Tag: Giro d’Italia

Novi Ligure si prepara ad accogliere il Giro d’Italia

Novi Ligure si prepara ad accogliere il Giro d’Italia

Da Carpi, grosso paese dell’Emilia – Romagna, vicino a Modena, borgo medievale ricco di un patrimonio artistico tuttora in corso di recupero dopo il terremoto del 2012, il 22 maggio 2019 giungerà a Novi Ligure con l’11° tappa del 102° Giro d’Italia.

Il Giro, partito da Bologna l’11 maggio, terminerà, dopo aver macinato 3.518 chilometri, a Verona con una cronometro e passerella finale il 2giugno 2019, Festa della Repubblica.

A Novi Ligure arriverà con una tappa lunga 206 chilometri, tutti percorsi attraverso la Pianura Padana ed anche l’arrivo sarà ubicato sul lungo rettilineo dove, gli appassionati sperano, si consumerà la volata finale.

Ma accanto al dato sportivo, c’è l’attesa della città di Novi Ligure che in Fausto Coppi e nei “Campionissimi” come Costante Girardengo, ha il suo emblema.

Tra la gente c’è dunque molta attesa e accanto alle varie iniziative ufficiali, anche le vetrine dei negozi si preparano all’accoglienza del giro.

Eccone in questo filmato alcune di Contrada Pallavicini, ovvero di Largo Valentina e via Paolo Gicometti.

Biciclette d’epoca e magliette dei tempi che furono stanno facendo infatti bella mostra di se nelle vetrine della Redazione de “l’inchiostro fresco” di “Tima Biancheria per la casa”, dell’agenzia immobiliare “Effebi”, nel negozio di “Ottica Rebora” e in quello dell’erboristeria “Erbaflor – Peruzzo”, mentre il “Bar Diana” si sta preparando a servire alla sua clientela un aperitivo “Gran Giro 19”.

Tutto dunque è pronto e allora non ci resta che aspettare l’arrivo della tappa sperando che il tempo non faccia brutti scherzi!!! 

Davide Parodi

Novi Ligure si prepara ad accogliere il Giro d’Italia

Novi Ligure si prepara ad accogliere il Giro d’ItaliaDa Carpi, grosso paese dell’Emilia – Romagna, vicino a Modena, borgo medievale ricco di un patrimonio artistico tuttora in corso di recupero dopo il terremoto del 2012, il 22 maggio 2019 giungerà a Novi Ligure con l’11° tappa del 102° Giro d’Italia. Il Giro, partito da Bologna l’11 maggio, terminerà, dopo aver macinato 3.518 chilometri, a Verona con una cronometro e passerella finale il 2giugno 2019, Festa della Repubblica.A Novi Ligure arriverà con una tappa lunga 206 chilometri, tutti percorsi attraverso la Pianura Padana ed anche l’arrivo sarà ubicato sul lungo rettilineo dove, gli appassionati sperano, si consumerà la volata finale.Ma accanto al dato sportivo, c’è l’attesa della città di Novi Ligure che in Fausto Coppi e nei “Campionissimi” come Costante Girardengo, ha il suo emblema.Tra la gente c’è dunque molta attesa e accanto alle varie iniziative ufficiali, anche le vetrine dei negozi si preparano all’accoglienza del giro.Eccone in questo filmato alcune di Contrada Pallavicini, ovvero di Largo Valentina e via Paolo Gicometti.Biciclette d’epoca e magliette dei tempi che furono stanno facendo infatti bella mostra di se nelle vetrine della Redazione de “l’inchiostro fresco” di “Tima Biancheria per la casa”, dell’agenzia immobiliare “Effebi”, nel negozio di “Ottica Rebora” e in quello dell’erboristeria “Erbaflor – Peruzzo”, mentre il “Bar Diana” si sta preparando a servire alla sua clientela un aperitivo “Gran Giro 19”.Tutto dunque è pronto e allora non ci resta che aspettare l’arrivo della tappa sperando che il tempo non faccia brutti scherzi!!! Davide Parodi

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Mercoledì 22 maggio 2019
22 MAGGIO: IL GIRO D’ITALIA A NOVI LIGURE

22 MAGGIO: IL GIRO D’ITALIA A NOVI LIGURE

2

Mercoledì 22 maggio torna, con un arrivo di tappa, il Giro d’Italia a Novi Ligure. E’ la quarta occasione nella storia, dopo le edizioni del 1965, 1978 e 2010. Questa volta, a differenza che nel passato, il traguardo sarà situato in periferia, sull’ex statale dei Giovi, davanti allo stabilimento Elah-Dufour.

L’occasione è stata scelta per celebrare i 100 anni dalla nascita del Campionissimo Fausto Coppi.

Se possiamo permetterci una critica, è che per la celebrazione si sia scelta una tappa, (con partenza da Carpi e attraversamento delle province di Modena, Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Pavia), completamente pianeggiante. E’ abbastanza lunga: 221 km; ma non presenta neppure una piccola salita. Per ricordare un campione che ha costruito le sue imprese più epiche proprio sulle montagne, sarebbe stato forse il caso di trovare un percorso più impegnativo, visto che nelle vicinanze le salite non mancano. Si poteva almeno inserire la salita di Castellania, com’era avvenuto nella tappa con arrivo a Tortona del 1989; e che era stata inserita anche nel recente Giro dell’Appennino. D’altra parte, nel disegno generale dell’intero Giro d’Italia che prevede molte tappe ricche di salite (la “cima Coppi” quest’anno sarà sul passo del Gavia), gli organizzatori hanno deciso che questa doveva essere una tappa non particolarmente selettiva. Si prevede, infatti, una conclusione con volata generale del gruppo, salvo sorprese. A disputarsi la vittoria di tappa dovrebbero essere i migliori velocisti in gara, come il campione italiano in carica Elia Viviani, il colombiano Fernando Gaviria, l’australiano Caleb Ewan, il francese Arnaud Dèmare e il tedesco Pascal Ackermann.

La corsa entrerà in provincia di Alessandria da Pontecurone intorno alle 16; attraverserà Tortona, Rivalta Scrivia, Pozzolo Formigaro. In Novi percorrerà Via Mazzini, corso Marenco e via Raggio per proseguire sul lungo rettilineo finale, in leggerissima pendenza. L’arrivo è previsto tra le 17 e le 17.30. Almeno un’ora prima giungerà la variopinta e chiassosa carovana pubblicitaria. Ovviamente le strade interessate saranno soggette a chiusura del traffico e, ancora prima, a divieti di sosta, cui occorrerà prestare attenzione.

Intanto, 17 maggio, a Tortona, Palazzo Guidobono, sarà inaugurata una mostra con fotografie di Walter Breveglieri, intitolata: Fausto Coppi – La bellezza del mito.

Qui sotto, è possibile scaricare la tabella di marcia della tappa e l’elenco degli iscritti con i numeri di gara.