

per la Polstrada

Il 14 Febbraio sono stati assegnati alla Questura di Alessandria ben 24, tra uomini e donne, appartenenti al ruolo degli Assistenti ed Agenti della Polizia di Stato  ad implementazione dell’organico presente.

Il nuovo personale, tra cui anche due Agenti in prova provenienti dalla Scuola di Polizia di Alessandria, sono stati accolti per l’occasione dal Questore, Dott. Michele Morelli, dal Capo di Gabinetto Dott. Marco Ferraro e dalla Dott.ssa Valentina Ferrareis, Portavoce della Questura che hanno augurato il benvenuto ed un caloroso in bocca al lupo per la nuova esperienza professionale.

Da ieri, lunedì 25 febbraio, i nuovi poliziotti  hanno iniziato a ricoprire i loro diversi incarichi andando in gran parte a potenziare la Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico nell’ambito del controllo del territorio.

Contestualmente è avvenuto l’avvicendamento al vertice della Sezione Polizia Stradale di Alessandria

Il Vice Questore, Dr.ssa Deborha Montenero ha assunto il comando della Polstrada di Alessandria, sostituendo il Vice Questore Dr. Paolo Di Quattro, trasferito presso il prestigioso comando di Torino.

Il nuovo Comandante della Polstrada, nata a Roma nel 1972, si è arruolata in Polizia nel 1990 frequentando il 7° Corso quadriennale dell’ Istituto Superiore di Polizia (Ex Accademia), ha conseguito il diploma di laurea in Giurisprudenza presso l’Università “La Sapienza” di Roma ed è stata trasferita in prima assegnazione presso la Questura di Milano – II Turno Volanti.

Nel dicembre 1996 è transitata ai Reparti Prevenzione Crimine con l’ incarico di Vice Dirigente presso il Reparto di Milano e successivamente quale Dirigente presso il Reparto di Genova.

Dal 2002 presta servizio presso la Polizia Stradale, prima quale funzionario addetto al Compartimento di Genova, successivamente quale Dirigente della Sezione di Savona e quindi, a far data dal 05 novembre u.s. quale Dirigente della Sezione di Alessandria, ove fra l’altro aveva già prestato servizio quale Dirigente con incarico di supplenza negli anni 2004/2005.

Svolge altresì attività di docenza sul territorio e presso il C.A.P.S. di Cesena in materie specialistiche (Trasporto merci e persone etc.).

La Redazione

Il mio primo articolo sul nuovo sito creato da Ilenia

Il mio primo articolo sul nuovo sito creato da Ilenia

Cari amici de “l’inchiostro fresco” questo è il mio primo articolo che sto scrivendo sul nuovo sito del giornale appena ristrutturato, anzi rifatto dalla nostra bravissima Ilenia Procopio, arrivata quasi per caso in redazione con la sua bella tesi sul “Cotonificio Di Rossiglione” e rimastaci perché veramente brava.

Io sto scrivendo seguendo le indicazioni che mi ha dato Ilenia per pubblicare questo mio pezzo e mi sembra di essere come al primo giorno di scuola. Ebbene sì lo ammetto: sono uno dei nuovi analfabeti, gli analfabeti degli anni 2000, abituati a scrivere ancora con la penna e il calamaio mentre il web ormai è il padrone incontrastato delle nuove relazioni tra gli umani!!!!

E questo mi fa pensare che, visti anche gli aumenti che le tipografie ci stanno propinando in nome del rialzo dei prezzi delle cartiere, molto probabilmente anche “l’inchiostro fresco” alla lunga finirà per essere divulgato solo in rete.

E’ la realtà, purtroppo, delle cose, ma è così!!!! Certamente sarà difficile rinunciare al profumo dell’inchiostro e allo sfogliare delle pagine magari mentre si gusta un buon caffè al tavolino del bar o alla scrivania, ma i tempi corrono e con essi “anche le torme del cure°ch’io mi porto appresso“, tanto per parafrasare alla mia maniera il Foscolo.

E quindi per dare al meglio voce ai miei pensieri, condivisibili o meno, anche i mezzi devono cambiare e cambieranno.

Tra l’altro risparmiare carta non è forse un atto di rispetto al mondo e al suo ecosistema? Pensate ai boschi, agli alberi, alle foreste dell’Amazzonia!!!! fare meno carta significa anche lasciare intatti i nostri paesaggi o per lo meno quello che ne rimane.

Questa pagina ad esempio per essere letta non ha bisogno di nessun supporto se non quello della spina della corrente elettrica per il computer e tra poco nemmeno più di quella.

Avanti dunque con l’innovazione. ma se qualcuno un domani chiudesse Internet?

Poco male allora succederebbe la Rivoluzione.

Gian Battista Cassulo

La redazione de “l’inchiostro fresco
in Largo Valentina (Via Paolo Giacometti, n. 51)
a Novi Ligure (Al) –
Nella foto è ripresa la postazione di GB Cassulo, dove arrivano tutti i pezzi dai vari redattori sparpagliati per l’Oltregiogo genovese, che è la zona di distribuzione del giornale (parte bassa della Provincia di Alessandria, parte alta della Provincia di Genova, ora Città Metropolitana, con una punta nella Provincia di Savona, con Urbe e Sassello)

Faiallo, divieto di transito ai veicoli oltre i 12 metri

Faiallo, divieto di transito ai veicoli oltre i 12 metri

Al fine di migliorare le condizioni di transitabilità in sicurezza lungo tale strada, già messa a dura prova dalle intemperie del tempo e dagli smottamenti

Come si apprende dal sito ufficiale della Città Metropolitana di Genovaa partire dal 19 ottobre la strada provinciale 73 del Faiallo, che collega il passo del Turchino con il comune di Urbe in provincia di Savona, è interdetta ai veicoli con lunghezza superiore ai 12 metri, al fine di migliorare le condizioni di transitabilità in sicurezza lungo tale strada. Secondo la nota, le condizioni della strada e la tipologia del traffico, prevalentemente ordinario e turistico, hanno reso necessario questo tipo di ordinanza per migliorare la sicurezza e le condizioni di percorribilità di questo tratto provinciale, già messo a dura prova dalle intemperie del tempo e dagli smottamenti.

Ovada, chiusura temporanea per il “Circolo Ricreativo Ovadese”

Ovada, chiusura temporanea per il “Circolo Ricreativo Ovadese”

Ancora una volta un locale era divenuto ritrovo abituale di pregiudicati

Operazione congiunta della Polizia di Stato della Questura di Alessandria insieme al personale della Compagnia Carabinieri di Acqui Terme che, ad Ovada, hanno notificato al titolare del “Circolo Ricreativo Ovadese” la chiusura per quindici giorni ai sensi dell’articolo 100 del Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza. Il locale è situato nella centrale Corso Martiri della Libertà.

La chiusura si è resa necessaria dopo diversi interventi effettuati dalle Forze dell’Ordine, all’interno del locale era costante la presenza di numerosi pregiudicati, sia per reati contro la persona che contro il patrimonio o in violazione della normativa sugli stupefacenti.

Le Forze dell’Ordine hanno ritenuto il locale un ritrovo abituale ed un punto di riferimento per individui pluripregiudicati, e lo stesso locale rappresentava una fonte di allarme sociale e disagio per i residenti nella zona.

Per questo, anche al fine di evitare che si reiterino simili episodi, è stata ritenuta necessaria la sospensione dell’attività a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.