Categoria: Valle Stura

Un’affermazione piena che sottolinea un desiderio di cambiamento. Campo Ligure: la svolta di Gianni Oliveri

Un’affermazione piena che sottolinea un desiderio di cambiamento. Campo Ligure: la svolta di Gianni Oliveri

Il risultato delle elezione del 26 maggio non ha lasciato dubbi, la lista “Uniti per Campo” con Candidato Sindaco Gianni Oliveri, con oltre il 63% dei consensi ha quasi doppiato nei voti la lista “Amare Campo” guidata dall’assessore uscente Irene Ottonello.

Gianni Oliveri, 59 anni, ex dipendente Marconi/Ericsson è quindi il nuovo Sindaco di Campo Ligure. Irene Ottonello, insegnante e assessore uscente guiderà il gruppo di Minoranza consigliare.

Il risultato elettorale a Campo Ligure è certamente quello più sorprendente in tutto il comprensorio delle Valli SOL dove sono stati confermati i Sindaci uscenti a Rossiglione, Masone, Mele e Tiglieto.

Chiediamo quindi al neo Sindaco Gianni Oliveri una prima analisi post voto:

Che la battaglia elettorale potesse essere combattuta era nell’aria, ma il risultato ottenuto ci ha francamente e felicemente sorpreso e colgo anche questa opportunità per ringraziare ancora una volta i tanti campesi che ci hanno accordato la loro fiducia. Credo che al di là di tutto siamo riusciti a intercettare la forte voglia di cambiamento che era latente all’interno della comunità campese. Ci siamo riusciti attraverso un progetto innovativo che ha puntato in modo chiaro sulle competenze,  coinvolgendo in modo attivo e partecipato il mondo dei giovani. Un progetto veramente alternativo che rende marginale e non significativa l’appartenenza politica. Noi vogliamo essere l’amministrazione di tutti e per questo ci siamo da subito aperti, come già ho avuto modo di dichiarare durante il primo Consiglio Comunale del 10 giugno, nei confronti dei consiglieri chiamati a far parte della minoranza. Con loro vorremmo si istaurasse un rapporto collaborativo nel rispetto dei ruoli e delle posizioni. Quindi ora pensiamo al futuro e cerchiamo di pensarlo anche assieme

Nel citato Consiglio Comunale del 10 giugno sono state illustrate le nomine degli assessori e le deleghe a ciascun consigliere. Chiediamo al Sindaco di presentarci la sua Giunta:

Gli assessori sono 4, Giorgio Pizzorni è il vicesindaco con la delega a Lavori Pubblici, Ambiente e Territorio, Protezione Civile. Alberta Ponte con delega a Sanità, Servizi Sociali, Cultura. Andrea Leoncini con delega a Turismo, Commercio e Artigianato, Attività Produttive e Sport, Biblioteca. Deborah Tolomeo con delega a Istruzione, Programmazione finanziaria, Bilancio. Capogruppo consigliare sarà Sandro Rizzo a cui spetterà il compito di guidare il gruppo dei consiglieri di maggioranza ad ognuno dei quali sono stata assegnate precise deleghe su cui operare. Oltre alla dottoressa Irene Ottonello, consiglieri di minoranza sono stati eletti il dottor Edoardo Rossi, Davide Macciò e Roberto Minetti a cui porgo i miei più sentiti auguri di buon lavoro”.

Luca Serlenga

CAMPO LIGURE – L'ALTERNANZA AL POTERE FA BENE ALLA DEMOCRAZIA

Un’affermazione piena che sottolinea un desiderio di cambiamento. CAMPO LIGURE, LA SVOLTA DI GIANNI OLIVERI Il risultato delle elezione del 26 maggio non ha lasciato dubbi, la lista “Uniti per Campo” con Candidato Sindaco Gianni Oliveri, con oltre il 63% dei consensi ha quasi doppiato nei voti la lista “Amare Campo” guidata dall'assessore uscente Irene Ottonello.Gianni Oliveri, 59 anni, ex dipendente Marconi/Ericsson è quindi il nuovo Sindaco di Campo Ligure. Irene Ottonello, insegnante e assessore uscente guiderà il gruppo di Minoranza consigliare.Il risultato elettorale a Campo Ligure è certamente quello più sorprendente in tutto il comprensorio delle Valli SOL dove sono stati confermati i Sindaci uscenti a Rossiglione, Masone, Mele e Tiglieto.Chiediamo quindi al neo Sindaco Gianni Oliveri una prima analisi post voto:“Che la battaglia elettorale potesse essere combattuta era nell'aria, ma il risultato ottenuto ci ha francamente e felicemente sorpreso e colgo anche questa opportunità per ringraziare ancora una volta i tanti campesi che ci hanno accordato la loro fiducia. Credo che al di là di tutto siamo riusciti a intercettare la forte voglia di cambiamento che era latente all'interno della comunità campese. Ci siamo riusciti attraverso un progetto innovativo che ha puntato in modo chiaro sulle competenze, coinvolgendo in modo attivo e partecipato il mondo dei giovani. Un progetto veramente alternativo che rende marginale e non significativa l'appartenenza politica. Noi vogliamo essere l'amministrazione di tutti e per questo ci siamo da subito aperti, come già ho avuto modo di dichiarare durante il primo Consiglio Comunale del 10 giugno, nei confronti dei consiglieri chiamati a far parte della minoranza. Con loro vorremmo si istaurasse un rapporto collaborativo nel rispetto dei ruoli e delle posizioni. Quindi ora pensiamo al futuro e cerchiamo di pensarlo anche assieme”Nel citato Consiglio Comunale del 10 giugno sono state illustrate le nomine degli assessori e le deleghe a ciascun consigliere. Chiediamo al Sindaco di presentarci la sua Giunta:“Gli assessori sono 4, Giorgio Pizzorni è il vicesindaco con la delega a Lavori Pubblici, Ambiente e Territorio, Protezione Civile. Alberta Ponte con delega a Sanità, Servizi Sociali, Cultura. Andrea Leoncini con delega a Turismo, Commercio e Artigianato, Attività Produttive e Sport, Biblioteca. Deborah Tolomeo con delega a Istruzione, Programmazione finanziaria, Bilancio. Capogruppo consigliare sarà Sandro Rizzo a cui spetterà il compito di guidare il gruppo dei consiglieri di maggioranza ad ognuno dei quali sono stata assegnate precise deleghe su cui operare. Oltre alla dottoressa Irene Ottonello, consiglieri di minoranza sono stati eletti il dottor Edoardo Rossi, Davide Macciò e Roberto Minetti a cui porgo i miei più sentiti auguri di buon lavoro”.Luca Serlenga

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Venerdì 14 giugno 2019
Dal “CDTVSeO “- Comitato Difesa Trasporti Valli Stura e Orba, riceviamo e pubblichiamo: NO, alla chiusura della biglietteria della stazione di Ovada

Dal “CDTVSeO “- Comitato Difesa Trasporti Valli Stura e Orba, riceviamo e pubblichiamo: NO, alla chiusura della biglietteria della stazione di Ovada

Mercoledì 19 giugno 2019  alle ore 18:00, presso la stazione ferroviaria di Ovada, si terrà un sit-in riguardante la decisione di Trenitalia di chiudere la biglietteria della stazione stessa, l’ultima rimasta sulla linea “Genova – Ovada Acqui Terme” da Visone (Al) a Sampierdarena (Ge).

Poiché tale chiusura, a fronte anche del recente esborso di 4 milioni di euro per ristrutturare la stazione di Ovada, riguarda non solo i pendolari ma tutta la cittadinanza di Ovada e dei paesi limitrofi, abbiamo invitato, oltre ai cittadini, anche i rappresentanti dei vari Comuni a partecipare, possibilmente con fascia tricolore, all’incontro.

Estendiamo l’invito anche a tutti gli organi d’informazione locale e non, in quanto riteniamo sicuramente utile anche la presenza della carta stampata, della radio e della TV per dare maggiore risalto alla problematica e allo sforzo congiunto per trovare una soluzione che vada incontro alle esigenze di chi, a vario titolo, viaggia.

Ringraziando per la preziosa collaborazione e restando a disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo cordiali saluti,

Simona Repetto

Alessandra Rapetti

Renato Rosano

Paolo Trincheri

NO ALLA CHIUSURA DELLA BIGLIETTERIA NELLA STAZIONE DI OVADA

Dal “CDTVSeO “- Comitato Difesa Trasporti Valli Stura e Orba, riceviamo e pubblichiamo:NO ALLA CHIUSURA DELLA BIGLIETTERIA NELLA STAZIONE FERROVIARIA DI OVADAMercoledì 19 giugno 2019 alle ore 18:00, presso la stazione ferroviaria di Ovada, si terrà un sit-in riguardante la decisione di Trenitalia di chiudere la biglietteria della stazione stessa, l'ultima rimasta sulla linea “Genova – Ovada Acqui Terme” da Visone (Al) a Sampierdarena (Ge).Poiché tale chiusura, a fronte anche del recente esborso di 4 milioni di euro per ristrutturare la stazione di Ovada, riguarda non solo i pendolari ma tutta la cittadinanza di Ovada e dei paesi limitrofi, abbiamo invitato, oltre ai cittadini, anche i rappresentanti dei vari Comuni a partecipare, possibilmente con fascia tricolore, all'incontro. Estendiamo l'invito anche a tutti gli organi d’informazione locale e non, in quanto riteniamo sicuramente utile anche la presenza della carta stampata, della radio e della TV per dare maggiore risalto alla problematica e allo sforzo congiunto per trovare una soluzione che vada incontro alle esigenze di chi, a vario titolo, viaggia. Ringraziando per la preziosa collaborazione e restando a disposizione per eventuali chiarimenti, porgiamo cordiali saluti,Simona RepettoAlessandra RapettiRenato RosanoPaolo TrincheriQui sotto presentiamo un video che avevamo girato nell'ottobre del 2018, durante i lavori di ristrutturazione e dove esternavamo le nostre aspettative per vedere finalmente una "bella" stazione al servizio del territorio.

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Venerdì 14 giugno 2019
Varina Country Fest

Varina Country Fest

Sabato 15 giugno il vecchio west torna in Valle Gargassa

Edizione numero quattro per il ‘Varina Country Fest’. Un evento che si annuncia imperdibile nella suggestiva cornice dell’ASD Ippica Varina in Via Valle Gargassa 82 a Rossiglione (GE). Mangiare a Km0, musica, giochi e tanto divertimento e relax. Con il patrocinio del Comune di Rossiglione e del Parco del Beigua (Unesco Global Geopark).

Il ricco programma vede il ‘Line Dancers country Fever’ come il fiore all’occhiello di quest’edizione: la scuola di danza country vi farà ballare sulle note dei grandi classici del West! 

Come sempre oltre a tanto divertimento un ricco menu tradizionale e birra artigianale. Si partirà alle 18:30 con l’aperitivo mentre l’Associazione di Acquabuona si occuperà della ristorazione con piatti e ricette tipiche della cultura western come fagioli e salsiccia alla ‘Bud Spencer’, polenta e stufato con carne a Km 0 e la ‘Pro Loco’ di Rossiglione  delizierà i palati di tutti con le tradizionali frittelle. Per smaltire la cena nel migliore dei modi, nel verde incontaminato dell’ASD Ippica Varina, oltre a ballare si potrà fare qualche passo indietro negli anni, con divertenti giochi all’aria aperta come tiro alla fune, braccio di ferro, lancio dei ferri di cavallo e, in collaborazione con il ‘Museo Passatempo’, saranno rispolverati altri giochi appartenenti alle antiche tradizioni contadine.

Ma ci sono anche importanti notizie ecologiche, infatti l’organizzazione della festa sta lavorando duro per rendere tutti i rifiuti compostabili e riciclabili: un importante ed encomiabile sforzo per la tutela del nostro territorio.
Un appuntamento da non mancare assolutamente anche in caso di tempo avverso, infatti in caso di pioggia il ‘Varina Country Fest’ si terrà al coperto. Niente e nessuno fermerà quindi questa IV edizione del folcloristico festival country rossiglionese!

CAMPO LIGURE: PRESENTATA LA STAGIONE 2019/2010 DELLA “CAMPESE”

CAMPO LIGURE: PRESENTATA LA STAGIONE 2019/2010 DELLA “CAMPESE”

Una squadra, una città” si potrebbe dire, dopo avere assistito, nel complesso sportivo di Campo Ligure (Ge), sul bel prato del campo di calcio della “Campese“, alla presentazione, il 7 giugno 2019, del programma agonistico 2019/2020 di questa compagine, illustrato dal suo presidente Alessandro Oliveri.

Noi eravamo presenti con le nostre telecamere e con i nostri cronisti, ed ecco il servizio di Giacomo Piombo e la “diretta” di Fausto Piombo per TeleMasone.

Sul numero in preparazione de “l’inchiostro fresco“, che uscirà il 27 giugno con i risultati definitivi di questa tornata elettorale amministrativa (ndr.: stiamo aspettando i risultati del ballottaggio a Novi Ligure), ampio servizio a firma di Giacomo Piombo.

Per ora ecco l’anticipazione in questo video girato dal nostro Fausto Piombo in rete anche su TeleMasone.

Gian Battista Cassulo.

CAMPO LIGURE – PRESENTATA LA STAGIONE 2019/20020 DELLA"CAMPESE"

CAMPO LIGURE: PRESENTATA LA STAGIONE 2019/2020 DELLA "CAMPESE""Una squadra, una città" si potrebbe dire, dopo avere assistito, nel complesso sportivo di Campo Ligure (Ge), sul bel prato del campo di calcio della "Campese", alla presentazione, il 7 giugno 2019, del programma agonistico 2019/2020 di questa compagine, illustrato dal suo presidente Alessandro Oliveri.Noi eravamo presenti con le nostre telecamere e con i nostri cronisti, ed ecco il servizio di Giacomo Piombo e la "diretta" di Fausto Piombo per TeleMasone.Sul numero in preparazione de "l'inchiostro fresco", che uscirà il 27 giugno con i risultati definitivi di questa tornata elettorale amministrativa (ndr.: stiamo aspettando i risultati del ballottaggio a Novi Ligure), ampio servizio a firma di Giacomo Piombo.Per ora ecco l'anticipazione in questo video girato dal nostro Fausto Piombo in rete anche su TeleMasone.Gian Battista Cassulo.

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Domenica 9 giugno 2019
CAMPO LIGURE, un Borgo bello e buono

CAMPO LIGURE, un Borgo bello e buono

A Campo Ligure la stagione estiva è ormai avviata e domenica 16 giugno la Pro Loco, in stretta collaborazione con gli operatori commerciali campesi, offre un nuovo appuntamento con l’attesa manifestazione ”Sapori nel Borgo”.

Chi deciderà di partecipare all’evento, oltre a scoprire i tanti scorci caratteristici del paese annoverato tra i borghi più belli d’Italia e rinomato Centro della Filigrana d’oro e d’argento con un suo importante Museo, entrerà in una realtà particolare dove una moneta esclusivamente a “corso locale”, il “Campesino”, obbligherà i visitatori al cambio dei propri euro per poter acquistare prodotti dell’artigianato locale, gustare le specialità locali e birre artigianali che dalle ore dodici si potranno trovare nei chioschi predisposti in angoli suggestivi del centro storico.

Tutte le vie del borgo e la piazza principale saranno animate da artisti locali e dalle 14 alle 19 l’intrattenimento sarà assicurato da numeri di giocoleria di strada, mentre dalle 21 si potrà assistere allo spettacolo acrobatico.

Per informazioni è possibile rivolgersi a I.A.T. Valli Stura e Orba di Campo Ligure

Tel / fax 010.921055 – 320.6765132, inviare una mail a  prolococampo@yahoo.it, visitare il sito www.prolococampoligure.it.

Campo Ligure attende l’estate con la Festa al Pascolo del Monte Pavaglione

Campo Ligure attende l’estate con la Festa al Pascolo del Monte Pavaglione

La primavera quest’anno non è stata generosa offrendo quasi sempre giornate piovose, soprattutto nei fine settimana, ma, tra pochi giorni, a Campo Ligure sarà possibile festeggiare l’approssimarsi dell’estate partecipando ad uno tra gli appuntamenti più attesi in Valle Stura per quanto riguarda le feste campestri.

Organizzata dalla Pro Loco di Campo Ligure con il fine di valorizzare il patrimonio zootecnico locale, presso il Pascolo del Monte Pavaglione si svolgerà domenica 2 giugno la tradizionale “Festa al Pascolo”.

In un contesto prettamente agreste, immersi nel verde incontaminato, sarà possibile assaporare cibi tipici e genuini o semplicemente compiere una passeggiata e godere di panorami unici, senza dimenticare che le Valli Stura e Orba offrono l’opportunità di visitare centri storici di eccellenza e musei unici nel loro genere, come quello della Filigrana a Campo Ligure, il museo Passatempo a Rossiglione e quello del Ferro a Masone, e tante attività artigianali.

Il programma della “Festa al Pascolo” è il seguente: 

Ore 8.15 Raduno per escursionisti da Piazza 2-3 Gennaio (Rossiglione)

Ore 9.15 Raduno per escursionisti in Piazza Vittorio Emanuele II (Campo Ligure)

Ore 9:45 Partenza minibus da Campo Ligure (facoltativa)

Ore 12:00 Pranzo Country … e altro ancora!

Per il pranzo è indispensabile la prenotazione entro il 30 Maggio presso la Pro Loco di Campo Ligure tel. 010/921055 – 320 6765132

In caso di maltempo la festa sarà annullata.

Per info: I.A.T. Valli Stura e Orba – Campo Ligure

Tel 010.921055

mail prolococampo@yahoo.it

I “Cantò anta curte” a RAI 2

I “Cantò anta curte” a RAI 2

Oggi, sabato 25 maggio 2019, a mezzogiorno in punto (per i capriatesi: a masdì!!!!) sintonizzatevi su RAI 2 perché in TV ci saranno i “Cantò antra curte” ripresi dalla televisione di stato in visita a Tagliolo Monferrato.

Non perdetevi lo spettacolo!!!!

La redazione de “l’inchiostro fresco”

AVVISO: Scusatemi mi sono “sbagliato nel confondermi”!!!! I “Cantò antra curte” ci saranno domani, domenica 26 maggio 2019, tra le 11 e l’una, prima del TG. Intanto vi mettiamo in anteprima la foto dei ballerini di Tagliolo che hanno vinto in trasmissione la la gara!!!

I Pendolari ATP della Valle Stura sono ancora in attesa del ripristino delle corse dirette a Genova Brignole

I Pendolari ATP della Valle Stura sono ancora in attesa del ripristino delle corse dirette a Genova Brignole

Con un comunicato stampa i “Pendolari ATP della Linea C Valle Stura” comunicano che, a nove mesi dal crollo del Ponte Morandi, non sono ancora stati ripristinati i collegamenti diretti della corse ATP con destinazione finale Genova Brignole.

I Pendolari ATP della Linea C Valle Stura manifestano anche la preoccupazione di un rincaro dei costi per l’acquisto dei titoli di viaggio mensili, nell’eventualità in cui non si concretizzasse il ripristino della situazione antecedente la drammatica tragedia del crollo del viadotto sul Polcevera.

Come richiesto dallo stesso gruppo “Pendolari ATP della Linea C Valle Stura”, diamo di seguito spazio alla pubblicazione integrale del comunicato stampa che hanno inviato alla nostra redazione.

Comunicato Stampa Pendolari ATP della Linea C Valle Stura

 BIGLIETTO INTEGRATO CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA

Osservazioni dei pendolari ATP – Linea C

Premessa

Sulla base del principio dell’unità del territorio della Città Metropolitana, sancito dalla legge

7 aprile 2014, n. 56 (Legge Delrio), e a seguito dei finanziamenti del Decreto Legge 109/2018

promulgato per l’emergenza successiva al crollo del Ponte Morandi, occorre individuare le

modalità di utilizzo dei fondi destinati al miglioramento del trasporto pubblico locale (TPL).

La proposta di realizzazione di un biglietto unico integrato che permetta di fruire

indistintamente di diversi vettori di trasporto pubblico (treno su tutta la rete della Città

Metropolitana + bus urbano + bus extraurbano + metropolitana) trova riferimento nella

deliberazione del Consiglio Regionale n. 7 del 27/06/2017 in merito all’approvazione del

“Programma dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale”.

È compito della Regione Liguria proporre l’avvio di una sperimentazione di un progetto di

integrazione tariffaria nell’ambito della Città Metropolitana di Genova tra i vari vettori interessati

dal TPL, come anticipazione del PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) che entrerà

presumibilmente in vigore dal 2025.

L’anticipazione del PUMS sembrerebbe prevista solo per la Linea C Valle Stura del servizio

extraurbano di ATP.

Considerazioni sulle tariffe attualmente applicate

1) A seguito del crollo del Ponte Morandi le corse ATP (servizio extraurbano) della Linea C

Valle Stura hanno subito un taglio drastico sulla percorrenza, limitandosi a Genova-Voltri e

costringendo gli utenti diretti a Genova-Brignole a cambiare vettore e a utilizzare la linea

ferroviaria Genova-Brignole.

2) Il costo dell’abbonamento mensile AMT/TRENITALIA area metropolitana, necessario per il

percorso Voltri-Brignole dal mese di settembre 2018 ad oggi, è stato sostenuto da ATP con

i fondi dell’emergenza Ponte Morandi (consegna gratuita degli abbonamenti mensili

AMT/TRENITALIA ai possessori dell’abbonamento ATP) in sostituzione del servizio tagliato.

3) Per gli utenti della Valle Stura, ai quali è stato tolto il servizio ATP verso Genova Centro a

seguito del crollo del Ponte Morandi, l’ipotesi di avvio anticipato del PUMS con la proposta

di integrazione tariffaria attualmente in vigore non è accettabile e tantomeno sostenibile

rispetto alle tariffe degli abbonamenti ATP utilizzati precedentemente al crollo del Ponte

Morandi come dimostrato nel prospetto allegato.

Conclusioni

1) Per gli utenti che prima del crollo del Ponte Morandi utilizzavano il solo vettore ATP per

raggiungere Genova Brignole (o fermate intermedie) e in previsione dell’abolizione

dell’abbonamento integrato AMT/TRENITALIA attualmente fornito gratuitamente (i fondi

dell’emergenza Ponte Morandi finiranno …) le tariffe integrate proposte, si traducono in un

aumento significativo dei costi da sostenere (quasi il doppio).

2) Di fatto si verificano enormi differenze di trattamento tra gli utenti del TPL della Città

Metropolitana. Ad esempio, un utente residente a Portofino che deve recarsi per lavoro a

Genova Brignole può utilizzare soltanto i mezzi ATP con un abbonamento mensile al costo

di € 50,00. Nel caso invece di un utente residente a Masone, per raggiungere Genova

Brignole con il solo utilizzo di mezzi pubblici al pari dell’abitante di Portofino, il costo

minimo da sostenere è di € 90,00 (integrato ATP/AMT + supplemento autostrada per

Voltri), vale a dire quasi il doppio!

3) Il comuni situati a ponente sono penalizzati dall’assenza di corse ATP verso il centro e gli

utenti abbonati devono affrontare costi mensili mediamente più elevati degli utenti del

levante.

4) Occorre trovare un vero sistema tariffario perequativo che offra agli utenti dei comuni più

disagiati un abbonamento integrato ad un costo mensile/annuale accessibile che permetta

di utilizzare indistintamente i tre vettori di TPL (ATP, AMT e TRENITALIA) in tutto il

territorio della Città Metropolitana di Genova e non solo nell’area urbana come accade

attualmente. Con le attuali tariffe, rispetto ai costi sostenuti ante crollo ponte, una famiglia

con due componenti pendolari deve sostenere costi maggiorativi sino a + € 126,00/mese

che si traducono in + € 1.512,00/anno).

5) Si sottolinea, inoltre, che per i pendolari dei comuni dell’entroterra privi di una stazione

ferroviaria come Masone e quindi privi di un’alternativa, all’aumento delle tariffe si

sommano i disagi e le difficoltà inerenti le coincidenze dei vari vettori che devono

necessariamente utilizzare e che non sempre sono congruenti. Ad esempio per i pendolari

di Masone che devono raggiungere Campo Ligure per il treno delle 7.45 non hanno a

disposizione una corsa utile per raggiungere la stazione in tempo, oppure per chi arriva a

Campo Ligure con il treno alle 20.03 e deve raggiungere Masone il primo bus utile è il

giorno dopo alle ore 5.08.

Masone, 22/05/2019 I Pendolari ATP – Linea C

CANDIDATI A CONFRONTO IN VALLE STURA

CANDIDATI A CONFRONTO IN VALLE STURA

Dibattito in diretta, mercoledì 22 maggio 2019, a TeleMasone tra i candidati sindaci della Valle Stura, introdotti e moderati da Marta Calcagno, Direttore responsabile de “l’inchiostro fresco“.

Nella prima batteria si sono confrontati i candidati sindaci di Campo Ligure. Irene Ottonello – “Amare Campo” e Giovanni Oliveri – “Uniti per Campo”, e nella seconda quelli di Rossiglione, Katia Piccardo – “Insieme per crescere” e Pier Luigi Martino – “Rossiglione nel cuore”.

La Tribuna elettorale si è svolta in termini molto sereni e cordiali, durante la quale i vari candidati hanno avuto modo di esprimere le loro posizioni in merito alle questioni cruciali dei loro rispettivi paesi e più in generale della Valle.

Ecco a voi la telecronaca di questa riuscitissima serata molto seguita in Valle Stura.

La redazione

CANDIDATI A CONFRONTO IN VALLE STURA

Dibattito in diretta, mercoledì 22 maggio 2019, a TeleMasone tra i candidati sindaci introdotti e moderati da Marta Calcagno, Direttore responsabile de "l'inchiostro fresco".nella prima batteria si sono confrontati i candidati sindaci di Campo Ligure e nella seconda quelli di Rossiglione.Ecco a voi la telecronaca di questa riuscitissima serata molto seguita in Valle Stura.La redazione

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Giovedì 23 maggio 2019
Masone: tre giorni di musica e gastronomia per salvare il teatro.

Masone: tre giorni di musica e gastronomia per salvare il teatro.

La Valle Stura si è mobilitata per cercare di ridare nuova vita al teatro di Masone “Monsignor Macciò”, inagibile da diversi mesi a causa della necessità di importanti interventi di ristrutturazione e adeguamento imposti dalle nuove normative sulla sicurezza sempre più restrittive.

Il teatro rappresenta una struttura irrinunciabile sia per gli abitanti di Masone sia per quelli dell’intera Valle Stura, che già hanno potuto rendersi conto dell’importanza di disporre di una realtà che da generazioni ospita molte tra le più importanti manifestazioni ed eventi del territorio, tra i quali il Bud & Terence Festival e il Valley’s Got Talent.

Per far fronte a questa situazione, sembrerebbero necessari circa 100.000 euro e, per cercare di reperire questa importante somma, i cittadini si sono prodigati ad organizzare diverse iniziative ed hanno subito creato una pagina Facebook dedicata attraverso cui dare visibilità agli eventi che saranno di volta in volta messi in atto per raccogliere fondi per la nobile causa.

Anche i Primi Cittadini della vallata si sono resi disponibili offrendo la loro solidarietà e già  diverse associazioni locali hanno contributo con donazioni. 

Nei prossimi giorni a Masone sono previsti tre eventi di intrattenimento musicale che si svolgeranno in un contesto in cui funzioneranno anche stand gastronomici presso i quali sarà possibile gustare prelibatezze quali ravioli al sugo, trenette al pesto, grigliate di carne, salsicce, patatine, farinata e dolci. Il ricavato delle tre serate, ovviamente dedotte le spese, sarà interamente devoluto a favore della ristrutturazione del teatro.