Categoria: Valle Stura

CONCERTO ITINERANTE CAMPO LIGURE 2019

CONCERTO ITINERANTE CAMPO LIGURE 2019

Nel servizio precedente apparso su queste nostre pagine web, vi abbiamo portato in Val Borbera e in Val Curone alla scoperta di Dernice, un paesino lillipuziano immerso nel verde.

Ora, scavalcando addirittura due valli, la Valle Scrivia e la Valle dell’Orba, con le nostre telecamere vi portiamo nel cuore della Valle Stura e precisamente a Campo Ligure, dove la nostra troupe composta da Fausto e Giacomo Piombo ci ha inviato questo servizio.

Si tratta di una breve testimonianza su una iniziativa di grande interesse e di sicuro spessore culturale: il Concerto itinerante 2019 che questa volta ha fatto tappa nella bella piazza centrale di Campo Ligure, che noi chiamiamo la “piazza dalle facciate dipinte”.

Nell’attesa di un servizio più completo eccovi questa anticipazione e per quanto riguarda le nostre escursioni nelle terre dove si legge “l’inchiostro fresco” non è finita qui.

Domani vi porteremo là dove nasce l’Orba, ovvero alle falde del Faiallo in quel di Urbe, in provincia di Savona. Un servizio tutto da vedere!!!!

Gian Battista Cassulo

Nella notte delle stelle a Campo Ligure si è svolto il XXII Concerto Itinerante

Nella notte delle stelle a Campo Ligure si è svolto il XXII Concerto Itinerante

Nella suggestiva cornice notturna di quello che è giustamente considerato tra i borghi più belli della nostra regione, sabato 10 agosto è andata in scena a Campo Ligure la XXII edizione del Concerto Itinerante.

La manifestazione, organizzata con il patrocinio del Comune di Campo Ligure, si è svolta nel cuore del centro storico dove, a lume di candela, è stato possibile assistere ai diversi concerti allestiti negli scorci più incantevoli del paese, scenografie capaci di donare ulteriore fascino al contesto musicale.

I numerosi visitatori giunti a Campo Ligure entro le ore 21 sono stati suddivisi in gruppi, ciascuno dei quali, accompagnato da una guida munita di lanterna, è stato guidato lungo un percorso ideale che collegava tutte le postazioni musicali.

Nella notte di San Lorenzo questo evento ha rappresentatol’occasione migliore per assaporare brevi ma intensi momenti di ottima musica, spaziando dal genere classico con influenze jazz dell’Espiègle Quartet, al  blues della Dany Franchi Band, alla particolare musica della cantautrice canadese Joni Mitchell eseguita da Woman of Heart and Mind, all’omaggio a Fred Buscaglione con i Buscaglione Project e uno spettacolo di danza contemporanea messo in scena dal Coro Mobile.

La riuscitissima manifestazione si è conclusa, come previsto dal programma, nella centrale piazza Vittorio Emanuele II, con un coinvolgente concerto corale nel corso del quale i musicisti esibitisi nel corso della serata si sono riuniti sopra un unico grande palco. 

A conferma dell’entusiasmo e dell’apprezzamento degli spettatori a fine concerto è giunta l’immancabile richiesta del “bis”.

Il Comune di Campo Ligure, la locale Proloco e tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione di questo evento danno a tutti appuntamento al prossimo anno con una nuova edizione del Concerto Itinerante.

Vallestura i Pendolari ATP valutano il nuovo piano emergenza per il trasporto degli studenti

Vallestura i Pendolari ATP valutano il nuovo piano emergenza per il trasporto degli studenti

In vista della prossima apertura delle scuole genovesi si presentano ancora alcune problematiche legate al crollo del ponte Morandi.

Per venire incontro alle famiglie degli studenti residenti nelle zone che maggiormente risentono del disagio il MIUR ha previsto delle agevolazioni.

I pendolari ATP Linea C della Vallestura, pur apprezzando l’iniziativa, hanno ravvisato alcune perplessità e a tal proposito hanno inviato alla redazione un comunicato stampa che di seguito pubblichiamo: 

Ponte Morandi: Rinnovato il piano emergenza Scuola Servizio scuolabus A. S. 2019/2020 

Osservazioni dei pendolari ATP Valle Stura – Linea C 

A seguito del comunicato del Ministero per l’Istruzione (MIUR) e della Regione Liguria, divulgato in data 01/08/2019 e riportato in vari articoli dei quotidiani locali, riteniamo doveroso esporre le nostre preoccupazioni in merito ad alcune incongruenze e/o difficoltà segnalate dalle famiglie interessate. 

Nel comunicato che il MIUR ha inviato agli Istituti Scolastici interessati si riportano le seguenti indicazioni: 

“In riferimento agli interventi atti a consentire il proseguimento delle normali attività scolastiche, educative e didattiche, messi in atto all’indomani del crollo del viadotto Polcevera, si comunicano gli impegni presi durante le riunioni tenutesi in Genova il 25/7 in merito al trasporto degli studenti delle scuole di secondo grado. Durante la riunione abbiamo convenuto di dare un contributo all’acquisto del titolo di viaggio annuale al sistema di trasporto pubblico locale a tutti gli studenti frequentanti le scuole secondarie di secondo grado che risiedono nel Comune di Genova (quartieri con CAP 16159, 1616, 16162, 16163, 16164) e nei comuni della Città Metropolitana ad essa adiacenti (Campo Ligure, Masone, Mele, Rossiglione, Tiglieto, Urbe, Ceranesi, Campomorone, Mignanego, Ronco Scrivia, Busalla, Savignone, Casella, Montoggio, Sant’Olcese, Serra Riccò) secondo una ricognizione effettuata dai vostri uffici e condivisa la Direzione Mobilità del Comune di Genova. Tale contributo ammonta al 65% del costo dell’abbonamento annuale. Per permettere l’erogazione del contributo vi chiediamo di diffondere la presente nota a tutte le scuole interessate affinché possano darne pubblicità presso i propri siti internet. Gli studenti interessati dovranno compilare un modulo, come quello che riportiamo in appendice e presentarlo alle scuole di frequenza per ottenere il rimborso, entro e non oltre il 30/09/2019” 

Appendice NOME 

COGNOME 

INDIRIZZO 

TIPO DI ABBONAMENTO ACQUISTATO 

COSTO DELL’ABBONAMENTO 

Si prega di allegare la fotocopia dell’abbonamento acquistato 

Le famiglie della Valle Stura che hanno scelto per i propri figli di accedere all’offerta formativa degli istituti scolastici genovesi, per accedere al contributo offerto dal MIUR devono acquistare, a partire dal mese di settembre, l’abbonamento annuale integrato con costi che oscillano tra un minimo di € 650,00 (AMT+ATP escluso supplemento autostradale) ad un massimo di € 890,00 (AMT+ATP+supplemento autostradale). L’eventuale costo del solo abbonamento annuale FS (linea Genova/Acqui per il percorso Rossiglione/GeBrignole) ammonta a € 636,00. 

Fatte queste doverose premesse, le preoccupazioni che emergono sono le seguenti: 

1) Di norma le famiglie affrontano il costo del trasporto scolastico acquistando mensilmente i titoli di viaggio necessari, quindi perché il MIUR chiede abbonamenti annuali se la scuola dura 9/10 mesi? 2) Occorre conoscere in anticipo gli orari invernali e la tipologia di servizio invernale che ATP offrirà (orari, destinazioni – si attende un ritorno del servizio in Centro – e frequenza corse) per consentire alle famiglie di effettuare una scelta ponderata, considerato l’impegno di spesa che richiedono gli abbonamenti annuali. 3) Sempre sulla stabilita periodicità annuale: in presenza di più figli iscritti alle scuole superiori, come è possibile sostenere, a settembre, il costo di più abbonamenti annuali? Il costo minimo per due figli ammonta a € 1.300,00 ed è evidente che potrebbe risultare impossibile sostenere tale spesa anche per una famiglia “normoreddito”. 4) Quali costi di abbonamento sono riconosciuti? Per gli abbonati ATP della Valle Stura (ma anche della Valle Scrivia), infatti, servirà mensilmente anche il supplemento autostradale che non è incluso in nessun abbonamento annuale attualmente acquistabile ma fa parte dei costi sostenuti dalle famiglie. 

Pur riconoscendo al MIUR lo sforzo che sta facendo per agevolare gli studenti coinvolti nella mobilità della Val Polceverae dei comuni del ponente genovese, attraverso il “Piano Emergenza Scuola Ponte Morandi”, dobbiamo sottolineare che ancora una volta le scelte politiche vengono calate dall’alto senza un reale confronto con le famiglie e con i destinatari dei provvedimenti. Da quanto sopra descritto emerge chiaramente l’impossibilità di molte famiglie di accedere al sussidio proposto dal MIUR, semplicemente perché non si possono permettere di anticipare il costo dell’abbonamento annuale soprattutto se si hanno più figli iscritti alla scuola superiore di secondo grado. La spesa di trasporto affrontata mese per mese è programmabile e possibile anche per le famiglie a basso reddito, mentre invece non lo è anticipare i costi di uno o più abbonamenti annuali. 

Masone, 06/08/2019 I Pendolari ATP Valle Stura– Linea C 

Allegato: Comunicato MIUR

NUOVI RALLENTAMENTI SULLA LINEA FERROVIARIA DEI GIOVI

NUOVI RALLENTAMENTI SULLA LINEA FERROVIARIA DEI GIOVI

A causa di lavori presso il bivio Fegino (in vista dell’innesto sul Terzo valico) e nella galleria Borlasca, oltre che al consolidamento dei viadotti Trasta e Lauro, tra il 15 e il 30 agosto 2019 tutti i treni della linea Genova-Milano e Genova-Torino percorreranno la via Busalla – Isola del Cantone; cioè la linea vecchia. Ciò determinerà un’ulteriore, anche se contenuto in alcuni minuti, allungamento dei tempi di percorrenza di Regionali veloci e Intercity. Sempre per causa dei lavori sui due viadotti sopra citati (o forse della necessità di percorrerli a velocità molto basse per presenza di problemi strutturali, che speriamo possano essere risolti con questi lavori di fine agosto) c’è stato già da alcuni mesi un lieve prolungamento dei tempi di percorrenza sulla linea succursale, cioè quella via Mignanego.

Inoltre alcuni treni locali Genova-Busalla saranno temporaneamente soppressi; e altri treni con destinazione Rimini faranno capolinea ad Arquata Scrivia.

Come già previsto da tempo, sempre nello stesso periodo, tra Genova e Ovada alcuni treni saranno sostituiti da bus.

Invece ad inizio settembre partiranno alcuni lavori nel tratto tra Arquata Scrivia e Tortona che potranno comportare ritardi nell’ordine di alcuni minuti.

Infine, in piccolo consiglio personale, per chi non viaggia spesso. Sappiate che, anche con temperature africane, conviene portarsi in treno un maglioncino. Talvolta si passa da una carrozza-sauna, con raffrescamento non funzionante, ad altra con aria condizionata “a manetta” con effetto ghiacciaia. Meglio essere preparati.

Tiglieto, porte aperte al collezionismo

Tiglieto, porte aperte al collezionismo

Auto, moto d’epoca, oggetti, foto e altre curiosità vintage dagli anni ’30 agli anni ‘70

In questi giorni è in mostra ad Acquabuona di Tiglieto in località “Bianchina” in via Arti e Mestieri 2 una affascinante collezione di veicoli ed oggetti storici, allestita dal gruppo “Auto Storiche Alta Valle dell’Olba” e patrocinata dal Comune di Tiglieto.

La mostra, inaugurata giovedì 8 agosto, sarà visitabile gratuitamente fino a domenica 11, con orario 10:00, 12:00 e 15:00, 18:00.

“Nel nostro piccolo possiamo vantarci di avere degli esemplari unici” afferma Ermanno Africano, socio fondatore del club e appassionato di auto d’epoca da oltre trent’anni. Conosciuto anche per una sua altra grande passione, l’attività di filmaker, ci ha fatto da guida alla scoperta di questa splendida esposizione. Tra le varie “chicce” spicca sicuramente la Fiat 1100 Monviso che, come ci racconta Ermanno, è l’unico esemplare prodotto. “lo Stabilimento Monviso è stata una famosa carrozzeria automobilistica italiana attiva dal 1944 al 1955. Dopo la produzione di questo prototipo, possiamo dire una sport wagon ante litteram, l’azienda fallì e questo modello non vide mai la commercializzazione, questo è il solo esemplare mai esistito, una vera rarità.”

Fiat 1100 Monviso

Ma le sorprese non finiscono qui, subito dopo ci viene mostrata una Viotti Legno “una vettura rarissima, forse ce ne sono due o tre ancora esistenti in circolazione” afferma Ermanno “costruita mezza in legno perchè, finita la guerra, vi era scarsità di ferro, in quanto adoperato per gli armamenti bellici”. Proseguendo ci viene presentata la “vecchietta del gruppo” una Fiat 514 del 1931, trasformata in camioncino nel 1951. “Modifiche strutturali simili non erano affatto inusuali all’epoca” ci informa Ermanno, “un’autovettura non arrivava a fine vita presto come oggi e molto spesso veniva riadattata a seconda delle esigenze”.

Fiat 514

Continuando la visita ci imbattiamo in molteplici scenografie retrò come quella di un tipica gita fuori porta degli anni ’60, troviamo infatti posizionati sul prato tutto l’occorrente per un pic-nic di quegli anni, come il cestello con le posate da viaggio, in dotazione come optional ad alcune autovetture, chitarre vintage e a fianco, una Cinquecento con le portiere “a vento”, un paio di Ciao Piaggio, un Primavera e una Vespa 150 Sprint Veloce, veicoli che hanno contribuito alla motorizzazione di massa in quegli anni.

Poco più in là ecco due esempi del design automobilistico italiano che hanno reso famoso il nome di Pininfarina in tutto il Mondo, stiamo parlando di una Alfa Romeo Giulietta e una Alfa Romeo Spider. Conosciuta anche come Duetto, la Spider, fu resa celebre dal film Il Laureato, a bordo della quale un giovane Dustin Hoffman correva affannosamente e spericolatamente per giungere in tempo dalla sua amata Elaine. A causa delle sue forme affilate ed inusuali era anche scherzosamente detta “osso di seppia”. Ma subito altri due gioielli della casa del biscione attirano la nostra attenzione: una  Giulia Super 1600 bollino oro ed una  Gt Junior Coupè, all’epoca una sportiva di tutto rispetto per giovani facoltosi.

Visitando questa mostra si perde letteralmente il senso del tempo e si viene trascinati in una atmosfera retrò permeata dal fascino e dal sentimento che queste splendide vetture suscitano ancora oggi. L’esposizione è molto ben curata ed articolata e questi che vi abbiamo descritto sono solo alcuni dei gioielli d’epoca che potrete ammirare. Per ogni mezzo è stata allestita una scenografia ad hoc con oggetti dell’epoca e chi volesse, può anche vestirsi a tema per qualche foto in stile vintage. Un’occasione da non perdere quindi, per conoscere dal vivo il mondo del collezionismo immersi nella splendida cornice naturale dell’appennino ligure, all’interno del Parco del Beigua.

Festa dell’Unità di Rossiglione, 73° edizione

Festa dell’Unità di Rossiglione, 73° edizione

Grande fermento a Rossiglione, paese della Valle Stura al confine con il Piemonte, per l’ormai tradizionale Festa dell’Unità, giunta quest’anno alla sua 73° edizione. Organizzata dalla sezione locale del Partito Democratico, la kermesse si svolgerà da martedì 13 fino a domenica 18 agosto, con un ricco programma strutturato per accontentare tutte le fasce di età con eventi musicali, gastronomici e naturalmente tanta attualità.

Per quanto riguarda la parte musicale, ogni giorno si intervalleranno generi diversi per tutti i gusti. Martedì 13 si terrà il concerto della party band Ambaradan, mentre mercoledì sarà di scena la storia del rock con il ritorno a Rossiglione di Pino Scotto, che suonerà insieme a Trevor, noto frontman della band metal dei Sadist, con in apertura il gruppo tutto al femminile “Sbarbine” e i “Madhouse”.

Giovedì 15 invece sarà una serata tutta da ballare con il liscio dell’orchestra Lillo Baroni e a seguire musica dance per i più giovani con i ragazzi della Noise Events. Venerdì 16 appuntamento con la disco band degli Explosion mentre il 17 e il 18 si ballerà con le orchestre Mondo di Note e Simpatia.

“Durante lo svolgimento della festa sarà allestita una mostra, a cura del Museo Passatempo di Rossiglione intitolata “Genova e il ricordo del ponte Morandi”, per ricordare le 43 vittime ad un anno da quella immane tragedia” ci spiegano gli organizzatori, “e non mancheranno anche temi locali di attualità, come il tema spinoso della probabile messa gara da parte di regione Liguria dei servizi ad oggi offerti dai comitati locali CRI e Pubbliche assistenze, mettendo in crisi un patrimonio storico e di alta professionalità, al contrario da mantenere e preservare ad ogni costo”.

Ci teniamo a ringraziare in anticipo a tutti i volontari” concludono gli organizzatori, ” che sono il nostro vero “patrimonio dell’umanità”, dato che grazie al loro impegno le feste e le sagre (momenti fondamentali per l’aggregazione della comunità)  riescono ad andare avanti…e tutti coloro che verranno a trovarci!”

Campo Ligure, il festival della musica celtica è alla sua XXIII edizione, organizzato sotto l’egida del Comune di Campo Ligure nella suggestiva cornice del Castello Spinola

Campo Ligure, il festival della musica celtica è alla sua XXIII edizione, organizzato sotto l’egida del Comune di Campo Ligure nella suggestiva cornice del Castello Spinola

Iniziato venerdì 2 agosto prosegue questa sera e domani, domenica 4 agosto la XXIII edizione di “Campofestival” che animerà l’intero borgo storico di Campo Ligurecentro nazionale della Filigrana.

Il fulcro della manifestazione è il Castello Spinola, che domina il paese offrendo una entusiasmante vista dell’intero borgo annoverato tra i più belli d’Italia.

L’evento, che ha visto esibirsi ieri la formazione con TOMSTEARN e  ILKA BIRD SANG, ospiterà altri due concerti live, entrambi con inizio alle ore 21:30:

questa sera, sabato 3 agosto, sarà la volta dei FRAS, domani, domenica 4 agosto, gran finale del Festival con l’esibizione dei BIRKIN TREE accompagnati da CIARA NI BHRIAIN, violinista irlandese di larga fama internazionale.

Il costo del biglietto per l’ingresso ai concerti è di € 12,00.

Nello spazio sagre del Castello Spinola è organizzata in abbinamento al Festival la Sagra del Cinghiale organizzata dal Comitato C.R.I. di Campo Ligure.

In Consiglio a Campo Ligure si parla di bilancio

In Consiglio a Campo Ligure si parla di bilancio

Il 30 luglio, a Campo Ligure (Ge) si è riunito il Consiglio Comunale dove si è parlato di bilancio.

Ecco in questo video girato da Dario Pastorino, la telecronaca della seduta che vi proponiamo in omaggio alla trasparenza e ad una più completa informazione locle.

Giacomo Piombo

I RSCIUGNI IN RETE

I RSCIUGNI IN RETE

I RSCIUGNI IN RETE

Attilio Valeri da Rossiglione ci invia il video completo del concerto che “Quei de Rsciugni” hanno tenuto a Novi Ligure nella sera del 12 luglio 2019, nel corso degli eventi previsti dai “Venerdì di Luglio” organizzati dall’Amministrazione comunale assieme alle associazioni dei commercianti.

Per chi è interessato ecco i link dei video

La performance di Mitko U Cantautupittu

Durante la serata del 12 luglio 2019 il concerto di musica country in salsa genovese di “Quei de Rsciugni” è stato aperto da un artista moto noto tra Piemonte e Liguria: MitKo U Cantautupittu, vincitore con la canzone “Aegua santa” del Festival della canzone Ligure di Imperia anno 2019.

Eccolo sul palco dei “Venerdì di Luglio” in Largo Valentina a Novi Ligure.

Gian Battista Cassulo

ED ECCO IL CONCERTO DI “QUEI DE RSCIUGNI

1° PARTE – “Quei de Rsciugni” concerto di Novi ligure del 12 luglio 2019.mp4 (496.18 MB)

per scaricarli, fai click sul seguente link e segui le istruzioni.

2° PARTE – “Quei de Rsciugni” concerto di Novi ligure del 12 luglio 2019.mp4 (483.47 MB)

per scaricarli, fai click sul seguente link e segui le istruzioni.

3° PARTE – “Quei de Rsciugni” concerto di Novi ligure del 12 luglio 2019.mp4

La redazione de “l’inchiostro fresco

Serate da sogno: La “Bohéme” al Castello di Campo Ligure

Serate da sogno: La “Bohéme” al Castello di Campo Ligure

La Boheme, una delle più importanti opere liriche del compositore italiano Giacomo Puccini, tratta dal romanzo d’appendice “Scènes de la vie de bohème” di Henri Murger, composta da quattro quadri i cui protagonisti sono dei giovani artisti bohémien che vivono nella Parigi del 1830, andrà in scena prossimamente nella suggestiva cornice del Castello spinola di Campo Ligure.

Anche quest’anno infatti torna nel piccolo centro della Vallestura, riconosciuto tra i Borghi più belli d’Italia, l’appuntamento con la grande opera in collaborazione con l’associazione “Voz y Alma – L’anima dell’Opera” che presenta “La Bohème di G. Puccini”, nelle serate di venerdi 19 luglio e sabato 20 luglio, alle ore 20,30 nell’anfiteatro del castello.

Dopo i successi degli anni scorsi, (Cavalleria Rusticana e Traviata), che hanno riscosso molto successo, anche la Bohème vedrà protagonista l’ensemble orchestrale diretto dal Maestro Giovanni Battista Bergamo con la Regia di Enrica Papale. 

Parteciperà il Coro lirico Quadrivium e il Gruppo teatrale e balletto Danza all’Opera Genova. I cast delle due serate sono composti da artisti selezionati a livello internazionale e di grande potenzialità che presto potremo ritrovare nei grandi Enti Lirici. L’evento sarà preceduto da un flash-mob nel tardo pomeriggio di mercoledì 17 luglio. 

Il costo del biglietto per la serata è fissato in euro 17, mentre ilprezzo del biglietto valido per due serate è di euro 25. 

Per informazioni e dettagli : 

– info@comune-campo-ligure.ge.it – Assessore al turismo, Andrea Leoncini, e-mail: andrea.leoncini@comune.campo-ligure.ge.it telefono :3493409391 – Consigliere alla comunicazione, Simone Piombo, e-mail: simone.piombo@comune.campo ligure.ge.it telefono: 3277836709 

Per prenotazioni e info spettacolo e-mail: yozyalma@libero.it Telefono: 3461099088.